Bullismo: perdonare o vendicarsi?

domanda da un centesimo

Ci rivolgiamo a tutti coloro che sono arrabbiati e vogliono sfogare la propria rabbia per eliminarla in modo innocuo, grazie allo sfogo scritto.
Questo forum accoglie anche le vittime di bullismo e cyberbullismo e spera che chiunque venga carico di odio possa con lo sfogo allontanare da sé questo sentimento.

Perdono o vendetta?

-Perdono.
6
27%
-Vendetta!!!
16
73%
 
Voti totali : 22

Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda Azue » 02/01/2016, 16:38



M'ha... ci ho riflettuto tante volte su questo argomento "perdono o vendicarsi"... molte cose le ho perdonate quando ero più giovane, ripensandoci ora da ragazza più grande diciamo che son state cose da "ragazzini", mettiamo l'incoscienza dell'età e ci sono pure passata sopra anche se ha fatto male a quel tempo. Ma oggi essendo più grande con una mia intelligenza più matura certe cose che magari mi vengono fatte oltre ad essere un livello molto più pesante di bullismo su di me e in generale, ecco non le posso perdonare. Ovviamente varia da caso a caso in base a quello che succede.
Il bullismo fatto da grandi e da chi fa l'insegnante di ragazzi grandi, che dovrebbe essere il primo a comportarsi a modo, con rispetto ecc.. ecc.. non lo posso ne tollerare ne perdonare. Io oggi non perdono e preferisco la vendetta in piccole cose, poi quel che sarà sarà, intanto mi prendo le mie piccole soddisfazioni.
Tanto si sa che comunque sia l'erba cattiva non muore mai. :nonono:
  • 0

Avatar utente
Azue
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 28
Iscritto il: 26/11/2015, 12:02
Località: Lazio
Genere: Femminile

Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda Kiwi42 » 30/09/2016, 23:53



Sono portata verso la prima (perdonare) in caso di bullismo messo in atto da ragazzini, spesso (non sempre, ok) poco consapevoli anche a causa della giovane età, per quanto la gravità del gesto pesi. Tollero molto meno, invece, quello tra adulti, per non parlare di quando gli atti di bullismo sono da adulti verso persone più giovani (fin troppo frequente, purtroppo). Imbarazzante a livello di (non) progresso sociale.

E' che la vendetta, il più delle volte, non pare aver senso. Penso che l'evoluzione migliore per una vittima di bullismo sia riuscire a elaborare l'accaduto diventando più forte, e, in definitiva, un buon adulto. Tenere dalla propria la capacità di leggere fra le righe, di prevenire certe dinamiche.
Purtroppo questo non accade sempre, e a volte chi ha subito bullismo sfoga la frustrazione verso i più deboli, ripetendo la storia, con l'aggravante di dover avere un minimo di consapevolezza dalla propria.
  • 0

Avatar utente
Kiwi42
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 80
Iscritto il: 27/07/2014, 13:45
Località: Milano
Genere: Femminile

Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda Gemini » 02/10/2016, 14:54



Per mia esperienza personale ho sempre perdonato, ma mi sono anche vendicato in minima parte. Ovviamente mai alzando le mani.

E' sempre stata una vendetta a livello di vita. Vedere una determinata persona che durante la scuola faceva il bullo, ridotto a pulire i cessi ( che è un lavoro umile per carità, ma secondo le sue stime avrebbe fatto l'ingegnere), non ha prezzo. Gli ho solo detto "ehi, come va?". Penso che fosse più che dovuto fare una domanda così retorica pur di provare un minimo di soddisfazione personale.

Per tutti gli altri casi ho perdonato la maggior parte. Altri invece sono semplicemente spariti o morti, non ne ho idea XD

Quindi per quanto mi riguarda va benissimo perdonare, ma se c'è ne la possibilità, una vendetta per come l'ho descritta io non fa male a nessuno, anzi :)
  • 0

"Io sono tu e tu sei me"
Avatar utente
Gemini
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 30
Iscritto il: 29/09/2016, 0:38
Località: Bari
Citazione: "Verba Voltant Scripta Manent"
Genere: Maschile

Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda giovannipa93 » 28/10/2016, 8:07



Li perdonerei ma non vorrei comunque piu vederli.
Si cresce e si va avanti però le cicatrici del loro operato sono indelebili
  • 1

giovannipa93
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 7
Iscritto il: 21/10/2016, 12:03
Località: Palermo
Genere: Maschile

Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda Zeit » 03/11/2016, 23:58



Credo che io non li perdonerei mai.Mi hanno fatto troppo male.Alcuni quando mi ricapita di ri vederli purtroppo! per loro provo disprezzo.Causa loro ho mutato il mio carattere in peggio.Sono molto vendicativo cosa che prima non ero,anche la minima parola la misuro con la bilancia per paura di non offendere nessuno.Di certo costoro sono dei perdenti è l'unica risposta non passa giorno che gli auguro le peggio cose e auguro per chi farà la loro conoscenza di evitarli come la peste prima che sia troppo tardi di danni ne hanno già fatti abbastanza.Vendetta certo e assai spietata
  • 1

Avatar utente
Zeit
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 10
Iscritto il: 03/11/2016, 23:15
Località: Parma
Genere: Maschile

Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda samhaim » 04/11/2016, 14:01



se l'omicidio fosse possibile senza ripercussioni legali sarebbe la via migliore, anche la tortura avendone la voglia
  • 2

Avatar utente
samhaim
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 1179
Iscritto il: 21/02/2015, 21:35
Citazione: sono la rovina della mia vita solo un malato poteva rovinarsi come ho fatto io
Genere: Maschile

Re: Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda Faqir » 05/11/2016, 0:38



Ho subito poco bullismo, ma nei confronti dei bulli, anche se si è trattato di episodi sporadici, provo sentimenti di vendetta.
Come ho pensato (e penso) di vendicarmi? Con la violenza, estrema violenza.
  • 0

Immagine
Avatar utente
Faqir
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 55
Iscritto il: 19/10/2016, 21:51
Località: Sotto il mare
Genere: Maschile

Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda gnocco75 » 06/02/2017, 18:49



Salve a tutti. Anche se negli ultimi anni l'argomento bullismo è diventato di moda, se ne parla più o meno seriamente nei talk e nei telegiornali, pur essendone stato vittima in passato, lo percepisco come una cosa lontana. Alla veneranda età di 42 anni (quasi, manca ancora più di un mese dai), convivo da diversi anni con la mia compagna, faccio un lavoro che più o meno mi piace, mi permette di guadagnare abbastanza bene e a parte dei lutti famigliari recenti, direi che mi va tutto abbastanza bene.
Ieri pomeriggio, in modalità scazzo totale mentre leggevo una rivista di Retrogame (in realtà credo la inglese Retrogamer sia l'unica :)), mi sono ricordato di un mio compagno di elementari che fu dotato dai suoi genitori di un computer ZX Spectrum. Eravamo abbastanza legati, ma a causa del mio cambio di residenza quando andavo in quarta elementare ci siamo persi di vista e sono passati più di trent'anni. Ora considerate che il tizio in questione non lo ricordo molto sveglio, anzi era legatissimo alla madre e dirò di più, ricordo di averlo incontrato nel periodo delle superiori (almeno seconda), o meglio di essere stato fermato dalla madre che mi riconobbe, che accompagnava il figlio a scuola, lui non disse una parola, fu la madre ad aggiungere che non era molto contento della scuola scelta, questa scena mi fece credere che il ragazzo avesse qualche problemino. In ogni caso, vado su FB incuriosito dal fatto di come potesse essere oggi e a giudicare dal profilo mi sembra che stia abbastanza bene. Ha delle idee politiche molto forti (un comunista convinto, non l'avrei mai detto), frequenta delle donne, anche se pare single. Decido di vedere chi tra le amicizie e vedo molte altre persone che venivano alle elementari con me, una che p*rca miseria ma quanto è diventata è donna, trovo la bimba che mi piaceva oramai diventata madre e poi chi vedo? Il mio incubo, il mio aguzzino delle elementari. Non avevo più pensato a lui da trent'anni. Ora considerate che nella mia classe, per quel che posso ricordare, non ci sono mai stati grossi problemi. Nessuno aveva problemi, le famiglie di tutti erano presenti e anche il mio "aguzzino", non aveva grossi problemi, era tra i primi della classe, categoria a cui appartenevo anche io, eppure questo allora ragazzino riuscì a rendermi quel periodo un inferno. Ed è incredibile, ho ripensato al nomignolo che mi affibbiò, con cui poi quasi tutti in classe mi chiamavano e la cosa mi ha infastidito. Non è un gran postatore su FB, ha qualche foto in solitaria con il cane, da quel che ho capito è laureato anche se non sono riuscito a capire di cosa si occupa, ma credo sia single. Di aspetto sembra incredibilmente uguale a com'era da piccolo, ma anche una persona pacata e silenziosa. Non tutti lo seguivano nelle sue angherie, ma nessuno si permetteva di essere dalla mia parte, anche il compagno di cui sopra con cui ero legato, finì per chiamarmi con quel nomignolo che odiavo. Pochi giorni prima di trasferirmi, credo un giorno di aver urlato un "Bastaaa" con tutta la rabbia che avevo in corpo e di aver spaventato un po' di compagni, compreso uno dei suoi "lacché", che quando l'insegnante sorpresa chiese cos'era successo, indicò immediatamente "il mio aguzzino".
Sono stato a un passo da aggiungere su FB questi ex-compagni di classe, per magari provare a organizzare una cena di rimpatrio, eppure mi sono bloccato. E se risaltasse nuovamente fuori quel nomignolo, anche solo riparlando di allora? E in quel momento mi sono immaginato a spaccargli il naso e non credo proprio che resisterei. Considerate che fino al periodo adolescenziale ho sempre subito un po' di bullismo, vuoi perché ero bruttarello (in particolare una ragazzina me lo diceva, ma non mi faceva ne caldo e ne freddo, anzi ribattevo) e magro, alle medie anche qualche pugno, ma era una cosa diversa o forse il ricordo è diverso perché comunque quelle persone le ho riviste anche in tempi recenti e molti di loro non se la passano per niente bene, la ragazzina di cui sopra oggi madre è ridotta letteralmente sul lastrico tanto che fino a qualche anno fa so che si era ridotta a vivere in una roulotte, ma la cosa delle elementari è incredibile dopo tanti anni mi ha infastidito davvero.
  • 0

gnocco75
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 1
Iscritto il: 06/02/2017, 17:30
Località: lamia
Genere: Maschile

Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda kathellyna » 06/02/2017, 18:53



gnocco75 ha scritto:[...]

benvenuto.
  • 0

.
Avatar utente
kathellyna
Moderatore
 
Stato:
Messaggi: 7570
Iscritto il: 06/12/2012, 20:33
Genere: Femminile

Bullismo: perdonare o vendicarsi?

Messaggioda Gabriele89 » 20/03/2017, 10:59



Ciao! io penso che i bulli siano solo delle persone che hanno paura e si sfogano su chi vedono più debole di loro, proprio come tante volte qualucno ha fatto con loro.. distruggere un bullo è molto più semplice di quanto si pensa.. non serve alzare le mani, non serve arrabbairsi.. solo dirgli le cose in faccia e soprattutto.. dire.. vuoi rubarmi i soldi?.. no sto c***o..vuoi prendermi in giro?? fai pure..tanto le tue sono parole dettate dalla paura.. perche tu bullo hai una paura fottuta del mondo in realtà.. e io invece non ho paura.. puoi farmi quello che vuoi..prendimi a botte, fai questo quello.. ma non mi arrendo..e se esageri te lo do io un pugno che per un pò te ne stai buono.. (situazione anche già successa.. io ero un bullo al contrario.. picchiavo i bulli che davano fastidio XD ma è stato tempo fa..) io penso questo..anche essere fortii moralmente, senza paura può innescare paura nell'altro..
  • 0

Gabriele89
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 8
Iscritto il: 20/03/2017, 10:12
Località: Calabria
Citazione: Nulla è perduto o impossibile se ci credi..
Genere: Maschile

PrecedenteProssimo

Torna a Forum sul Bullismo, sulla Rabbia e sull'Odio

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'