Ho paura di aver raggiunto il limite

MyHelp: Forum di mutuo aiuto, di prevenzione del suicidio e di gestione delle crisi.
A volte si pensa di non aver più nulla da perdere, nè più motivi di esistere.
E' facile pensarlo se non si ha qualcuno con cui confrontarsi. La vita è piena di insidie, ed è facile perdersi. Ma spesso basta una mano per rimettersi in piedi.
Ma questo è anche un forum sulla Morte, il più grande tabù nella storia dell'essere umano, la paura più grande.

Ho paura di aver raggiunto il limite

Messaggioda Moonshine94 » 25/06/2019, 13:40



Sono stato almeno venti minuti a decidere se postare qui o nella sezione della depressione, ma forse ora sono finito un paio di passi oltre la "semplice" depressione e quindi credo che questa sezione sia più adatta.
Questo stato è iniziato più di un anno fa, dalla fine di una relazione che ho preso in maniera devastante, anche se già da prima c'erano amicizie finite, sogni infranti, rapporti che non andavano mai come avrei voluto e quindi conseguenti sensi di colpa, rimpianti e cose con le quali non posso fare a meno di fare i conti ogni giorno. Per più di un anno mi sono creato una speranza, un'illusione più che altro, avevo scritto una lettera per la mia ex che però non ho mai mandato, sapevo che non avrebbe cambiato nulla ma nonostante questo l'avevo tenuta come speranza alla quale aggrapparmi nei momenti più bui. Ora lei sta con un altro ma io avevo cominciato a conoscere un'altra ragazza, senza aspettative, però mi sentivo meglio, avevo di nuovo piacere nel fare le cose, nell'aspettare un messaggio, nel pensare a cosa fare con lei o ad aspettare il momento per uscire. Sembrava andasse tutto bene, giuro che ci avrei messo la mano sul fuoco, ma da un giorno all'altro mi dice che non ha sentito quel qualcosa in più che le fa dire di voler costruire qualcosa. Vado nel panico, secondo me ho avuto poco tempo per farmi conoscere, provo a dirle tutta la verità, compresa la mia situazione precedente e dalla quale stavo venendo piano piano fuori, ma probabilmente sbaglio e carico il tutto troppo. In più non sono riuscito mai a fare il primo passo, anche quando sentivo di volerlo fare, ho fatto vincere di nuovo i miei problemi su di me. Fatto sta che inizialmente mi aveva detto di continuare ad uscire in amicizia, ma ora dice che non riesce a stare spensierata con me per via di tutte quelle cose che le ho detto, quindi altri errori, altri rimpianti e non ho modo di rimediare perché a quanto pare non vuole darmelo. Lei non è la donna della mia vita, non sono innamorato, ma era una speranza, l'unica che avevo ora e adesso non c'è più, così come non c'è più nessun'altra speranza per uscire da questa situazione. Era bello sentirsi di nuovo meglio e ora sono andato più a fondo di prima.
Non so che fare, passo le giornate in agitazione, con l'ansia, con la testa che gira e con la tachicardia. Non so come arrivare integro a fine giornata, sono esausto e non trovo più piacere nel fare nulla, neanche nel mangiare. Questa è stata la goccia che mi ha fatto superare il limite e non so come uscirne, come far diminuire tutto questo. Passo le serate/nottate in macchina con pensieri abbastanza brutti e vorrei trovare il coraggio di farla finita perché tanto non c'è modo di poter uscire da questa situazione, non c'è modo per uno come me, per come vivo le cose, per come ragiono...sono sbagliato, rotto e non c'è modo. L'unico momento in cui mi sono sentito tranquillo è quando ho pensato davvero di fare qualcosa per non arrivare al giorno dopo, mi sono sentito in pace pensando di non dover passare un altro giorno in queste condizioni e il fatto che questa sia l'unica cosa che mi faccia stare tranquillo mi spaventa.
Non so cosa mi potrebbe aiutare, vorrei tornare indietro nel tempo, anche solo per cambiare le cose con quest'ultima ragazza, riuscirei a sopportare tutto il resto se almeno una cosa andasse bene, invece non va mai nulla per il verso giusto e io mi sto distruggendo...questa non è vita e io non so più che fare...
  • 0

Moonshine94
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 25/06/2019, 1:56
Località: Roma
Genere: Maschile

Ho paura di aver raggiunto il limite

Messaggioda Benny16 » 25/06/2019, 14:09



Vedo uno schema di pensiero abbastanza comune: sono stato lasciato quindi non valgo niente. La qualità della tua vita, come di quella degli altri, non dipende dall'approvazione di una donna, né dall'avere o meno una relazione.
  • 1

If at all God's gaze upon us fall
His mischievous grin, look at him
Avatar utente
Benny16
Amico level four
 
Stato:
Messaggi: 179
Iscritto il: 16/01/2019, 19:28
Genere: Maschile

Ho paura di aver raggiunto il limite

Messaggioda Moonshine94 » 25/06/2019, 14:18



Benny16 ha scritto:Vedo uno schema di pensiero abbastanza comune: sono stato lasciato quindi non valgo niente. La qualità della tua vita, come di quella degli altri, non dipende dall'approvazione di una donna, né dall'avere o meno una relazione.

Non intendevo dire quello, forse ho spiegato male le cose o mi sono espresso male. A parte il fatto che anche prima della relazione con la mia ex ero in una sorta di torpore, però era più un qualcosa di piatto, senza molte emozioni, piuttosto che una depressione, però per esempio con lei so di aver fatto tanti errori e sono il primo a colpevolizzarmene. Quest'altra ragazza invece era una speranza e io mi ero promesso di non fare di nuovo certi errori e di non farmi sopraffare dai problemi e dalle pippe mentali e non ci sono riuscito...ho perso di nuovo contro me stesso e questo mi fa avere rimorsi e altri sensi di colpa. Avrei preferito "saltarle" addosso ed essere mandato a quel paese piuttosto che avere questi rimorsi e non mi riesco a levare dalla testa il "what if". Io non cerco una relazione disperatamente, anzi, mi ci sono trovato in questa situazione, non l'ho cercata, non pensavo mi potesse mai interessare. So che la qualità della mia vita non dipende da questo, però io non riesco ad avere tutti questi pensieri, non riesco a liberarmene e a fare pace con me stesso e questo, aggiunto a quelli con la mia ex e aggiunto a tante altre situazioni in ogni tipo di relazione o situazione mi pesa tantissimo e mi sta schiacciando. Mi sento proprio impazzire perché ogni volta non ho modo di rimediare, vorrei fare tanto per rimediare ma non posso fare nulla e questo mi fa stare ancora peggio.
  • 0

Moonshine94
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 25/06/2019, 1:56
Località: Roma
Genere: Maschile

Ho paura di aver raggiunto il limite

Messaggioda Adrien » 25/06/2019, 14:18



Devi imparare a stare in piedi da solo. Sia perché di periodi di solitudine (e difficoltà di tutti i generi) nella vita ce ne sono sempre, sia perché se/quando troverai la persona giusta rischierai di farla scappare aggrappandoti disperatamente a lei.
  • 0

Avatar utente
Adrien
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 1395
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Genere: Maschile

Ho paura di aver raggiunto il limite

Messaggioda Lostinthevoid » 25/06/2019, 14:53



So che è un po' triste da dire, ma se devi dire certi tuoi problemi assicurati prima che la gente sia disposta veramente a ascoltarti , magari prima tira fuori cose semplici e se vedi che la persona davanti non riesce a reggere meglio tenere certe cose per se, ovvio non è che devi tenere tutto dentro, bisogna trovare le persone giuste con cui poter sfogarsi, solo che non tutte sono disposte.
Altra cosa secondo me per questo tuo essere chiuso e non fare il primo passo, pippe mentali, ansia ecc... secondo me servirebbe uno psicologo/a, anche perchè noto che hai molte difficoltà e una terapia da seguire e lavorare in prims su te stesso potrebbe aiutarti a migliorare i rapporti, comunque puoi trovare persone qui nel forum come te che ti potranno capire, fare amicizia...
Per il resto ti auguro un giorno di stare meglio :hi:

PS: benvenuto su mh :welcome:
  • 1

Immagine WUBBA LUBBA DUB DUB Immagine

[30/12/2018] (19:28:00) (Ncd): ognuno ha il suo inferno personale.

Immagine
Avatar utente
Lostinthevoid
Amico level twelve
 
Stato:
Messaggi: 552
Iscritto il: 09/06/2018, 19:01
Località: Sistema solare.
Occupazione: Fare la muffa a tempo pieno.
Citazione: "Vivo dentro una pelle, dentro una casa.
La taglio, questa pelle, forse così potrò uscire dal mondo."

Dal libro Controvento di Antonio Ferrara
Genere: Maschile

Ho paura di aver raggiunto il limite

Messaggioda Einstein » 26/06/2019, 12:46



Sì effettivamente la vita fa schifo.
Pure io ho una ex che amo, e sono passati 23 anni da quando ci siamo lasciati, quindi non c'è rimedio, la vita è brutta e basta, io lo dico sempre, ogni sera spero di non risvegliarmi più il giorno dopo
  • 0

Avatar utente
Einstein
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 1258
Iscritto il: 12/11/2014, 10:11
Località: italia
Genere: Maschile

Ho paura di aver raggiunto il limite

Messaggioda Moonshine94 » 26/06/2019, 12:54



Allora io prima le ho parlato delle cose in generale, a grandi linee e ho visto che sembrava piuttosto interessata, allora il giorno dopo ho cominciato a scrivere le altre e lei nell'arco di una giornata mi ha chiesto almeno tre volte di mandargliele...sembrava davvero interessarsi e anche quando ne abbiamo parlato di persona lo era. Forse non si aspettava stessi così tanto male, magari ha capito dopo di non reggere questo peso e quindi ora sta cercando di fare un passo indietro perché probabilmente si sente troppo coinvolta. Ho sbagliato a far sembrare di voler buttare tutto su di lei e aggrapparmici come se fosse l'unica speranza, io volevo solo essere sincero e farle capire che per me non era una qualunque, nonostante ci conosciamo da poco...doveva essere una cosa bella ed invece è stata vista così.
Sono andato da uno psicologo e ora vado da uno psicanalista, ma questi problemi non sono migliorati, anche quando era palese che ci sarebbe stata con un bacio io non l'ho fatto, avendo quasi paura di mancarle di rispetto o non so cosa passa nella mia testa in quei dannati momenti. Non riesco a farci pace, mi sento sconfitto e ogni volta che ci ripenso mi sento male...non è il bacio in sé, anche se quello ovviamente mi avrebbe fatto piacere, ma è l'aver perso contro me stesso, di nuovo, sempre. Vorrei poter fare qualcosa, questo senso di impotenza è difficile da sopportare. Per quanto difficile resta la possibilità, anche un 1%, che facendo quel passo le cose sarebbero andate diversamente, quindi non avrei dovuto neanche aprirmi così tanto rischiando di farla allontanare, almeno non così presto. Mi torturo e continuo a rivivere i momenti in cui lo avrei potuto fare, rendendomi conto di quanto sia stato stupido a non farlo.
E' la storia di una vita, rimpianti, errori, scelte sbagliate, paura di fare qualcosa e la cosa che rende tutto peggiore è che poi so che ci sto così, mentre decido di non baciarla quella sera ad esempio, so che poi ci starò così, ma non riesco a fare nulla lo stesso, aspetto sempre che il momento sia perfetto e sappiamo tutti quanto sia difficile che un momento lo sia davvero. Sono cose che pesano perché finisco con il sentirmi responsabile di tutti i miei fallimenti perché sono davvero poche le situazioni della mia vita in cui posso dire "va bene le ho provate tutte, non ho rimpianti, non è andata" e non riesco a cambiare tutto questo. Ora parlo di questo caso perché è l'ultimo che è successo, ma accade anche in altri ambiti diversi da quello sentimentale.
  • 0

Moonshine94
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 25/06/2019, 1:56
Località: Roma
Genere: Maschile


Torna a Forum di aiuto sul Suicidio e sulla Morte

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Reputation System ©'