Storia dell'uomo che m'ha rovinato la vita.

Questo forum di aiuto è dedicato a chi ha un temperamento timido e introverso. A chi si sottovaluta, a chi ancora non si ama, a chi avverte un costante vuoto interiore che ha bisogno di colmare. Non affrontiamo tutto da soli. Condividere questi disagi è un primo passo verso l'apertura. E' un nostro diritto! Lasciamoci colmare dal calore di chi ci sta vicino!

Storia dell'uomo che m'ha rovinato la vita.

Messaggioda Identità » 12/01/2018, 13:14



Mio padre mi ha rovinato.
e non lo dico tanto per, non è uno sfogo blando e fine a se stesso, o un piccio di un ragazzino viziato che ha bisogno di additare i genitori come colpevoli dei propri fallimenti, lui mi ha proprio rovinato.
Tornando indietro, ricordo i primi anni della mia vita segnati da un momenti di grande amore.
ricordo il suo affetto, le sue parole piene di dolcezza nei miei confronti, i suoi regali, il nostro "rito" domenicale quando lui era in pausa da lavoro dove mi svegliava e mi portava a mangiare la brioche e a bere un cappuccino per poi portarmi a giocare a calcio al parco.
momenti che ho rimpianto per anni, e che non si sono verificati mai più , dai miei sette anni.
inizio ad essere non assente, sarebbe stato meglio forse, ma fu presente in un modo enormemente sbagliato, criticandomi in tutto.
se qualcosa in casa si rompeva (che io avessi o no coscienza dell'esistenza di questa cosa) era colpa mia, perchè ero distratto.
se a scuola mi prendevano in giro , era colpa mia perchè ero debole.
se decidevo d'aiutare in casa (cosa insolita per un bimbo di 8/9 anni ) mi tirava via le cose dalle mani, perchè non sapevo fare niente e facevo solo guai.
ero bravino a giocare a calcio, e questo ovviamente era riconosciuto da chi mi vedeva, lui non mi guardava mai giocare.. ma era pronto a criticarmi immediatamente se sbagliavo l'unico passaggio della partita.
ero un asino, stolto , debole e incapace.. lui mi presentava cosi' al mondo.
quando qualcuno gli chiedeva di me, lui rideva e si metteva le mani in testa come avvilito e poi diceva " meglio che non te lo dico.. non è proprio figlio a me!" ed è terribile già cosi'.
crescendo il nostro rapporto è andato peggiorando, ormai non ci parliamo più da ottobre.
più e più volte in casa, siamo arrivati ad un palmo dal muso perchè volevamo darcele.. e io so perchè vorrei dargliele ma non ho mai capito perchè lui ad un certo punto ha cercato sempre più spesso il contrasto fisico oltre a quello verbale.
mi ha rovinato, in tutto.
sono ansioso solo a causa sua-
ho paura di fallire solo a causa delle sue pressioni.
e ora ,sono anche solo perchè lui mi ha messo ingiustamente fuori alla porta, m'ha cacciato.
cosi' dal niente.
mi chiedo, come può un padre disprezzare un figlio in questo modo?
  • 0

Identità
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 42
Iscritto il: 27/02/2017, 23:48
Località: Napoli
Citazione: Salendo le scale ieri sera ho incontrato un uomo che non c'era...
...nemmeno oggi lui è qua. Spero tanto che se ne andrà
Genere: Maschile

Storia dell'uomo che m'ha rovinato la vita.

Messaggioda BlackOcean » 12/01/2018, 13:34



è un uomo con l'occhio marcio che vede tutto marcio senza rendersi conto del suo stesso handicap, certe persone dopo una certa età sono impossibili, preferirei più rischiare di morir di fame da solo che vivere con loro diventando la loro pallina anti-stress....parere personale.
  • 1

Avatar utente
BlackOcean
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 45
Iscritto il: 27/05/2017, 19:10
Località: Taranto
Genere: Maschile

Storia dell'uomo che m'ha rovinato la vita.

Messaggioda Michele76* » 12/01/2018, 14:14



Credo che i padri che si comportano cosi' abbiano una qualche malattia mentale che li porta a farlo.
  • 0

Alto, attraente, intrigante, fantasioso, sensuale e sempre pronto a farle ridere: esattamente il mio opposto.
Avatar utente
Michele76*
Amico level eleven
 
Stato:
Messaggi: 510
Iscritto il: 22/02/2015, 21:03
Località: Lombardia
Genere: Maschile

Storia dell'uomo che m'ha rovinato la vita.

Messaggioda Ensō » 12/01/2018, 14:48



Posso farti una domanda? il rapporto con tua madre com'è?
  • 0

Avatar utente
Ensō
Amico level eleven
 
Stato:
Messaggi: 533
Iscritto il: 26/09/2016, 7:30
Località: Prov. Pavia
Citazione: La vita non è né brutta né bella, ma è originale.

"La coscienza di Zeno" Italo Svevo.
Genere: Maschile

Storia dell'uomo che m'ha rovinato la vita.

Messaggioda Identità » 12/01/2018, 15:19



Ensō ha scritto:Posso farti una domanda? il rapporto con tua madre com'è?


PURTROPPO PESSIMO.
con gli anni , si è dimostrata essere poco incisiva.
ha sempre cercato di rimanere neutrale, ma è totalmente sottomessa a papà
  • 0

Identità
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 42
Iscritto il: 27/02/2017, 23:48
Località: Napoli
Citazione: Salendo le scale ieri sera ho incontrato un uomo che non c'era...
...nemmeno oggi lui è qua. Spero tanto che se ne andrà
Genere: Maschile

Storia dell'uomo che m'ha rovinato la vita.

Messaggioda Ensō » 12/01/2018, 15:44



Identità ha scritto:
Ensō ha scritto:Posso farti una domanda? il rapporto con tua madre com'è?


PURTROPPO PESSIMO.
con gli anni , si è dimostrata essere poco incisiva.
ha sempre cercato di rimanere neutrale, ma è totalmente sottomessa a papà


Ti ho fatto questa domanda perché pensavo che si fosse innescato il meccanismo della gelosia in tuo padre, per cui nutriva questo sentimento per i buoni rapporti esistenti tra te e tua madre ...ma così non è.
Allora, a questo punto, conviene cambiar aria il più presto possibile.
  • 1

Avatar utente
Ensō
Amico level eleven
 
Stato:
Messaggi: 533
Iscritto il: 26/09/2016, 7:30
Località: Prov. Pavia
Citazione: La vita non è né brutta né bella, ma è originale.

"La coscienza di Zeno" Italo Svevo.
Genere: Maschile


Torna a Forum sulla Mancanza di Autostima, sulla Timidezza e sull'Insicurezza

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'