Sos bulimia e anoressia

Parliamo dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA), patologie sempre più diffuse nella nostra società. Anoressia Nervosa (AN), Bulimia Nervosa (BN), Disturbi dell'Alimentazione Non Altrimenti Specificati (DA-NAS o EDNOS), Disturbo da Alimentazione Incontrollata (Binge Eating Disorder, BED), Night Eating Syndrome, Orthorexia Nervosa, Reverse Anorexia.

Sos bulimia e anoressia

Messaggioda Audrey83 » 07/09/2019, 12:51



Salve ho 36anni.Scrivo perché ho bisogno di un consulto,di condividere il mio malessere. Da +di 3 mesi sono ricaduta nei miei problemi alimentari: i primi 2 mesi d'anoressia e da piú di 1mese ho perdite di controllo e poi cerco di ripristinare "il mio equilibrio" con metodi di compensazione:vomito autoindotto +di 2 volte al giorno o digiuno..cerco di non cadere ma poi perdo la lucidità.In verità le mie abbuffate non sono vere e proprie "abbuffate"(non saprei dirlo perché io so che si parla di grandi quantità di cibo, e x me soggettivamente lo sono ciòe quanto basta a farmi sentire malissimo, in colpa e aver la voglia di eliminare tutto).Credo di avere anche difficoltà a rendermi conto della mia attuale forma fisica,tutti cercano di dirmelo,quasi cercano di farmi paura perché ho perso 20kg ma nonostante vestiti di taglie +piccole e la bilancia(su cui salgo parecchie volte al gg)mi facciano notare la differenza io mi sento sempre la stessa, sento " il peso del mio peso" addosso e vedo parti che noto piú grandi, quanto invece logicamente dovrebbero risultarmi piu sottili.Sono consapevole ed sento il bisogno di chiedere aiuto ma poi alla fine non riesco a fare un passo, ho paura di non risolvere niente,di allarmare la famiglia,di sentirmi ancora piú un problema e più inutile di quanto gia mi sento(sentendo spesso il desiderio di non vivere più).Convivo con il mio fidanzato cerco di non far capire né pesare niente ma lui in un certo senso si rende conto ma cerco di non far apparire la gravità del mio malessere(che negli anni si é sempre in qualche modo trasformato da periodi di Dca, crisi di panico a "lieve" depressione.Succede quando son sola a casa, poi a cena non mangio o aspetto che si addormenti o si distragga x andare in bagno. Mi sento sola,non compresa, abbandonata da tutti.Non riconosco il mio valore, né la mia utilità, sento di non poter offrire nulla a nessuno ( non riesco neanche a trovare lavoro, sono laureata con indirizzo sanitario ed oltre a riuscire finalmente a sentirmi realizzata ed utile vorrei poter contribuire alle spese della mia famiglia composta da me e il mio conpagno che è ferma lì senza prospettive per il futuro, questa mia incapacità a farmi notare sul lavoro mi fa sentire rinchiusa in questa scelta del passato e non riesco a trovare altra via, né in parte mi sembra giusto dopo anni di studio. I miei DCA cmq iniziano a 17 anni( con anoressia) vanno e vengono o forse son sempre con me mentalmente e si allontanano fisicamente. Negli ultimi 3 anni ho avuto un periodo difficile in cui ho "imparato" a usare metodi di compensazione (occasioni sporadiche) in cui mi sono provocata pure dei tagli e visto che ero arrivata al fondo ci sono stati dei cambiamenti nella nostra vita che hanno risollevato le sorti di quel periodo.Sono consapevole che dovrei cercare aiuto ma ho paura, non posso affrontare dei costi x i professionisti e gravare ancor+ sull'unica entrata in famiglia, né vorrei dare sempre problemi a casa.Non riuscirei a dire a voce alta a chi mi vuol bene: famiglia,amiche cosa vivo,non credo che qualcuno possa aiutarmi.Grazie
  • 0

Audrey83
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 2
Iscritto il: 07/09/2019, 12:38
Citazione: "Possano tutti gli esseri viventi restare liberi dal dolore".
Genere: Femminile

Sos bulimia e anoressia

Messaggioda Einstein » 07/09/2019, 16:25



Esattamente che rapporto c'è col tuo compagno?
Lo ami? Sei sicura?
  • 0

Avatar utente
Einstein
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 1355
Iscritto il: 12/11/2014, 10:11
Località: italia
Genere: Maschile

Sos bulimia e anoressia

Messaggioda Audrey83 » 07/09/2019, 18:01



Si, nonostante le nostre differenze penso sia normale essere diversi, io lo amo da morire. In un unica cosa avrei voluto fosse stato diverso e che in un certo modo mi fa soffrire ( amore per gli animali simile a me che è tot e in un certo senso mi limita ad essere me stessa) , ma di certo non è lui la fonte dei miei problemi piú intimi. Abbiamo una buon rapporto molto forte. So che mi capirebbe e sarebbe un sostegno per me come in passato ha dimostrato ed io x lui. Sono indecisa se gravare ulteriormente i nostri momenti di difficoltà, lui lavora giorno e notte per noi ed io mi sento in colpa nel portare solo problemi, lo voglio proteggere da tutto cio.
Sento che il problema che grava maggiormente risale alla mia famiglia d'infanzia al passato, al presente, ai rapporti attuali con ogni conponente , alle loro mancanze e per la mia sensazione di smarrimento, solitudine. Posso contare solo su me stessa anche se con mia mamma ho un rapporto molto profondo e a volte mi capisce anche senza parlare per altro non sento di poter contare su di loro. A 17 anni avevo palesemente problemi alimentari ma loro non capivano... Ho sempre avuto addosso sensi di colpa, responsabilità, bassa autostima che per ora ha il suo massimo. Vorrei contare su di me ancora una volta ma mi sento smarrita, inutile, non credo piu in me stessa e tanto vale non vivere. Nessuno capisce cosa sto vivendo forse perché sono brava a nasconderlo anche se mi sono sempre considerata una persona trasparente ma x ora le bugie che escono dalla mia bocca non mi sono mai appartenute. Mento sempre ( riguardo al cibo) e mi sento male perché almeno al mio fidanzato non vorrei e mi sento in colpa. Ma la paura di una decisione e di non essere capita è piu forte della mia voglia di aprirmi e trovare un sostegno un aiuto in lui. Sta volta ho paura tutto ciò che non potrei sopportare in questo momento è sentirmi dire di essere un problema.
  • 0

Audrey83
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 2
Iscritto il: 07/09/2019, 12:38
Citazione: "Possano tutti gli esseri viventi restare liberi dal dolore".
Genere: Femminile


Torna a Forum di aiuto su Disturbi dell'Alimentazione

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron
Reputation System ©'