Inquinamento

Da "Nasa, scoperto un sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra"

Teniamoci aggiornati con gli avvenimenti che accadono quotidianamente nel mondo e commentiamoli postando il nostro libero pensiero.

Moderatore: Premio Nobel

Inquinamento

Messaggioda Adrien » 10/09/2017, 20:21



Scusa, le "persone tutto sommato in buona fede" chi sarebbero? Perché da un lato vedo persone che per ignoranza non erano in grado di comprendere cosa stava accadendo, dall'altro chi dolosamente e in malafede voleva che continuassero ad ignorare, ed era in grado d'influenzare a suon di miliardi politici e governi.
  • 0

Avatar utente
Adrien
Amico level eighteen
 
Stato:
Messaggi: 874
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Località: sul mare
Genere: Maschile

Inquinamento

Messaggioda Premio Nobel » 10/09/2017, 20:36



Con "persone in buona fede" mi riferisco alla maggioranza della popolazione mondiale, e quindi dei consumatori, che ad esempio hanno delle abitudini quotidiane tutto sommato "inquinanti" e che in realtà non sono nemmeno così irrilevanti (soprattutto dal punto di vista complessivo, sia per quanto riguarda l'inquinamento, sia per quanto riguarda il potere contrattuale nei confronti di questi petrolieri) che invece, nonostante abbiano potuto cambiare le proprie abitudini nel corso di questi 30 anni, continuano comunque a consumare e vivere in un modo inquinante.

L'attività di lobbying e corruzione, in realtà, è potente, ma non è potentissima: un esempio chiarissimo è il fumo. E' noto oramai da almeno 40 anni che il fumo faccia male e da almeno 15 anni è stato soppresso completamente la pubblicità e i divieti sul fumo sono stati estesi su tutta la società (mi riferisco in particolar modo alla realtà italiana ed europea), eppure il tabagismo non è stato per nulla soppresso - ciò non può essere spiegato soltanto dalla mala fede dei produttori di sigarette, ma evidentemente anche dai comportamenti individuali che possono essere stati anche perfettamente in buona fede (gioco, bravata, sentirsi grandi) ma che poi finiscono per avere effetti complessivi rilevanti. Un altro esempio è la diffusione delle automobili proprio in Cina (che ha conseguenze anche sul livello di inquinamento) - la nascita di una classe borghese con dei risparmi privati ha permesso l'acquisizione di autoveicoli in quella nazione; la maggiore numerosità di persone unita alla minore legislazione ambientale ha fatto si, ad esempio, che la Cina (soprattutto una decina di anni fa) divenisse il paese più inquinato del mondo.

A tal pro ti faccio una domanda a cui secondo me tu dai una risposta troppo generosa: secondo te quanto è grande il potere di un lobbista? oppure, qual'è il potere ed i limiti che hanno la corruzione?
  • 0

Avatar utente
Premio Nobel
Moderatore
 
Stato:
Messaggi: 878
Iscritto il: 12/07/2015, 17:37
Citazione: La filosofia è come la Russia, piena di paludi e spesso invasa dai tedeschi. (Roger Nimier).
Genere: Maschile

Inquinamento

Messaggioda Adrien » 10/09/2017, 20:42



Per citare Oreskes e Conway in "Merchants of Doubt": "small numbers of people can have large, negative impacts, especially if they are organised, determined and have access to power".
  • 0

Avatar utente
Adrien
Amico level eighteen
 
Stato:
Messaggi: 874
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Località: sul mare
Genere: Maschile

Inquinamento

Messaggioda Premio Nobel » 10/09/2017, 20:49



E' una tautologia - una "lobby" o "gruppo di pressione" è definito in economia pubblica un "gruppo di elettori (più in generale, di soggetti) organizzati tra di loro interessati a far deviare l'andamento politico del regolatore".

Seguendo comunque questa definizione, tutti i partiti, i sindacati, i movimenti sarebbero lobbies.
  • 0

Avatar utente
Premio Nobel
Moderatore
 
Stato:
Messaggi: 878
Iscritto il: 12/07/2015, 17:37
Citazione: La filosofia è come la Russia, piena di paludi e spesso invasa dai tedeschi. (Roger Nimier).
Genere: Maschile

Inquinamento

Messaggioda Adrien » 10/09/2017, 20:52



Premio Nobel ha scritto:E' una tautologia - una "lobby" o "gruppo di pressione" è definito in economia pubblica un "gruppo di elettori (più in generale, di soggetti) organizzati tra di loro interessati a far deviare l'andamento politico del regolatore".

Seguendo comunque questa definizione, tutti i partiti, i sindacati, i movimenti sarebbero lobbies.


Ma alla fine chi è più forte - economicamente - ha più peso e influenza. Tanto che troppo spesso i politici fanno gli interessi delle lobby (che finanziano anche le loro campagne elettorali) piuttosto che di coloro che li hanno eletti.
  • 0

Avatar utente
Adrien
Amico level eighteen
 
Stato:
Messaggi: 874
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Località: sul mare
Genere: Maschile

Inquinamento

Messaggioda Premio Nobel » 10/09/2017, 21:00



Ni ... in parte spiegato dal cosiddetto "ciclo del regolatore" (cioè prima dittatore benevolente, poi populismo, poi gruppo di pressione), ma soprattutto io credo si possa spiegare per altro - l'economia non si basa soltanto sui gruppi di pressione (in ultima istanza sul potere contrattuale) ma anche sulla produzione stessa, ovvero sia, sul fatto che quel prodotto almeno in parte un beneficio lo porti.

Ce ne sono moltissimi di esempi in cui colossi dei propri settori sono crollati perchè è rimasto loro soltanto il potere contrattuale e nessuna produzione: ad esempio Blockbuster, il quale era un colosso nel noleggio fisico dei film, crollato in meno di 10 anni sotto i colpi dell'informatica.

Anche per questo dico va bene considerare il lobbismo, ma non basta (tu stesso infatti suggerivi in passato che una difficoltà è rappresentata dal fatto che ad esempio non esista ad oggi una tecnologia alternativa al petrolio, e ciò non si spiega tanto per motivi di speculazione o di potere contrattuale, quanto piuttosto da motivi tecnologici e reali).
  • 0

Avatar utente
Premio Nobel
Moderatore
 
Stato:
Messaggi: 878
Iscritto il: 12/07/2015, 17:37
Citazione: La filosofia è come la Russia, piena di paludi e spesso invasa dai tedeschi. (Roger Nimier).
Genere: Maschile

Inquinamento

Messaggioda Adrien » 10/09/2017, 21:06



Ma chi ha impedito che si cercassero prima alternative al petrolio?
Comunque ormai è fatta, il sistema seguirà il suo destino... e noi con lui.
  • 0

Avatar utente
Adrien
Amico level eighteen
 
Stato:
Messaggi: 874
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Località: sul mare
Genere: Maschile

Inquinamento

Messaggioda Premio Nobel » 10/09/2017, 21:19



L'auto ecologica, comunque, in tutti questi 30-40 anni di ecologismo, non è stata ancora inventata, cioè comunque non esiste una alternativa valida e rapida al petrolio (magari in un futuro non prossimo si, ma non tanto per colpa dei petrolieri, ma perchè comunque il petrolio ha delle caratteristiche veramente difficili da replicare). Inoltre è un'arma a doppio taglio, in quanto aumentano, eventualmente, anche le possibilità di guadagno per uno che inventasse, ad esempio, una automobile completamente ecologica in quanto semplicemente se fosse stata inventata, non sarebbe bastato altro che introdurla sul mercato per spazzare via le auto a benzina che erano più inquinanti ed avevano un prezzo monopolista
  • 0

Avatar utente
Premio Nobel
Moderatore
 
Stato:
Messaggi: 878
Iscritto il: 12/07/2015, 17:37
Citazione: La filosofia è come la Russia, piena di paludi e spesso invasa dai tedeschi. (Roger Nimier).
Genere: Maschile

Inquinamento

Messaggioda Adrien » 11/09/2017, 9:03



"Auto ecologica" è un po' un ossimoro, con qualunque tecnologia la si concepisca, temo. Almeno finché qualunque persona sul pianeta si sente in diritto di possederne una o più, e di cambiarla ogni pochi anni. La quantità di risorse impiegate/sprecate in questo modo va molto al di là di quanto possa essere ritenuto "sostenibile". Non a caso ci sono Paesi del Nord Europa che scoraggiano il possesso privato di un'auto, ma questo comporta il ripensare totalmente la nostra mobilità quotidiana, partendo dalla struttura urbanistica delle città, per passare ai trasporti pubblici, alle varie forme di noleggio, a piste ciclabili degne di questo nome, e così via.
Oggi riesce semplicemente inconcepibile pensare di fare a meno di un'auto personale: uno dei motivi per i quali domani - una volta che i limiti delle risorse saranno evidenti - ci troveremo a piedi...
  • 0

Avatar utente
Adrien
Amico level eighteen
 
Stato:
Messaggi: 874
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Località: sul mare
Genere: Maschile

Inquinamento

Messaggioda Premio Nobel » 11/09/2017, 14:48



Noi non viviamo in paesi piccoli, tutto sommato pianeggianti e relativamente concentrati in poche città - è vero che l'urbanistica si è sviluppata nel 900 in orizzontale (e quindi a misura di macchina e non di pedone), ma ciò proprio perché viviamo da circa 70 anni nel secolo dell'automobile (prima ad esempio era il secolo della ferrovia) ... potrebbe comunque essere possibile un nuovo secolo "a bicicletta", ma fino ad ora non è possibile pensare di sopprimere completamente l'auto
  • 0

Avatar utente
Premio Nobel
Moderatore
 
Stato:
Messaggi: 878
Iscritto il: 12/07/2015, 17:37
Citazione: La filosofia è come la Russia, piena di paludi e spesso invasa dai tedeschi. (Roger Nimier).
Genere: Maschile

PrecedenteProssimo

Torna a MyHelp Notizie dal Mondo

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Reputation System ©'