Credete in Dio?

La fede, per chi è credente, rappresenta una colonna portante della vita. Che questo forum possa portare nuova luce, sia per chi ha fede sia per chi non ce l'ha. Nonché stimolare la discussione su questo tema. Ognuno potrà riportare le proprie esperienze, testimonianze, preghiere, dubbi.

Avete fede in Dio?

_Sì
56
24%
_Sì, ma cedevole
22
10%
_No, sono ateo/agnostico
88
38%
_No, credo solo in ciò che si può dimostrare
27
12%
_L'avevo, ora non più
29
13%
_Prima no, ma adesso sì
8
3%
 
Voti totali : 230

Credete in Dio?

Messaggioda Aliz » 27/08/2018, 2:07



Per quanto mi riguarda la "fede" non è credere in un essere invisibile come Babbo Natale. La fede è un sentimento, come l'amore. Come puoi provare l'esistenza dell'amore? È una parola astratta, ma lo senti con il cuore, come l'essere innamorati.
Personalmente sono cresciuta con la cultura cattolica come la maggior parte degli italiani, ma mi definisco semplicemente cristiana, in quanto credo in Dio, ma la Chiesa cattolica non mi rappresenta appieno e preferisco pregare per conto mio e a modo mio.
  • 0

Avatar utente
Aliz
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 4
Iscritto il: 21/08/2018, 0:32
Genere: Femminile

Credete in Dio?

Messaggioda TheDarkKnight » 29/10/2018, 23:58



Che voi sappiate è possibile (senza saperlo) finire sotto la protezione di un demone (custode) per godere di una presunta immunità al solo scopo di aver più tempo possibile per dargli l'occasione di prendersi la tua anima? :huh:

Se fossi religioso inizierei a credere che mi stia succedendo una cosa del genere. :facepalm:
  • 0

“Con suo disappunto, non poter scegliere il proprio percorso è la triste condizione dell’uomo. Gli è solo dato di scegliere come atteggiarsi quando il destino chiamerà sperando che non gli manchi il coraggio di rispondere”.

"...tu per loro sei solo un mostro come me..."

"Sono cambiato, mi sono abituato, sono un sopravvissuto."

"Se Dio non può sconfiggere il male allora non è onnipotente,
Se può sconfiggerlo e non vuole farlo allora Dio è malvagio,
Se invece non vuole e non può farlo allora perché chiamarlo Dio???"


"Ho provato a essere come loro. A vivere come loro. Ma finisce sempre nello stesso modo.Mi hanno portato via tutto."

"Combattere per sopravvivere, come se foste già morti; lottare per la vittoria, come se foste già sconfitti"

Immagine :shifty:
Avatar utente
TheDarkKnight
Amico level fifteen
 
Stato:
Messaggi: 718
Iscritto il: 27/11/2013, 14:50
Località: Inferno
Citazione: "Batman è l'eroe che Gotham si merita, ma di cui non ha bisogno in questo momento… Perché lui può sopportarlo… È un vigilante che vaga nell'ombra… È un Cavaliere Oscuro."
Genere: Maschile

Credete in Dio?

Messaggioda Nube di Oort » 02/11/2018, 23:28



agnostico convinto
  • 0

Avatar utente
Nube di Oort
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 17
Iscritto il: 07/09/2018, 21:04
Località: Padova
Genere: Maschile

Credete in Dio?

Messaggioda Tannhauser » 07/11/2018, 8:08



Ateo,non credo in niente.
  • 0

Tannhauser
Amico level four
 
Stato:
Messaggi: 165
Iscritto il: 16/10/2018, 23:27
Località: Pianeta Terra forse.
Citazione: E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
Genere: Maschile

Credete in Dio?

Messaggioda DanielaElettra » 07/11/2018, 22:12



Si, io credo in Dio e sono religiosa. Mi sono avvicinata alla fede qualche anno fa, quando ho avuto un episodio difficile, e pregare mi ha aiutata tanto. Tutt'ora, che non sempre è rose e viole, mi rifugio in chiesa a pregare e vado a messa per far del bene a me stessa. Avverto subito una sensazione di benessere :-)
  • 1

Avatar utente
DanielaElettra
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 29
Iscritto il: 06/11/2018, 0:58
Località: Brescia
Citazione: Il vero successo, è diventare la persona migliore che puoi essere.
Genere: Femminile

Credete in Dio?

Messaggioda Antonella La Guardia » 08/11/2018, 18:25



Sono agnostica convinta.
Dispostissima a cambiare idea: ne sarei più che felice.
La fede è un dono.
  • 0

Antonella La Guardia
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 7
Iscritto il: 18/10/2018, 17:00
Località: Veneto
Genere: Femminile

Credete in Dio?

Messaggioda Joker » 08/11/2018, 19:07



Dio ha davvero una qualche influenza nelle nostre vite? Io sono agnostico, almeno per ora. Sono più tendente a credere che dio non esista, credo di più nella scienza.
  • 0

I'm a kitchen sink, you don't know what that means. Because a kitchen sink to you is not a kitchen sink to me, ok friend?
Avatar utente
Joker
Amico level five
 
Stato:
Messaggi: 217
Iscritto il: 31/07/2018, 18:08
Località: Palermo
Citazione: In questo mondo terrificante, tutto ciò che abbiamo sono le connessioni che creiamo. Cit. Bojack horseman
Genere: Maschile

Credete in Dio?

Messaggioda Nexus » 13/11/2018, 18:26



Io ormai mi sento agnostico. Non sono nella posizione di poter escludere che esista, e neanche nella posizione di poter escludere che non esista. Certo, se dovesse esistere allora, almeno nel mio caso, non è che ci stia facendo una gran bella figura, visto come mi sta trattando :pazzo: XD
  • 0

Avatar utente
Nexus
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 24
Iscritto il: 19/10/2018, 0:52
Località: Cagliari
Genere: Maschile

Credete in Dio?

Messaggioda Teramene » 10/12/2018, 5:01



Mi sono reso conto da molto tempo che il confine tra credente, agnostico e ateo è molto più vago e indistinto di quanto credessi al principio. La definizione di ciascuno dei 3 concetti varia a seconda dell'angolatura dalla quale vengono esaminati. A mio giudizio queste angolature sono riducibili a due: quella filosofica e quella religiosa.
Da un punto di vista filosofico la distinzione è relativamente semplice. Il metro consiste nella negazione o meno dell'esistenza della (o delle) divinità. In quest'ottica solo l'ateo nega e deve per forza asserie "Dio non esiste". L'agnostico non sa e dunque non risponde. Il credente da una risposta positiva; ma attenzione può non essere corretto definirlo sempre "credente". Da un punto di vista filosofico è + corretto dire "deista". Infatti ammettere la sola esistenza di un Dio non comporta necessariamente la fede in una qualche confessione correlata. Molti filosofi illuministi erano ascrivibili a questa categoria: al di là della loro convinzione nell'esistenza di un creatore o di un demiurgo, avevano un approccio profondamente razionalista e materiale a tutto il resto.
In un'ottica religiosa la sfumatura tra i 3 concetti va incontro a notevoli variazioni. Non basta la sola fede nell'esistenza della divinità a fare di un deista un credente. Bisogna credere nella parola della divinità e quindi alla sua benevolenza nei confronti dell'umanità (prendo ad esempio i monoteismi). In questi termini è sufficiente non "credere" per essere atei; in tal caso il termine per me + appropriato è però "miscredenti". In base a queste congetture risulterebbe possibile l'esitenza di individui contemporaneamente deisti e miscredenti. Per queste ragioni sembrerebbe scomparire la categoria degli agnostici. Io credo che in termini religiosi si potrebbe almeno preservare questa definizione per coloro che rimangono profondamente dubbiosi e non hanno smesso di cercare una via d'uscita (possibilmente in positivo, cioè verso la fede).
Si può dedurre da tutto ciò che definirsi in uno dei tre modi porta inevitabilmente a contraddizioni alla luce dell'idea che gli altri si fanno dell'interessato.
Per chiarire ancor meglio il concetto che ho fin'ora esposto prendo me stesso ad esempio. In termini filosofici giudico la questione dell'esitenza di un Dio del tutto insensata. Altrettanto insensata sarebbe dunque x me una risposta positiva o negativa alla domanda cruciale. Non è dunque difficile dedurre che in un'ottica religiosa la categoria alla quale mi autoascrivo è quella dell'ateo (meglio ancora del MISCRDENTE); mentre in termini filosofici rimarrei agnostico, più precisamente "ignostico".
  • 0

Avatar utente
Teramene
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 68
Iscritto il: 02/12/2018, 0:44
Località: Rieti
Genere: Maschile

Precedente

Torna a Forum sulla Fede

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'