Quando non vedete piu motivi per vivere...

MyHelp: Forum di mutuo aiuto, di prevenzione del suicidio e di gestione delle crisi.
A volte si pensa di non aver più nulla da perdere, nè più motivi di esistere.
E' facile pensarlo se non si ha qualcuno con cui confrontarsi. La vita è piena di insidie, ed è facile perdersi. Ma spesso basta una mano per rimettersi in piedi.
Ma questo è anche un forum sulla Morte, il più grande tabù nella storia dell'essere umano, la paura più grande.

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda 68love » 29/10/2017, 14:10



Cosa significa essere uomo? Termine molto abusato. Mi occupo dei miei figli per quello che è possibile. Secondo te se sono finanziariamente rovinato è perché non me ne occupo. Il fatto di amare ancora alla follia una donna fa di me un uomo meno uomo? Pazienza
  • 0

Avatar utente
68love
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 36
Iscritto il: 26/10/2017, 17:15
Località: roma
Genere: Maschile

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda Bonifacio » 29/10/2017, 15:32



68love ha scritto:Ciao io ho perso interesse alla vita alcuni mesi fa quando mia moglie mi ha chiesto la separazione e mi ha cacciato di casa. Ero felicemente sposato con un donna stupenda, tre figli meravigliosi, un ottimo lavoro e una bella casa. Quattro anni fa in seguito a un periodo di superlavoro ebbe un attacco di panico. Purtroppo andai da uno psichiatra che mi prescrisse dei farmaci. Dopo un pò di tempo cominciai ad accusare dei problemi di erezione. le cose tra me e mia moglie si deteriorarono (lei credeva al medico che diceva che non c'era relazione coi farmaci). Così la crisi iniziò con lei che mi cacciò dal letto matrimoniale. Mi sentii abbandonato. In chati conobbi una donna con problemi matrimoniali. Sviluppai una sorta di innamoramento e ci incontrammo un paio di volte. la cosa però finì presto, ma mia moglie, non so come, se ne accorse, mi cacciò di casa a maggio e mi fece scrivere dall'avvocato. Ora vivo con mia madre di 85 anni e sono completamente rovinato dal punto di vista finanziario. E la cosa che mi fa ancora più male è che, nonstante quello che è successo, amo mia moglie, ma lei mi odia. Veramente sono disperato e non trovo più motivi per vivere se non continuare a occuparmi delle necessità economiche della mia famiglia.

benvenuto.
  • 0

Immagine
Avatar utente
Bonifacio
Moderatore
 
Stato:
Messaggi: 5663
Iscritto il: 05/06/2014, 17:40
Occupazione: Relitto
Citazione: Nella solitudine il solitario divora se stesso. Nella moltitudine lo divorano i molti. Ora scegli. (Nietzsche)
Genere: Maschile

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda kathellyna » 30/10/2017, 14:12



68love ha scritto:Cosa significa essere uomo? Termine molto abusato. Mi occupo dei miei figli per quello che è possibile. Secondo te se sono finanziariamente rovinato è perché non me ne occupo. Il fatto di amare ancora alla follia una donna fa di me un uomo meno uomo? Pazienza

benvenuto.
  • 0



What fun is LIFE without a little DEATH?

life is just a meaningless coincidence.

(19:16:15) Light: kathy sei la persona che più mi fa paura al mondo..

What will be left of me when I'm dead?
There was nothing when I lived.
What you found was eternal death.
No one will ever miss you.

Avatar utente
kathellyna
Moderatore
 
Stato:
Messaggi: 6668
Iscritto il: 06/12/2012, 20:33
Citazione: Non lasciare che una bella giornata rovini la tua vita di mеrda.
Genere: Femminile

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda misterfrozen » 06/11/2017, 20:19



Era tanto che non entravo nel forum: non ricordavo nemmeno di essere iscrito eoppure eccomi qui, di nuovo.
Questa volta pero' ho bisogno di sfogarmi, ho bisogno di dire come mi sento visto che non riesco a dirlo a chi mi vuole bene e nemmeno alla mia analista.
In questi gg o meglio nell'ultimo mese ho fatto unoa specie di bilancio della mia vita. Ho 40 e mi ritrovo in un modo di confusione...mi sento cosi immaturo, perchè immaginavo quand ero piccolo uomini di 40anni "uomini" e non ragazzini fragili. Come mi sento io.
Ho cambiato lavoro ultimamente e mi fa schifo... Mi fa schifo il lavoro e mi faccio schifo io che devo dire che mi piace per potermi pagare il mutuo e i finanziamenti fatti per le cazzate che avevo in testa.
Ho lottato sempre e continuamente per stare un po' meglio : antidepressivi (presi a quiantali : ditemi un nome che vi dico io gli effetti), ansiolitici che la mia dottoressa mi da meno che puo' e mesi fa uno'antipsicotico perchè nelle persone che non soffrono di psicosi hano l effetto di calmare e appiattire le emozioni in modo di darsi uno "stop". Sono gay e ho un compagno che muore per me ma io ho voglia di fare esperienze con altri ... mi piace il sesso mordi e fuggi e invece mi trovo quasi vergognoso ocon lui, come se non riuscissi a vedere la parte passionale da quella di amico, confidente...
La cosa piu' brutta che mi è successa è stato l'anno scorso quando ho dovuto far sopprimere il gatto improvvisamente perchè aveva una malattia incurabile. Da allora è stato tutto un su e giu di emozioni....soprattutto giu. Non lo dico a nessuno perchè tanto mi dicono "eh ma era un gatto" ... certo ma per me era di piu' : lo amavo piu' di ogni cosa al mondo.
Voglio morire .. a volte penso di prendere tutte le scatole degli antedressivi che ho e dell'antipsicotico che mi aveva dato (visto che dovevo prenderlo solo per un periodo limitato). Che ragione ho per vivere mi sono chiesto? NOn lo so. Vorrei -se potessi- dare la mia vita all persone malate, alle persone che vogliono vivere ma non possono e per i quali io sono un offesa ad avere certi pensiei, ma non ho motivazione. Esco pochissimo: mi danno fastidio le persone e gli stupidi discorsi che fanno. Ho prestato sodi a una persona perchè mi faceva pena ed è sparitae io ho pensato che non è per i soldi che mi dispiace ma perchè mi fidavo di quella persona... Chi l'avrebbe fatto ? Solo un cretino come me. La sera a letto chiudo gli occhi al buio, prego che il mio gatto venga a trovarmi nel sogno e ad occhi aperti, prima di dormire,penso ai momenti belli dell'adolescenza (pochi) dove almeno non prendevo del cretino come in ufficio succede. Io non so quanto andro' avanti.. Oggi ho pensato di chiamare la dottoressa e dirle questi pensieri suicidi che girano nella testa. Ho anche cercato il Nembutal online e l ho trovato ma poi ci sono commenti di quelli che l'hanno comperato che gli è stata rifilata una bufala (d'altronde un farmaco del genere come si potrebbe trovare ?)
Che tristezza tutti i giorni. L'unica cosa quando succede un casino che sia al lavoro, a casa o ... penso che tanto moriro' e un giorno lo faro'.
Ho sempre vissuto come una persona onesta ma ho preso solo calci in c*lo da gente che si reputa pure brave persone... Ho buttato l'adolescenza con depressioni... Non sono capace a relazionarmi con le persone. Con la dottoressa ho capito un po gli schemi mentali, ma non resco a cambiarli tante volte. Sono sempre piu' stanco oltre che sificamente anche e soprattutto mentalmente....
  • 0

misterfrozen
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 2
Iscritto il: 19/03/2017, 20:44
Località: milano
Genere: Maschile

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda Timeless » 22/04/2018, 7:03



Royalsapphire ha scritto:Ciao!
Quando non vedete più motivi per vivere, allora riscoprite voi stessi!
I motivi che vi fanno pensare al suicidio sono per lo più causati dalla perdita dell'identità.
Spesso ci si aggrappa alla disperazione, perchè troppo storditi da questa per poter vedere le tante vie d'uscita che ci circondano.
La perdita dell'identità può derivare da tanti fattori. Ad esempio quando ci si trova a non avere niente per le mani: nè impiego, nè impegni, nè hobby, nè dialogo, nè amici. Insomma quando si vede che non si sta costruendo nulla. E allora si cade nella trappola di pensare che se non si ha costruito nulla, non si vale dunque nulla!
Credo che a nessuno piaccia rimanere statici. Quindi sentire che non si sta andando da nessuna parte, ci fa sentire impotenti. Avviliti. E quando non si vede più un futuro, si perde anche l'interesse in cuiò che ci creava piacere o che fosse per noi una valvola di sfogo, come vedere film, ascoltare musica o mangiare. Se si smette di provare piacere anche per le piccole cose, ci si ammala di depressione. E se ci si mette a pensare che dobbiamo passare un'intera vita in simili condizioni, si può anche credere di farsi furbi a tagliare i ponti con l'esistenza seduta stante!

Detto questo, ci tengo a dirvi che se siete incappati in una trappola simile, uscirne NON è impossibile malgrado le apparenze! Occorre trovare la Speranza e la Forza di rialzarsi! Avete toccato il fondo? Ebbene dal fondo non potete far altro che rialzarvi!!!

La forza non dovrete comprarla. Non dovrete elemosinarla in giro! LA FORZA VOI CE L'AVETE!!! Ce l'avete dentro! Solo che la dovete risvegliare dalla pigrizia in cui è caduta. L'essere umano ha un cervello dotato di risorse illimitate. Basta veramente poco per riprendersi. Basta ritrovare la fiducia in se stessi, per riuscire a farcela con le proprie forze e le proprie energie. Già, ENERGIA è la parola chiave. Vi serve energia. Voi siete assolutamente in grado di produrre energia esattamente come il corpo riesce a produrre calore attraverso il metabolismo basale.

Se vi sentite troppo soli e capite che non ce la fate, allora trovate qualcuno che sia scrigno dei vostri sfoghi. Qualcuno o qualcosa. Qualcosa come un forum, che può essere questo quì o altri che troverete su Google. Vanno tutti bene, purchè voi parliate! Parliate e facciate uscire tutto ciò che provate.
Vedrete che vi aiuterà, perchè parlare aiuta SEMPRE!


-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


When you do not see reasons to live more then rediscover yourself!
The reasons that you are thinking about suicide are mostly caused by the loss of identity.
We often clings to despair, because it was too stunned by this in order to see the many ways out around us.
The loss of identity can result from many factors. For example when you are to have nothing on your hands: neither use nor commitments, nor hobby, neither dialogue nor friends. So when you see that you are not building anything. And then you fall into the trap of thinking that if you are not built anything, it is not true then nothing!
I think that nobody likes to remain static. So to hear that you're not going anywhere, it makes us feel powerless. Dejected. And when you no longer see a future, you also lose interest in cuio we created or pleasure it was for us an outlet, such as watching movies, listening to music or eating. If you stop taking pleasure even for the little things, you get sick of depression. And if we begin to think that we have to spend your entire life in these conditions, you may also believe that to be smart to cut ties with the existence on the spot!

That said, I want to tell you that if you ran into a similar trap, get out of it is NOT impossible despite appearances! We need to find the hope and strength to get up! Have you bottomed out? Well from the bottom you can not help but stand up again!

The force will not have to buy it. You will not have elemosinarla around! THE POWER YOU'VE EC! There you have inside! Only that you have to awaken from the laziness that has fallen. The human being has a brain with unlimited resources. It takes very little to recover. Just regain confidence in themselves, to be able to do it by their own efforts and energies. Yeah, ENERGY is the key word. You need energy. You are absolutely capable of producing energy just as the body fails to produce heat through the basal metabolic rate.

If you feel too lonely and understand that not make it, then find someone who is of your chest vents. Someone or something. Something like a forum, which can be this here or others that you will find on Google. Are all okay, as long as you speak! And facades speak out everything you feel.
You will see that it will help, because it helps to talk FOREVER!



Apprezzabilissimo il tuo intervento, ma qui non siamo in un paese civile come la Svizzera, siamo in Italia. Sì, potremmo provare con gli alambicchi a generare ENERGIA, cercare nei nostri POTENZIALI, ma sai, quando vivi in una società che ha distrutto il Welfare, il tessuto sociale, i diritti religiosi dei defunti(ne so qualcosa io in prima persona), il diritto ad un lavoro, ad una casa, a una vita dignitosa, lavorando ma concedendo tempo per crescere i figli e non vivere in un clima di schiavitù, una società che ti avvelena i cibi con il compost che deriva dalle nostre fogne, le nostre acque quando in altri paesi è vietato, le nostre acque, che non ti cura e se lo fà è per ingrassare le case farmaceutiche.... tanto un morto di più è un pensionato in meno da pagare....potrei continuare all'infinito!
Quindi, siamo più realisti: non è che spostando la merda e indirizzandola verso qualcosa di indefinito, possiamo risolvere i nostri problemi. Io credo che un primo passo è acquisire la consapevolezza che li hai, e qui non ci piove, ma non è dovuto a te...è il SISTEMA CHE TI FOTTE OGNI GIORNO ED E' CONTRO QUELLO CHE SI DEVE LOTTARE! Come? Denunciando, invadendo i loro fax, i loro giornali della casta, le loro caselle email, prendendo a calci nel c*lo i voltagabbana politici responsabili di questo disastro sociale, negandogli il voto, usando internet contro di loro. Mezza ricchezza globale è nelle mani dell'1% del mondo. In Italia, 1,3 milioni di milionari. L'italiano "chiagne e fotte", quando vede uno che denuncia qualcosa per strada, fa comunella con gli altri, ride e si diverte..fa salottino, e in fondo in fondo non gliene frega un c***o!
Questo è il nostro problema. Quando siamo in fila ad un supermercato "del sistema", o in un ufficio in cui c'è una fila di 100 persone perchè non funziona, non protesta, preferisce fare spallucce e fottersene... e pensa: "tsè, il solito rompicoglioni della giornata". Questi siamo noi, ecco perchè non cambierà mai nulla se non cominciamo a buttare quelle maledette scatolette nere, gli smartphone, e a sequestrarli ai nostri figli. Si, c'è bisogno di una regressione, ritornare a quel vecchio caro schiaffone ad un figlio, che procurava frustrazione..ma che poi "formava"...altro che professori che si devono inginocchiare per i Like su Youtube. Questa società è marcia, e se proprio dobbiamo fare appello a quelle nostre energi occulte, facciamolo per investire nella consapevolezza che siamo noi a poter cambiare le cose ogni giorno. Come, cominciando a cambiare gli atteggiamenti di cui sopra, a non acquistare certi prodotti di merda nelle catene alimentari, a smettere di fumare...bere, per non infarcire le casse dello Stato, a deridere in piazza di capisci benissimo che ti sta raccontando un mucchio di stronzate, perchè il primo ad essere str***o è lui...non te.
Ecco il nocciolo del problema: sperano che sia tu a fotterti con le tue mani, ci stanno provando anche con me, e i loro modi subdoli ti ci fanno credere, e la tua rabbia la trasformano in delusione... e la delusione ad ucciderti!
Quindi, ricordate, noi siamo solo uomini caduti sul campo di questa guerra contro il sistema, e se ti ritrovi senza una lira non è stato solo per un tuo incauto acquisto perchè ti sei bevuto le cazzate di una finanziaria, ma perchè quella finanziaria ti hanno fatto credere che avrebbe risolto i tuoi problemi. Invece, devi lavorare di più, per comprare cose del c***o che non funzionano! Intanto i tuoi figli neanche li vedi, perchè sei troppo stanco poi per crescerli, mentre loro dirigono i loro interessi verso mondi virtuali, che non fanno altro che agire come deterrente per le menti.
Buona vita a tutti...se avete intenzione di lottare per vivere!
  • 0

Manuel Fontana
Facebook:
https://www.facebook.com/manuelfontana66
Avatar utente
Timeless
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 45
Iscritto il: 27/12/2017, 10:35
Località: Roma
Genere: Maschile

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda Alessandro2 » 22/04/2018, 7:43



Non c entra molto il sistema secondo me (anche perché altrimenti i nostri nonni si sarebbero suicidati in massa). C entra quella cosa che si chiama voglia di vivere. O c è o non c'è. Io non ce l ho. Non ho motivazione in nulla, ho gradualmente perso tutti i passatempi che avevo, non curo più l aspetto, non mi vedo più con gli amici. Sto 'bene' solo quando dormo, quando è buio, e se piove anche meglio. Sfogarsi con qualcuno? Per sentirsi dire che sei pesante? (Ammesso che qualcuno risponda). Se uno è morto dentro , è morto. Punto.
  • 0

Alessandro2
Amico level twelve
 
Stato:
Messaggi: 555
Iscritto il: 30/05/2015, 22:06
Località: Italia
Genere: Maschile

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda Timeless » 23/04/2018, 12:43



Alessandro2 ha scritto:Non c entra molto il sistema secondo me (anche perché altrimenti i nostri nonni si sarebbero suicidati in massa). C entra quella cosa che si chiama voglia di vivere. O c è o non c'è. Io non ce l ho. Non ho motivazione in nulla, ho gradualmente perso tutti i passatempi che avevo, non curo più l aspetto, non mi vedo più con gli amici. Sto 'bene' solo quando dormo, quando è buio, e se piove anche meglio. Sfogarsi con qualcuno? Per sentirsi dire che sei pesante? (Ammesso che qualcuno risponda). Se uno è morto dentro , è morto. Punto.


I nostri nonni non si sono suicidati in massa perchè tutto sommato, campavano, molti dei nostri padri fino agli anni 90 sono andati in pensione con 15 anni di contributi. Oggi non si lavora per vivere..si vive per lavorare, sempre più schiavizzati. La qualità della vita è apparentemente migliorata, ma in buona sostanza ti tengono di più in vita imbottiti di farmaci, perchè ci guadagnano loro.... e ti ammazzano con una immunoterapia perchè lo schema è sempre quello: guadagnarci nell'immediato, oppure toglierti dalle palle per non pagarti più una pensione.
Secondo me, non si può dare la colpa al nulla, c'è sempre un motivo che ti ha indotto ad essere quello che sei, e se questa società strutturalmente è portata a darti sempre carte sbagliate..come potrai mai vincere? Ecco perchè alle volte mi sento indotto a mollare...perchè loro sono più forti, perchè hanno il coltello dalla parte del manico!
Tu... lo sai o no perchè stai male? Riflettici.
  • 0

Manuel Fontana
Facebook:
https://www.facebook.com/manuelfontana66
Avatar utente
Timeless
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 45
Iscritto il: 27/12/2017, 10:35
Località: Roma
Genere: Maschile

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda crochet-ina » 27/04/2018, 13:40



Senza leggere tutto, voglio rispondere così, d'istinto. Appena aperto il sito, ancora prima di fare il login, mi è cascato l'occhio su questa frase "Quando non vedete più motivi per vivere..." e a me è saltata in mente questa continuazione ...è ora di pulire gli occhiali.
E' una risposta stupida. Lo so. In entrambi i sensi, cioè banale, semplice, scontata che sciocca, da deficiente. Ma credo che a volte usare l'ironia come arma, il sorriso, sia una buona cosa. Non penso si risolvono i problemi così. Però può aiutare a non lasciarsi affossare troppo da quelli e, magari, in questo modo si può vedere il problema sotto altri punti di vista.
Adesso però la smetto di scrivere stupidaggini e vado a leggere cosa c'è davvero dietro quella frase. :hi:
  • 0

crochet-ina
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 25
Iscritto il: 01/03/2018, 17:27
Località: Italia
Genere: Femminile

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda Unknown » 27/04/2018, 14:01



crochet-ina ha scritto:Appena aperto il sito, ancora prima di fare il login, mi è cascato l'occhio su questa frase "Quando non vedete più motivi per vivere..." e a me è saltata in mente questa continuazione ...è ora di pulire gli occhiali.


Oppure di togliere la cataratta aggiungerei.. :)
  • 1

Avatar utente
Unknown
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 900
Iscritto il: 07/08/2017, 19:56
Citazione: Cave canem, cave canem, in hoc signo vinces, est est est, ..mah!.
Genere: Maschile

Quando non vedete piu motivi per vivere...

Messaggioda crochet-ina » 27/04/2018, 14:13



Luca (CO) ha scritto:Dal 2011 ho smesso con le canne, non ho amici, uno straccio di ragazza e non frequento nessuno/a........
Ho tentato due/tre volte di farla finita tramite farmaci e non passa giorno che ci penso a far calare il sipario su questo squallore.......
Attualmente la mia vita è casa-lavoro, lavoro-casa; ogni tanto vado a camminare in giardino e intorno alla casa in Brianza dove vivo niente più.......
Grazie a coloro di aver letto e spero di aver lasciato nel mio racconto qualche spunto (ripeto soprattutto per i + giovani) per crescere senza seguire questo stile di vita!!! Ciao!!! :hi:


Luca (CO) ha scritto:Buonanotte, ho cambiato nome perché non mi ricordavo i dati per entrare ma sono sempre questo qui sopra (Lucas 1976) e la mia vita non è cambiata...
Vedo con tristezza che non ci sono state risposte, commenti al lungo post che scrissi circa 6 mesi fa...
Qualcuno vuole farsi avanti??


6 mesi sono tanti e pochi allo stesso tempo. La tua vita in sei mesi non è cambiata? E meno male! Perchè in sei mesi avrebbero potuto trovarti un cancro e averti fatto un bel funerale, oppure avresti potuto spaccarti una gamba ed essere lì ancora col gesso o.... Seriamente, io spero che tu ti renda conto comunque della fortuna che hai. E non sto parlando nè della gamba nè del cancro.
Da quello che hai scritto sono 6 mesi che hai un lavoro e una casa dove tornare. (senza contare tutto quello che è accaduto prima del post - anche solo presentarsi da uno psicologo e voler lavorare seriamente con lui mica è così semplice)

Secondo me bisogna anche essere un po' onesti nella vita. Soprattutto con se stessi.
Forse sembro un po' brusca ma...

Anche che tutto ciò che hai fosse piovuto dal cielo, se stai facendo il possibile per resistere... è già una vittoria. E' già una soddisfazione. In poche parole, SOLO ED ESCLUSIVAMENTE da questo post, a me te non sembri messo così male (parlo della vita pratica, non dei tuoi sentimenti o di come ti senti te).
Essere onesti, in questo caso, vuol dire riuscire a guardare le cose con obiettività.

Chiedi dei... delle risposte, in effetti. Perchè non si capisce se vuoi consigli, pareri, giudizi. Vuoi che qualcuno scriva ma cosa dovremmo, anzi, cosa dovrei scriverti?
Hai quel che io non ho e non sono stata in grado di avere. Però hai avuto una vita di cacca che io non ho mai avuto.
Siamo più o meno coetanei. Leggo le tue parole e capisco che vuoi qualcosa ma onestamente non lo so proprio...

Secondo me i tuoi unici problemi (e la sta facendo facile, lo so) sono:
- il tempo libero: che non hai ancora imparato a gestire
- la solitudine: che non si imparerà mai a gestire ma ci devi provare perchè purtroppo non dipende davvero e solo dalla presenza degli altri
- la voglia di sentirsi dire bravo. Onestamente questa cosa non la conosco e non riesco ad analizzarla.

In un commento dopo dici che hai paura dei giudizi ma di fatto sembra proprio che tu abbia più paura di non ricevere giudizi. Di essere trasparente agli occhi degli altri. Sembra quasi: che bene o male, purchè se ne parli.

Io non ti conosco. Magari ho sbagliato tutto e comunque, anche se avessi azzeccato qualcosa, è sempre e solo in relazione a quell'unico post qua sopra.
Secondo me, per farla pratica, l'impegno che ci metti nel pensare al suicidio dovresti metterlo nel trovarti un hobby. Tanto, alla fine della fiera, al suicidio ci hai pensato fino ad adesso. Voglio dire, mal che vada, a quell'eventualità dovresti essere preparato, no? Non hai mica bisogno di studiarti di nuovo dettagli e mica dettagli! :)
Impara a vederla come ruota di scorta. Prima usa tutte le altre (ricordandoti che sei un tir, quindi ne hai più di quattro a disposizione!!! :D). Poi, eventualmente, se proprio dovrai, se proprio non ci sarà alternativa, magari chissà....

Nel mio caso, il primo giorno senza pensare al suicidio è stato un giorno che non ricordo. Ma so che da quel giorno, sono molto meglio, sebbene come i tuoi, sempre tutti uguali e senza amici. Fortunatamente ho una bella famiglia. Nel periodo più buio però non lo capivo. Non capivo di avere una parte di soluzione tra le mani. Non mi accorgevo di molte cose perchè pensavo solo a quanto sarebbe stato bello chiudere gli occhi per sempre. Non mi accorgevo che gli occhi li avevo già chiusi. E così il cuore. Speravo nell'amore, nell'amicizia ma non mi rendevo conto che non avevo più un cuore dove eventualmente mettere quelle persone.
Le persone, quelle persone, forse, non arriveranno mai. Ma te preparati. Prepara il tuo cuore ad accoglierle e non a morire fisicamente. Devi essere pronto, se e quando succederà. Finora ti sei preparato a morire, forse è il caso di iniziare a prepararsi a vivere. E non solo materialmente che, come detto all'inizio, sei già a posto.
  • 0

crochet-ina
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 25
Iscritto il: 01/03/2018, 17:27
Località: Italia
Genere: Femminile

PrecedenteProssimo

Torna a Forum di aiuto sul Suicidio e sulla Morte

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Reputation System ©'