Amicizia recuperabile o no?

"Chi trova un amico trova un tesoro". Parliamo del nostro modo di metterci in relazione con i nostri amici e, in generale dei problemi tipici delle relazioni sociali.

Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda Paki » 06/10/2018, 16:05



Ciao a tutti. Sono nuovo, avrei molte cose da dirvi...
Mi chiamo Pasquale e ho 22 anni. Voglio chiedervi un parere riguardo questa situazione, vi ringrazio in anticipo.
Non so se è la sezione giusta. Mettetevi comodi...
Parto dicendo che sono gay e che solo da pochi mesi ho cominciato a sentire il bisogno di conoscere altri ragazzi come me, per confrontarmi e sentirmi veramente accettato. Utilizzando Grindr, mi contatta un ragazzo della mia città con il quale si crea un bel rapporto, chattiamo molto spesso durante le giornate (cosa che non faccio mai perché sono molto timido) ed è sempre molto piacevole chiacchierare con lui. Nessuno dei due cercava una relazione, almeno non apertamente. In questo periodo era lui a cercarmi o a "guidare la conversazione" e a compiere praticamente tutti i vari passi, fino alla richiesta di uscire. Io temevo che lui volesse una relazione: è stata la prima volta che ho fatto tutto ciò, non mi sentivo pronto. Lui lo sapeva, infatti era disponibilissimo a parlare di qualsiasi cosa riguardasse l'omosessualità, mi ha spiegato molte cose e con il passare del tempo non ha avuto problemi a raccontarmi cose anche molto intime, sempre con lo scopo di "istruirmi". Ci prendiamo il caffè e passiamo una bella serata. Dal vivo però mi ha un po' deluso esteticamente. Nei giorni successivi pensavo di doverlo allontanare perché se già avevo timore della relazione, l'aspetto estetico "insoddisfacente" non può che peggiorare le cose; Mi sarei sentito uno str***o però a comportarmi così, decisi quindi che finché il mio è solo un sospetto, vado avanti. L'amicizia migliora ancora di più, chattiamo per giornate intere e ci prendiamo in giro a vicenda. Posso dire che - per quello che è durata - è la più bella che abbia mai avuto.

Ad un certo punto però, dopo circa un mese e mezzo, le cose cambiano. Comincia a snobbarmi con la scusa della stanchezza per via del caldo e dello studio. A ferragosto ero lontano da casa, in un paesello di 3000 anime. Contatto il mio amico per avere un po' di compagnia e chiedergli come stesse passando il ferragosto. Mi risponde dicendo che gli sta andando bene, perché ha incontrato un ragazzo con il quale si sentiva da due settimane e si stava innamorando. Io non me la prendo assolutamente, gli chiedo solo se saremmo rimasti amici anche nel caso si fosse fidanzato. (Ho fatto questa domanda perché ero reduce di un amicizia finita esattamente così). Mi risponde dicendo di sì che non c'è nulla di male. Intanto però riprende a snobbarmi più di prima. Lo invito a prendere un caffè quando torno in città e accetta. Era molto meno scherzoso del solito, ma comunque parliamo tranquillamente e lui continua a darmi consigli come faceva di solito. Colgo l'occasione di un consiglio datomi per utilizzarlo in quel momento con lui: gli chiedo di nuovo perché si comportasse così. Risposta: "Quando conosco un ragazzo faccio sempre così, è solo un periodo e poi mi passa, tranquillo." Nel pomeriggio non ci sentiamo. La sera smonto dal lavoro e gli racconto la giornata lavorativa, come facevo di solito. Ad un certo punto vedo sparire la propic di whatsapp. Aveva cancellato il mio numero, ma continuava a rispondermi. Fingo di non averlo capito, gli segnalo il problema e gli chiedo spiegazioni. Risponde ipotizzando che sia dovuto a un aggiornamento che aveva appena fatto (stronzata). Lo invito ad andare in qualche posto la mattina dopo. Immaginavo già il rifiuto, ma tento comunque. Visualizza e non risponde. Preso dallo sconforto esco allo scoperto: gli dico che questo suo atteggiamento mi ferisce e che non so cosa provo, ma adesso miei sentimenti vanno oltre l'amicizia. Risponde chiedendomi scusa, ammettendo di essersi comportato male e dicendo che sarebbe stato meglio allontanarci per un po', che lui è preso da un'altra persona. Ero già pronto al rifiuto, infatti non è questo ad avermi ferito, ma ciò che mi ha fatto male è stata la fine dell'amicizia. Lui risponde dicendomi che sarebbe tornato a parlarmi, ma che prima un periodo di lontananza mi avrebbe fatto bene, che ci è passato già al mio posto e lo dice per esperienza. Lo saluto accettando il consiglio. Snobba anche il saluto, lo visualizza ore dopo e non risponde. Se al momento della rottura non ho sofferto molto, i giorni successivi sono stati terribili. Ripensando al modo in cui mi ha trattato e alle puttanate che ha detto, preparo un messaggio molto lungo in cui gli dico tutto ciò che ho da dirgli, nel bene e nel male, concludendo con un addio. Lo tengo conservato aspettando il momento giusto. Ad un tratto però, la propic compare di nuovo: ha salvato il mio numero. Si riaccende la speranza di recuperare l'amicizia. Aspetto ancora qualche giorno e poi gli mando un messaggio in cui gli spiego (sinceramente) che la mia era una cotta e la stavo superando, lo invito a prenderci un caffè per togliermi i sassolini dalla scarpa, in amicizia, senza litigare, solo per mettere a posto le cose. Non visualizza il messaggio anche essendo online. Dopo qualche ora provo a chiamarlo ma chiude la telefonata. Mi innervosisco un po', gli mando un sms in cui gli dico che se vuole può tranquillamente mandarmi a fanculo, ma deve avere il coraggio di affrontarmi. Ovviamente anche in questo caso non ottengo nessuna risposta. Passano due settimane, mi trovo davanti a una scena buffa che mi fa pensare a lui. Credendo che due settimane siano state sufficienti a stemperare il clima, decido di mandargli un vocale in cui gli racconto l'accaduto e anche un messaggio in cui gli dico che farò il suo stesso test d'ingresso per l'università, in modo da evitargli l'effetto sorpresa. Risponde un po' irritato chiedendomi perché continuavo a contattarlo. Gli rispondo dicendo che mi aveva detto che sarebbe tornato a parlarmi e che se non vuole basta che me lo dice. Non ha visualizzato la risposta e qualche ora dopo ha di nuovo cancellato il mio numero.
Arriva il giorno del test, lo incontro dopo alla fermata del bus per tornare nella mia città. Lo saluto con un bacio come avevamo sempre fatto. Cominciamo a parlare del test, in modo molto freddo. Dopo un po' comincio a parlare del nostro rapporto e lui cerca di evitare dicendo che non vuole parlarne. Io vado avanti. Gli dico che, dal momento che dobbiamo essere entrambi a volere il riavvicinamento, se non vuole più saperne di me rispetto la sua scelta, ma deve dirmelo. Non risponde. Gli chiedo di rimanere amici, anche abbastanza "alla lontana" se vuole, perché immagino si sia fidanzato. Lui conferma il fidanzamento e per l'amicizia dice che deve pensarci. Ogni sua risposta sembra una presa per il c*lo. Mi trattengo fino a che con un certo nervosismo gli chiedo se mi stesse prendendo in giro. Risponde di no e che deve pensarci davvero. Finalmente cambia il modo di rispondere. Gli dico di nuovo che la mia è una cotta che ho superato, ma lui non mi crede perché ci è già passato. Lo ringrazio per i consigli che mi ha dato e gli dico che lui è molto importante per me. Mi risponde da str***o dicendo: "Ma ci sono tante persone oltre a me". Gli spiego che lui è l'unico che sa che sono gay, l'unico con in quale posso essere davvero me stesso e che per quanto sono timido, tutto ciò è davvero tanto da parte mia. Sembra aver compreso e non risponde. Lo saluto e mi allontano.

Saliamo sul bus per il ritorno e sono di nuovo vicino a lui (non accanto). Per tutto il tempo è chiaro che cerca di evitare il mio sguardo, lo metto a suo agio girandomi dall'altra parte di tanto in tanto, dal momento che sul bus trovo mio cugino, seduto anche lui lì vicino. Mi aspettavo almeno un "ciao" prima che scendesse, invece ha approfittato di un mio momento di distrazione per strisciare inosservato fino alla porta, ben prima che il bus si fermasse. Questo comportamento mi ha fatto abbastanza schifo, tuttavia appena sceso mi sono reso conto che ha salvato di nuovo il mio numero.
Il test è andato male per entrambi, ma nessuno dei due ha speso una parola di conforto per l'altro. La settimana scorsa ci incontriamo in piazza e ci salutiamo tanquillamente, entrambi col sorriso anche se visibilmemte imbarazzati.
E' passato circa un mese e mezzo dalla rottura. Il fatto che abbia salvato il numero mi fa credere che ci sia una speranza (non ne avrebbe avuto il motivo se avesse voluto allontanarmi per sempre).

Secondo voi posso recuperare l'amicizia?
Grazie se siete giunti fin qui :)
  • 0

Paki
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 10
Iscritto il: 06/10/2018, 15:18
Località: Puglia
Genere: Maschile

Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda Paki » 08/10/2018, 15:59



Nessuno riesce a darmi un parere?
  • 0

Paki
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 10
Iscritto il: 06/10/2018, 15:18
Località: Puglia
Genere: Maschile

Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda Speechless » 08/10/2018, 19:15



Caro Paki, comincio col dire che anch'io sono omosessuale come te, quindi comprendo quanto sia difficile lasciar andare qualcuno con il quale possiamo liberamente essere noi stessi (lo era anche per me, per fortuna le cose sono cambiate).

Non riesco a comprendere gli atteggiamenti di questo ragazzo, onestamente, anche perché tu gli hai specificato più volte (nonostante l'iniziale cotta) la tua disponibilità verso un'amicizia, ma lui rimane sul vago, ed è questo che proprio non mi spiego.
A me capitò una situazione simile, anche se diversa dalla tua sotto certi aspetti, ovvero che questa ragazza che io consideravo un'amica si allontanò da me dopo che io mi fidanzai, senza nemmeno motivare questa cosa, ci arrivai io facendo due più due. Inutile dire che ci rimasi malissimo, perché comunque si può voler bene a qualcuno pur avendo una relazione, ma a quanto pare per molti le due cose camminano di pari passo, quindi spariscono come fantasmi.

Non conosco il tuo amico, però leggendo mi sembra che non ti merita molto. Insomma, mi sembra di capire che tu non stia chiedendo altro che chiarezza, mica la luna, eppure lui continua su questa linea d'onda, come se non ci fosse altra via.

Mi rendo conto che è difficile, quando si tiene a una persona, ma io ti consiglierei di non cercarlo né sperare di recuperare l'amicizia, perché basandomi su ciò che leggo mi sembri una persona molto sensibile, quindi perché rischiare di rimanerci ancora più male in futuro? Purtroppo chi adotta certi tipi di atteggiamenti, raramente migliora col tempo, anzi. Vale la pena indirizzare tutto ciò che hai da dare verso un muro?
Io ti auguro di trovare persone che apprezzino le tue attenzioni, con il cuore.
Per qualsiasi cosa, se vuoi, scrivimi pure! Ti abbraccio :hi:
  • 1

Avatar utente
Speechless
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 23
Iscritto il: 28/11/2017, 19:25
Località: Agrigento
Citazione: "Se nevrotico vuol dire desiderare contemporaneamente due cose che si escludono a vicenda, allora io sono nevrotica all'ennesima potenza."
Sylvia Plath.
Genere: Femminile

Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda Paki » 08/10/2018, 23:02



Grazie Speechless! Per ora non posso scriverti in privato, ho ancora pochi messaggi.

Purtroppo mi risulta difficile e lo hai già detto tu perché. Anche se è durata solo un mese e mezzo, tengo molto a quest'amicizia, è stata bellissima, davvero, la rottura mi ha fatto molto più male della fine di un'altra amicizia durata più di due anni.

Non lo cerco ma lo penso ancora. Solo adesso comincio a sentire il tutto più "sfumato", più distante...
La speranza che mi rimane è dovuta ad alcune cose poco chiare:
- quando ho ammesso i miei sentimenti, mi ha consigliato di allontanarmi. Sicuramente per "sbollire la cotta". Essendo lui l'unico amico che avevo, gli ho chiesto di restarmi vicino ammettendo che sono solo. Lui ha risposto letteralmente "Ma io non ho detto che non ti parlerò più, semplicemente un po' di lontananza fa bene". Questo mi fa sperare in un riavvicinamento.
- mi raccontò di come finì la relazione precedente, ammettendo che ci è stato male ma che continuava a sentirsi col suo ex nonostante lo avesse ferito. Non avrebbe senso mantenere il rapporto con uno che ti ha ferito e troncare con una persona che invece ti vuole bene...
- la questione del numero: non avrebbe senso salvare di nuovo il mio numero se intendesse rimuovermi completamente.

Non essendo dichiarato, ho raccontato la storia a mia sorella e una collega omettendo diverse cose. Entrambe mi dicono di dimenticarlo. La collega dice che è possibile che, almeno inizialmente lui fosse interessato a me per una relazione, poi però io non ho fatto alcun passo in tal senso e lui ha cercato un altro, l'ha trovato e ha rimosso me che ormai non servivo più. Possibile?
  • 0

Paki
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 10
Iscritto il: 06/10/2018, 15:18
Località: Puglia
Genere: Maschile

Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda Paki » 09/10/2018, 13:35



Paki ha scritto:Risponde chiedendomi scusa, ammettendo di essersi comportato male e dicendo che sarebbe stato meglio allontanarci per un po', che lui è preso da un'altra persona.


Ho dimenticato un particolare in questo punto: oltre a scusarsi e chiedere l'allontanamento, confessa che ha cominciato a snobbarmi perché aveva notato il mio attaccamento a lui e aveva capito che mi stavo innamorando e lui non ricambiava.

Lo aggiungo perché tra tante cose poco chiare, questa è stata chiarita.
  • 0

Paki
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 10
Iscritto il: 06/10/2018, 15:18
Località: Puglia
Genere: Maschile

Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda papito79 » 09/10/2018, 22:31



ciao paki, per quale motivo è importante per te recuperare questa amicizia? perché ci credi veramente o per non vederti ancora una volta sconfitto come ti è già accaduto in passato? forse sbaglio ma-parlo per esperienza diretta-penso sia più la seconda...tu sai molto bene che questa amicizia ormai è andata, non avrebbe senso riprenderla dopo tutto ciò che gli hai detto(e poi come ricominceresti?) dei tuoi sentimenti, e riporre le tue speranze solo al fatto che salvato il tuo numero lo trovo molto riduttivo: non credo che a lui cambi molto avere un numero in più o in meno sulla rubrica. Dici che lo pensi spesso: ti sei mai chiesto se valga veramente la pena fare tutto ciò che stai facendo per lui? per una persona che prima dice di non volere una relazione, poi quando vede che l'altro(tu, in questo caso) prova qualcosa di più si allontana e allontana perché non ricambia, e poi alla fine si fidanza con un altro? Le amicizie non si mendicano, e lui invece ha giocato con la tua solitudine, la tua sensibilità, i tuoi sentimenti...trai tu le conclusioni, poi se vuoi continuare ancora a sperare, illuderti, sognare,fai pure. Perdona la durezza delle mie parole, ma per il tuo bene è meglio se lo lasci stare, non merita un amico come te....avrebbe potuto essere maturo e intelligente dicendoti apertamente no alla relazione ma che una bella amicizia - come all'inizio- poteva continuare invece.....
  • 1

papito79
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 49
Iscritto il: 01/08/2015, 21:39
Località: roma
Citazione: ...della mia esistenza sei l'essenza...
Genere: Maschile

Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda Paki » 10/10/2018, 8:07



Grazie papito79
Per me è importante recuperare l'amicizia perché con questo ragazzo mi sono trovato benissimo, per molti aspetti è il mio amico ideale, oltre ad essere l'unico gay che ho conosciuto nella mia città (che per me è importante per non sentirmi quello diverso e per confrontarmi).

Sì, mi sono chiesto se vale la pena recuperare l'amicizia e onestamente, non so rispondere. Gran parte delle volte, quando penso a lui lo faccio in modo positivo, ricordando primcipalmente i momenti belli, a volte invece ci sto male, e vorrei proprio affrontarlo per fargli rendere conto di come si è comportato e del vigliacco che è stato.

Non preoccuparti per la durezza delle parole, a volte fa bene. Esatto, si poteva continuare come amici tranquillamente. Che poi io ho palesato i sentimenti solo per fargli confessare il motivo per il quale mi snobbava, altrimenti sarei stato zitto e sarei andato avanti tranquillamente, perché era solo una cotta e io stesso ho timore di una relazione, essendo alle primissime esperienze.

Nei primi giorni parlammo dei nostri caratteri e mi disse come si comportava quando voleva bene a qualcuno. Qualche settimana dopo quei comportamenti li ha avuti con me. Mi ha voluto bene insomma. Però se mi ha fatto tutto questo nonostante il bene, forse sì, meglio perderlo.
  • 0

Paki
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 10
Iscritto il: 06/10/2018, 15:18
Località: Puglia
Genere: Maschile

Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda Lianna » 12/10/2018, 17:31



Ciao,
ti capisco bene perché anch'io sono sensibile come te e ci tengo molto alle amicizie.

Secondo me tu ti sei comportato molto bene. Hai saputo parlare tranquillamente, nel bene e nel male, conservando comunque sempre il bello di questo rapporto.

Io credo che nessuno possa dire se questa amicizia sia recuperabile o no. Quello che invece voglio dirti è che c'è soltanto una domanda da porti:

Tu cosa provi? Cosa dice il tuo cuore?

Credo che il tempo possa farti capire molto. Il tuo amico ti ha chiesto un pò di tempo e un pò di lontananza. E' corretto rispettare questa scelta, anche se ti fa soffrire. E' giusto rispettare la sua richiesta e la relazione che lui sta avendo.

Il tempo ti farà capire se i tuoi sentimenti inizieranno ad affievolirsi oppure rimarranno ancora lì.

Secondo me se tra un pò di tempo i tuoi sentimenti saranno gli stessi e ti capiterà di incontrarlo di nuovo e di passarci del tempo assieme, allora basta che tu sia sincero e il destino farà il suo corso.

Se invece il tempo cambierà le cose e vi perderete, allora vedrai che nella tua vita arriveranno sicuramente altre persone, magari anche più in sintonia con te.

Erika
  • 1

Erika

ilriflessodelbenessere.com
Come dentro, così fuori
Avatar utente
Lianna
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 4
Iscritto il: 11/10/2018, 14:42
Località: Friuli Venezia Giulia
Citazione: Come dentro, così fuori
Genere: Femminile

Re: Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda Ted_Burundi » 13/10/2018, 21:41



Ma perché recuperarla...
  • 0

Avatar utente
Ted_Burundi
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 54
Iscritto il: 02/09/2018, 3:03
Località: Burlington
Genere: Maschile

Amicizia recuperabile o no?

Messaggioda Paki » 15/10/2018, 9:52



Grazie Lianna. Mi rendo conto che non sentirlo più è la cosa migliore per me.

Rispetto le sue scelte. Il riavvicinamento deve essere reciproco, se ci dev'essere, quindi deve volerlo anche lui.

Ted_Burundi, mi pare di averlo già detto. In ogni caso mi rendo conto che forse è meglio lasciar perdere.
  • 0

Paki
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 10
Iscritto il: 06/10/2018, 15:18
Località: Puglia
Genere: Maschile


Torna a Forum sull'Amicizia e sulle Relazioni sociali

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Reputation System ©'