Voglia di cambiare

Quando la voglia di cambiare c'è, ma gli ostacoli non sono pochi e serve una spinta, che fare?

Parliamo dei Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA), patologie sempre più diffuse nella nostra società. Anoressia Nervosa (AN), Bulimia Nervosa (BN), Disturbi dell'Alimentazione Non Altrimenti Specificati (DA-NAS o EDNOS), Disturbo da Alimentazione Incontrollata (Binge Eating Disorder, BED), Night Eating Syndrome, Orthorexia Nervosa, Reverse Anorexia.

Voglia di cambiare

Messaggioda Eleonora.M » 13/03/2020, 12:57



Ciao a tutti,
Sono Eleonora, ho 21 anni e non ho un buon rapporto col mio corpo e col cibo.

Tutto è iniziato quando ero un primo superiore, potevo avere 14 anni. Periodo certamente burrascoso: oltre ai normali problemi adolescenziali, i miei si stavano separando e mia sorella si è dovuta ricoverare per problemi psicologici. Non so ben individuare che emozioni io abbia provato, ricordo solo che volevo a tutti i costi essere felice, forte e magra.
Non mi sentivo a mio agio col mio corpo, mi vedevo così grossa, e decisi di iniziare a dimagrire: iniziai a mangiare poco.
Mia madre si accorse del cambiamento e mi fece parlare con una psicologa, ma quello fu l'unico incontro che feci con lei perchè non volevo parlare di nulla e, inoltre, mia madre era presente quindi non avrei potuto dire nulla di quello che avevo in mente. In quell'occasione, la psicologa chiese a mia madre se facessi uso di lassativi o altri metodi per eliminare il cibo. "Ottima idea!" pensai. Così iniziai a vomitare e a far uso di lassativi.
Così è iniziato il tutto.

Negli anni successivi la situazione si è calmata: ho mangiato regolarmente, non ho preso più lassativi e non vomitavo più, tranne in alcuni casi o brevi periodi. Ho iniziato però a ingurgitare cibo solo per sentirmi meglio, per cercare di soddisfare qualche mio desiderio, qualcosa che in quel momento mi faceva provare malinconia o tristezza. Anche se mi strafogavo non cercavo di eliminare il cibo, ma solo perchè stando a casa non potevo, ero controllata.

Da un paio di mesi sono una fuori sede e la situazione è un po' cambiata: quando mi strafogo, vomito.
A me questa situazione non va più bene. Voglio stare bene.
Ho fatto dei miglioramenti: mi sono accorta che mangio in modo incontrollato soprattutto se sono davanti ad uno schermo (pc o tv) e quindi non riesco bene a fare attenzione al mio senso di fame, sono diventata, tra l'altro, più consapevole del mio senso di sazietà e, in alcuni casi, riesco a non abbuffarmi perchè mi rendo conto che non è quello che mi serve.
Inoltre, ho iniziato a fare attività fisica in modo abbastanza regolare, seguendo il metodo kaizen.

Io ci sto provando. Provo a migliorarmi e a migliore la mia vita.
Ma delle volte, tipo ieri, ci ricasco. E' un sali e scendi continuo. Ho fatto dei passi avanti, ma ancora sono qui...
Delle volte mi sento davvero sconsolata e sento di avere il bisogno di un sostegno.
Ecco perchè ho deciso di iscrivermi a questo forum: credo che parlare con qualcuno che sappia cosa provo o cosa ho provato possa essere utile. Inoltre, mi piacerebbe sapere se potete darmi dei consigli, dei pareri...
Voglio migliorare. Voglio migliorare.
Vi chiedo una mano.

Grazie in anticipo.
Eleonora.
  • 1

Eleonora.M
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 13/03/2020, 12:27
Località: Torino
Citazione: E' con tanti piccoli colpi che si abbatte un grande albero
Genere: Femminile

Voglia di cambiare

Messaggioda Hirschkuh » 13/03/2020, 14:19



Ciao Eleonora. Dici che quando tua madre ti fece andare da una psicologa non volevi parlare di nulla, ora forse il momento per parlare è arrivato. Sei molto forte perché hai fatto enormi progressi da sola, capirsi e agire di conseguenza non è semplice. Però capita di non riuscire a risolvere tutto da soli, quindi il mio consiglio per fare quel passo in più per giungere ad avere un rapporto sano col cibo, a monte, è provare a parlarne con un terapeuta.
Anch’io ho avuto sempre un pessimo rapporto col mio corpo e col cibo. È un mesetto che ho smesso di vomitare, ma comunque sto soffrendo abbastanza. Non riesco ad avere una alimentazione regolare perché non riesco a mantenere un saldo controllo. Oggi ho cominciato con lo sport in casa, vediamo come va!
Io sono in terapia per altri motivi, ma dal punto di vista del disturbo dell’alimentazione sono proprio nella fase in cui non voglio parlarne, al momento voglio gestire la cosa come dico io (sbagliato, lo so!). Tu invece dici di voler cambiare, hai tutto il mio sostegno!
  • 1

Avatar utente
Hirschkuh
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 60
Iscritto il: 18/04/2019, 22:02
Località: Italia
Genere: Femminile

Voglia di cambiare

Messaggioda Eleonora.M » 13/03/2020, 15:40



Hirschkuh ti ringrazio tantissimo per il tuo sostegno, credimi mi dà conforto!
In realtà ho contattato il centro di ascolto dell'università, ma per adesso è chiuso e c'è una lista di attesa da rispettare.

Comunque, ti auguro veramente che tu possa risolvere ogni tuo problema. Lo spero per tutti noi.
Molte volte la gente non si accorge di quanto dobbiamo lottare in ogni singolo momento e svaluta gli sforzi, visibili o meno, che facciamo.
Ma l'unione fa la forza e credo che questo forum sia molto d'aiuto.

Grazie.
  • 0

Eleonora.M
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 13/03/2020, 12:27
Località: Torino
Citazione: E' con tanti piccoli colpi che si abbatte un grande albero
Genere: Femminile

Voglia di cambiare

Messaggioda L'Astronomo Incompreso » 15/03/2020, 19:28



Ciao Eleonora :)
Ti stimo perche' lotti, e non e' facile lottare, molti (a volte e' successo anche a me) si buttano giu' cosi tanto e rinunciano di lottare! Questo e' molto ma molto brutto, soprattutto perche' una volta che rinunci di lottare diventa tutto piu' difficile! Non considerare inutile il fatto di essere ancora a questo punto, anzi vedi i latti positivi, il fatto che non molli! Ci vuole tempo, a volte anche un periodo consistente prima di vedere i primi grandi miglioramenti! Io sono certo che se continui a lottare, e ti rialzi quando cadi andra' sempre meglio. Le cadute ci stanno e ci saranno, li devi mettere in conto, vale per te come vale per me, come per tutti. Spero di essere stato un po' d'aiuto, nel mio piccolo. Altri consigli non te ne so dare perche' la mia situazione e' diversa dalla tua. Forse potresti evitare la TV ma capisco che in giorni come questi e' difficile persino no guardare la TV visto che non si puo' uscire.
  • 0

Avatar utente
L'Astronomo Incompreso
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 9
Iscritto il: 15/03/2020, 18:35
Località: Europa
Citazione: Quando smetti di chiedere aiuto e' il momento di preoccuparsi davvero.
Genere: Maschile

Voglia di cambiare

Messaggioda Loffio » 16/03/2020, 1:12



Credo che hai avuto la sfortuna di incappare in una psicologa sbagliata: doveva ascoltarti da sola, doveva allontanare tua madre. E il fatto che tua madre stessa abbia voluto essere presente, la dice lunga...
Comunque, l'aiuto di un professionista è importante, anche perchè hai una gran voglia di lottare ma da sola rischieresti di farlo nel modo sbagliato e di sprecare quindi molte energie nel senso sbagliato e quando dovrai poi lottare con l'aiuto di una figura competente, sarai spossata e mollerai il colpo. Pensaci.
  • 0

Avatar utente
Loffio
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 64
Iscritto il: 27/01/2020, 17:23
Località: In giro
Citazione: Se perdi l'occasione, la fortuna ti volta le spalle
Genere: Maschile

Voglia di cambiare

Messaggioda Eleonora.M » 16/03/2020, 15:35



Ringrazio tutti quanti per l'appoggio e i consigli che mi avete dato, se potrò mi farà piacere ricambiare.
Anche io credo che l'aiuto di un professionista sia essenziale, quindi aspetterò che il centro universitario riapra. Nel frattempo continuerò a lottare, consapevole che ci sono persone, come voi, che mi capiscono e mi sostengono.
Grazie di cuore.
  • 0

Eleonora.M
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 13/03/2020, 12:27
Località: Torino
Citazione: E' con tanti piccoli colpi che si abbatte un grande albero
Genere: Femminile

Voglia di cambiare

Messaggioda Joker » 17/03/2020, 21:00



Ciao Eleonora. Innanzitutto complimenti per il coraggio nell'aver esposto tutto questo, anche se in un sito con l'anonimato non è comunque facile aprirsi su questi argomenti.
Comunque, i problemi col cibo sono una cosa seria, c'è gente che ci si rovina la vita per molti anni, così come c'è gente che impara a gestirsi e a superare questi problemi. Hai di sicuro un percorso travagliato col cibo, sembra che ti affligga da molti anni, ma da quello che leggo sembri davvero tanto intenzionata ad uscirne del tutto. Con questo atteggiamento sono sicuro che puoi farcela :)
Credere in sé stessi è il primo passo e la cosa migliore che tu possa fare. Anche se qualche volta ci ricadi non è la fine del mondo, ricordati che puoi sempre migliorare e la prossima volta cerca di resistere di più. Non ti dico altro perché è un percorso molto personale e che quindi dovrai gestirti a modo tuo, ma anche se sarà difficile non arrenderti, pensa a te stessa e al tuo bene e il resto verrà da sé ;)
  • 0

I'm a kitchen sink, you don't know what that means. Because a kitchen sink to you is not a kitchen sink to me, ok friend?
Avatar utente
Joker
Amico level eleven
 
Stato:
Messaggi: 509
Iscritto il: 31/07/2018, 17:08
Località: Palermo
Citazione: In questo mondo terrificante, tutto ciò che abbiamo sono le connessioni che creiamo. Cit. Bojack horseman
Genere: Maschile


Torna a Forum di aiuto su Disturbi dell'Alimentazione

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'