Organizzare il proprio suicidio

MyHelp: Forum di mutuo aiuto, di prevenzione del suicidio e di gestione delle crisi.
A volte si pensa di non aver più nulla da perdere, nè più motivi di esistere.
E' facile pensarlo se non si ha qualcuno con cui confrontarsi. La vita è piena di insidie, ed è facile perdersi. Ma spesso basta una mano per rimettersi in piedi.
Ma questo è anche un forum sulla Morte, il più grande tabù nella storia dell'essere umano, la paura più grande.

Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda Adrien » 29/05/2019, 14:21



Perchè invece non pensiamo di essere forti? Magari prima lo diciamo solo e poi ce ne convinciamo. Viviamo nella realtá che ci creiamo. Se pensiamo che un giorno il tetto ci crollerà in testa, ci sarà già caduto in testa. Non credete? E magari il tetto è ancora lì, più sano di noi che invece ci stiamo contorcendo le budella lì sotto.


Sì e no. Nel senso, puoi star sicuro che il tetto ti crollerà in testa, specie in quest'epoca. Ma lagnarsi e continuare a lagnarsi non serve, bisogna tirar fuori le palle e affrontare con coraggio tutto quello che la vita ci riserva, che sia il crollo del tetto o qualunque altra cosa.
Non c'è via di fuga, nemmeno il suicidio lo è (ma questo o lo intuite da soli o non ci crederete finché non vi ammazzate).
  • 1

Avatar utente
Adrien
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 1359
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Genere: Maschile

Re: Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda Zenit » 29/05/2019, 16:18



Adrien ha scritto:
Perchè invece non pensiamo di essere forti? Magari prima lo diciamo solo e poi ce ne convinciamo. Viviamo nella realtá che ci creiamo. Se pensiamo che un giorno il tetto ci crollerà in testa, ci sarà già caduto in testa. Non credete? E magari il tetto è ancora lì, più sano di noi che invece ci stiamo contorcendo le budella lì sotto.


Sì e no. Nel senso, puoi star sicuro che il tetto ti crollerà in testa, specie in quest'epoca. Ma lagnarsi e continuare a lagnarsi non serve, bisogna tirar fuori le palle e affrontare con coraggio tutto quello che la vita ci riserva, che sia il crollo del tetto o qualunque altra cosa.
Non c'è via di fuga, nemmeno il suicidio lo è (ma questo o lo intuite da soli o non ci crederete finché non vi ammazzate).

Parole sante


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  • 0

Avatar utente
Zenit
Amico level three
 
Stato:
Messaggi: 117
Iscritto il: 07/05/2019, 12:51
Genere: Maschile

Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda Nexus » 29/05/2019, 16:58



Tante persone si sono riscattate, anche più avanti negli anni, e ora camminano a testa alta e con orgoglio. Sta a noi decidere se bucare la barca e lasciarci affondare oppure remare e cercare di vedere cosa c'è oltre la tempesta. Troppo facile arrendersi.. e comunque secondo me chi sta qui è perché forse anche senza volerlo, vuole un aiuto e ancora ci spera. Chi davvero vuole farla finita sta nel deep web, dove trova davvero le risposte che cerca.
  • 1

Avatar utente
Nexus
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 83
Iscritto il: 18/10/2018, 23:52
Genere: Maschile

Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda Lostinthevoid » 29/05/2019, 17:09



Nexus ha scritto:Tante persone si sono riscattate, anche più avanti negli anni, e ora camminano a testa alta e con orgoglio. Sta a noi decidere se bucare la barca e lasciarci affondare oppure remare e cercare di vedere cosa c'è oltre la tempesta. Troppo facile arrendersi.. e comunque secondo me chi sta qui è perché forse anche senza volerlo, vuole un aiuto e ancora ci spera. Chi davvero vuole farla finita sta nel deep web, dove trova davvero le risposte che cerca.


Non penso sia questione di decidere/scelte, credo che sia una conseguenza a un dolore davvero terribile, un po' come quando ti sparano, ovvio che sanguini
  • 1

:pazzo: La mia pagina Instagram: lost_inthevoid_ :pazzo:

WUBBA LUBBA DUB DUB

Immagine


[30/12/2018] (19:28:00) (Ncd): ognuno ha il suo inferno personale.
Avatar utente
Lostinthevoid
Amico level ten
 
Stato:
Messaggi: 462
Iscritto il: 09/06/2018, 19:01
Località: Sistema solare
Occupazione: Fare la muffa a tempo pieno
Citazione: "Vivo dentro una pelle, dentro una casa.
La taglio, questa pelle, forse così potrò uscire dal mondo."

Dal libro Controvento di Antonio Ferrara
Genere: Maschile

Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda Nexus » 29/05/2019, 17:38



Lostinthevoid ha scritto:
Nexus ha scritto:Tante persone si sono riscattate, anche più avanti negli anni, e ora camminano a testa alta e con orgoglio. Sta a noi decidere se bucare la barca e lasciarci affondare oppure remare e cercare di vedere cosa c'è oltre la tempesta. Troppo facile arrendersi.. e comunque secondo me chi sta qui è perché forse anche senza volerlo, vuole un aiuto e ancora ci spera. Chi davvero vuole farla finita sta nel deep web, dove trova davvero le risposte che cerca.


Non penso sia questione di decidere/scelte, credo che sia una conseguenza a un dolore davvero terribile, un po' come quando ti sparano, ovvio che sanguini

I dolori terribili si affrontano
  • 1

Avatar utente
Nexus
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 83
Iscritto il: 18/10/2018, 23:52
Genere: Maschile

Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda Lostinthevoid » 29/05/2019, 17:42



Nexus ha scritto:
Lostinthevoid ha scritto:
Nexus ha scritto:Tante persone si sono riscattate, anche più avanti negli anni, e ora camminano a testa alta e con orgoglio. Sta a noi decidere se bucare la barca e lasciarci affondare oppure remare e cercare di vedere cosa c'è oltre la tempesta. Troppo facile arrendersi.. e comunque secondo me chi sta qui è perché forse anche senza volerlo, vuole un aiuto e ancora ci spera. Chi davvero vuole farla finita sta nel deep web, dove trova davvero le risposte che cerca.


Non penso sia questione di decidere/scelte, credo che sia una conseguenza a un dolore davvero terribile, un po' come quando ti sparano, ovvio che sanguini

I dolori terribili si affrontano


Credo sia ovvio, ma non è molto immediato, specie se ci hai già provato altre volte e hai visto tutto davanti a te fallire, e specie in caso di depressione, che è ben diversa dalla tristezza
  • 0

:pazzo: La mia pagina Instagram: lost_inthevoid_ :pazzo:

WUBBA LUBBA DUB DUB

Immagine


[30/12/2018] (19:28:00) (Ncd): ognuno ha il suo inferno personale.
Avatar utente
Lostinthevoid
Amico level ten
 
Stato:
Messaggi: 462
Iscritto il: 09/06/2018, 19:01
Località: Sistema solare
Occupazione: Fare la muffa a tempo pieno
Citazione: "Vivo dentro una pelle, dentro una casa.
La taglio, questa pelle, forse così potrò uscire dal mondo."

Dal libro Controvento di Antonio Ferrara
Genere: Maschile

Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda _Wolf_ » 29/05/2019, 17:44



Nexus ha scritto:Tante persone si sono riscattate, anche più avanti negli anni, e ora camminano a testa alta e con orgoglio. Sta a noi decidere se bucare la barca e lasciarci affondare oppure remare e cercare di vedere cosa c'è oltre la tempesta. Troppo facile arrendersi.. e comunque secondo me chi sta qui è perché forse anche senza volerlo, vuole un aiuto e ancora ci spera. Chi davvero vuole farla finita sta nel deep web, dove trova davvero le risposte che cerca.

Concordo al 100%
  • 0

Avatar utente
_Wolf_
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 11
Iscritto il: 14/11/2018, 1:25
Località: Cagliari
Genere: Maschile

Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda _Wolf_ » 29/05/2019, 17:50



Lostinthevoid ha scritto:
Nexus ha scritto:
Lostinthevoid ha scritto:
Nexus ha scritto:Tante persone si sono riscattate, anche più avanti negli anni, e ora camminano a testa alta e con orgoglio. Sta a noi decidere se bucare la barca e lasciarci affondare oppure remare e cercare di vedere cosa c'è oltre la tempesta. Troppo facile arrendersi.. e comunque secondo me chi sta qui è perché forse anche senza volerlo, vuole un aiuto e ancora ci spera. Chi davvero vuole farla finita sta nel deep web, dove trova davvero le risposte che cerca.


Non penso sia questione di decidere/scelte, credo che sia una conseguenza a un dolore davvero terribile, un po' come quando ti sparano, ovvio che sanguini

I dolori terribili si affrontano


Credo sia ovvio, ma non è molto immediato, specie se ci hai già provato altre volte e hai visto tutto davanti a te fallire, e specie in caso di depressione, che è ben diversa dalla tristezza

Fallire diverse volte non significa che poi in futuro prima o poi accadrà di nuovo, c'è anche chi fallisce per anni e anni e poi finalmente si supera l'ostacolo ed è ancora più bello perché sai di esserci riuscito da solo. Finchè si è in gioco si gioca.

E per quanto riguarda la depressione: anche a quella bisogna reagire, come con qualsiasi altra malattia la si deve combattere.
  • 0

Avatar utente
_Wolf_
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 11
Iscritto il: 14/11/2018, 1:25
Località: Cagliari
Genere: Maschile

Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda Lostinthevoid » 29/05/2019, 18:12



_Wolf_ ha scritto:
Lostinthevoid ha scritto:
Nexus ha scritto:
Lostinthevoid ha scritto:
Nexus ha scritto:Tante persone si sono riscattate, anche più avanti negli anni, e ora camminano a testa alta e con orgoglio. Sta a noi decidere se bucare la barca e lasciarci affondare oppure remare e cercare di vedere cosa c'è oltre la tempesta. Troppo facile arrendersi.. e comunque secondo me chi sta qui è perché forse anche senza volerlo, vuole un aiuto e ancora ci spera. Chi davvero vuole farla finita sta nel deep web, dove trova davvero le risposte che cerca.


Non penso sia questione di decidere/scelte, credo che sia una conseguenza a un dolore davvero terribile, un po' come quando ti sparano, ovvio che sanguini

I dolori terribili si affrontano


Credo sia ovvio, ma non è molto immediato, specie se ci hai già provato altre volte e hai visto tutto davanti a te fallire, e specie in caso di depressione, che è ben diversa dalla tristezza

Fallire diverse volte non significa che poi in futuro prima o poi accadrà di nuovo, c'è anche chi fallisce per anni e anni e poi finalmente si supera l'ostacolo ed è ancora più bello perché sai di esserci riuscito da solo. Finchè si è in gioco si gioca.

E per quanto riguarda la depressione: anche a quella bisogna reagire, come con qualsiasi altra malattia la si deve combattere.:





"Bisogna reagire", un depresso vede tutto in nero, non è che possiamo dirgli di "reagire", "sforzarsi", "la vita è bella", "vedrai non fallirai di nuovo."

Sono frasi fatte, risentite e dette ancora e ancora, che peggiorano solo la condizone di una persona.

Questo discorso si collega anche a questa vignetta, riflettete:
Immagine
  • 2

:pazzo: La mia pagina Instagram: lost_inthevoid_ :pazzo:

WUBBA LUBBA DUB DUB

Immagine


[30/12/2018] (19:28:00) (Ncd): ognuno ha il suo inferno personale.
Avatar utente
Lostinthevoid
Amico level ten
 
Stato:
Messaggi: 462
Iscritto il: 09/06/2018, 19:01
Località: Sistema solare
Occupazione: Fare la muffa a tempo pieno
Citazione: "Vivo dentro una pelle, dentro una casa.
La taglio, questa pelle, forse così potrò uscire dal mondo."

Dal libro Controvento di Antonio Ferrara
Genere: Maschile

Organizzare il proprio suicidio

Messaggioda _Wolf_ » 29/05/2019, 18:49



Lostinthevoid ha scritto:
_Wolf_ ha scritto:
Lostinthevoid ha scritto:
Nexus ha scritto:
Lostinthevoid ha scritto:
Nexus ha scritto:Tante persone si sono riscattate, anche più avanti negli anni, e ora camminano a testa alta e con orgoglio. Sta a noi decidere se bucare la barca e lasciarci affondare oppure remare e cercare di vedere cosa c'è oltre la tempesta. Troppo facile arrendersi.. e comunque secondo me chi sta qui è perché forse anche senza volerlo, vuole un aiuto e ancora ci spera. Chi davvero vuole farla finita sta nel deep web, dove trova davvero le risposte che cerca.


Non penso sia questione di decidere/scelte, credo che sia una conseguenza a un dolore davvero terribile, un po' come quando ti sparano, ovvio che sanguini

I dolori terribili si affrontano


Credo sia ovvio, ma non è molto immediato, specie se ci hai già provato altre volte e hai visto tutto davanti a te fallire, e specie in caso di depressione, che è ben diversa dalla tristezza

Fallire diverse volte non significa che poi in futuro prima o poi accadrà di nuovo, c'è anche chi fallisce per anni e anni e poi finalmente si supera l'ostacolo ed è ancora più bello perché sai di esserci riuscito da solo. Finchè si è in gioco si gioca.

E per quanto riguarda la depressione: anche a quella bisogna reagire, come con qualsiasi altra malattia la si deve combattere.:





"Bisogna reagire", un depresso vede tutto in nero, non è che possiamo dirgli di "reagire", "sforzarsi", "la vita è bella", "vedrai non fallirai di nuovo."

Sono frasi fatte, risentite e dette ancora e ancora, che peggiorano solo la condizone di una persona.

Questo discorso si collega anche a questa vignetta, riflettete:
Immagine

Quella vignetta è un po' troppo semplicistica. E tra l'altro uno che sta vicino ad un depresso dovrebbe spronarlo a vedere anche altri lati della vita che in quel momento non riesce a vedere (anche a me è successo, ed ho avuto bisogno di qualcuno dall'esterno che mi facesse vedere lati positivi) Quindi ad un depresso che fai, gli dici di smettere di lottare? Di buttarsi da un ponte perché tanto è SICURO (soprattutto quando ha appena poco più di 20 anni… manco stessimo parlando di 70enni), che andrà sempre peggio e che non ha senso stare neppure a pensarci?

Non esiste gioia se non esiste anche dolore, sono due lati della stessa medaglia. Poi se uno vuol restare a pubblicare faccine tristi su internet per il resto della vita, fino a quando non troverà la forza per andarsene, allora faccia pure, ma io di sicuro se vedo un depresso cerco di spronarlo.
  • 1

Avatar utente
_Wolf_
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 11
Iscritto il: 14/11/2018, 1:25
Località: Cagliari
Genere: Maschile

PrecedenteProssimo

Torna a Forum di aiuto sul Suicidio e sulla Morte

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'