Azolmen - crema per dermatomicosi

Azolmen - crema per dermatomicosi

Messaggioda Royalsapphire » 30/04/2016, 11:51



Decodifica codice MIF:
D - Dermatologici
D01 - Antimicotici per uso dermatologico
D01A - Antimicotici per uso topico
D01AC - Derivati imidazolici
441500 - BIFONAZOLO



Forma farmaceutica:
Crema, lozione, gel, e polvere all'1% per uso esterno.
Principio attivo: bifonazolo


Categoria terapeutica e proprieta':
Antimicotico ad ampio spettro.
Bifonazolo esplica la sua azione nei confronti di infezioni
sostenute da dermatofiti, saccaromiceti (lieviti), muffe ed altri
funghi patogeni, come ad esempio Malassezia furfur; e' inoltre
attivo contro alcuni germi Gram positivi quali il Corynebacterium
minutissimum, lo Staphylococcus aureus e lo Streptococcus pyogenes.


Indicazioni:
CREMA, GEL E LOZIONE.
Dermatomicosi sostenute da dermatofiti (ad es. tricofiti), da
saccaromiceti (ad es. Candida) e da altri funghi patogeni (ad es.
Malassezia furfur). Dermatosi da sovrainfezioni sostenute dai
suddetti funghi patogeni e da germi sensibili a bifonazolo.
Nell'ambito di queste affezioni sono comprese: micosi plantare e
interdigitale della mano e del piede (piede d'atleta); onicomicosi,
micosi del tronco e delle pieghe cutanee, pityriasis versicolor.
POLVERE.
Bifonazolo polvere e' indicato per la terapia di micosi umide della
pelle e delle pieghe cutanee soprattutto se localizzate in zone
abitualmente coperte o scarsamente aereate (ad esempio: dermatiti
da fasciatura, micosi interdigitale), nonche' come coadiuvante del
trattamento con bifonazolo crema, gel e lozione.


Controindicazioni:
Ipersensibilita' individuale verso il farmaco o verso i singoli
componenti.


Precauzioni di impiego:
L'impiego, specie se prolungato, di prodotti per uso topico, puo'
dare origine a fenomeni di sensibilizzazione che si manifestano con
arrossamento e prurito ; in tal caso, e' necessario interrompere il
trattamento ed istituire una terapia idonea. Ugualmente ci si
comportera' in caso di sviluppo di microorganismi resistenti.


Interazioni con altri farmaci ed altre forme di interazione:
Non note


Avvertenze speciali:
Gravidanza e allattamento
Nelle donne in stato di gravidanza e nelle primissima infanzia il
prodotto va impiegato solo in caso di effettiva necessita' e sotto
il diretto controllo del medico.
Effetti sulla capacita' di guidare e di usare macchinari
Il prodotto non influisce sulla capacita' di guidare veicoli e
sull'uso di macchinari


Posologia e modalita' d'uso:
CREMA, GEL E LOZIONE.
Salvo diversa prescrizione medica bifonazolo va applicato in
piccola quantita' sulle parti infette con un lieve massaggio una
volta sola al giorno, preferibilmente la sera prima di coricarsi.
Bifonazolo crema e gel sono elettivamente indicati per il
trattamento delle zone cutanee scoperte.
Bifonazolo gel, grazie al potere rinfrescante dei suoi componenti
risulta particolarmente utile nei casi in cui alla infezione in
atto sia associata una componente infiammatoria con sensazione di
bruciore e/o di prurito cutaneo.
Data l'elevata attivita' di bifonazolo e' di norma sufficiente
l'applicazione di una piccola quantita' (ad es. 1/2 cm. di crema o
gel) per coprire una superficie della grandezza di un palmo di
mano.
Bifonazolo lozione e' utile soprattutto per il trattamento delle
zone cutanee coperte da peli nonche' delle infezioni fungine in
corrispondenza delle pieghe cutanee, con eccezione delle mucose.
Bifonazolo crema, gel e lozione e' inodore, non macchia e puo'
essere facilmente asportato con acqua.
Ai fini di una completa guarigione e' indispensabile l'impiego
controllato e sufficientemente prolungato di bifonazolo.
Si consiglia comunque di non interrompere la terapia subito dopo la
scomparsa delle manifestazioni flogistiche acute e della
sintomatologia soggettiva, ma di attenersi ai seguenti tempi medi
di trattamento, a seconda del tipo di infezione, della estensione e
della localizzazione dell'infezione stessa:
tinea pedis 3 settimane
tinea corporis, tinea manuum, tinea cruris 2 - (3) settimane
pityriasis versicolor 2 settimane
candidosi cutanee superficiali 2 - (4) settimane
I tempi di trattamento indicati tra parentesi vanno riferiti a
forme, a giudizio del medico, particolarmente estese o resistenti.
POLVERE.
Le parti di cute interessate si possono cospargere con la polvere,
una o piu' volte al giorno, in rapporto al grado di umidita' ed
alla localizzazione delle micosi.
Bifonazolo polvere puo', su parere del medico, essere applicato
come coadiuvante della crema, del gel o della lozione (ad esempio:
al mattino polvere, alla sera crema, gel o lozione).
Bifonazolo polvere puo' essere cosparso, in caso di tinea pedis, in
scarpe e calze anche al fine di eliminare le condizioni di umidita'
e di evitare reinfezioni.
SOVRADOSAGGIO:
Non sono riportati casi di sovradosaggio


Effetti indesiderati:
Bifonazolo e' perfettamente tollerato.
Bifonazolo esplica un'attivita' terapeutica soltanto a livello
locale, per cui possono escludersi ripercussioni di tipo sistemico.
In rari casi possono insorgere un leggero e per lo piu' transitorio
arrossamento della pelle e piu' raramente prurito, senso di
bruciore ed irritazione che di norma scompaiono rapidamente.
  • 0

:tao: :rose: :mask: :luce: :home1:
Avatar utente
Royalsapphire
Admin
 
Stato:
Messaggi: 13233
Iscritto il: 12/11/2012, 18:07
Località: Svizzera
Occupazione: Farmacista e Counselor
Citazione: "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" (Gandhi)
Genere: Femminile

Azolmen - crema per dermatomicosi

Messaggioda Rorschach » 30/04/2016, 11:56



potrei provarlo, ne ho un po sul petto.
  • 0

Rorschach
Amico level ten
 
Stato:
Messaggi: 498
Iscritto il: 16/12/2013, 0:07
Località: Venezia
Genere: Maschile


Torna a Pomate, unguenti e cerotti transdermici

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'