Pensiero costante...soprattutto la notte..

Silenzio tra gli alberi

MyHelp: Forum di mutuo aiuto, di prevenzione del suicidio e di gestione delle crisi.
A volte si pensa di non aver più nulla da perdere, nè più motivi di esistere.
E' facile pensarlo se non si ha qualcuno con cui confrontarsi. La vita è piena di insidie, ed è facile perdersi. Ma spesso basta una mano per rimettersi in piedi.
Ma questo è anche un forum sulla Morte, il più grande tabù nella storia dell'essere umano, la paura più grande.

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda Pioggialieve » 14/04/2019, 22:50



É una sensazione strana sapete..sono a letto e la maggior parte delle volte penso a come cambiarebbe la vita delle persone che mi stanno vicino o semplicemente incontro per strada se Io morissi, la cosa assurda é che riflettendoci la sola risposta che mi do é che non cambierebbe Assolutamente nulla ...si magari la mia famiglia starebbe male ma la loro vita proseguirebbe, con Il tempo, indisturbata..e allora nel pieno Silenzio della mia stanza Mi dixo , perché non farlo? Ma sopratutto come farlo ? Perché occasioni ci sono stando sempre da sola per scelta ....ma non ho il coraggio ....e sopratutto non riesco a trovare un motivo per non farlo...
  • 1

Avatar utente
Pioggialieve
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 6
Iscritto il: 24/03/2019, 23:12
Località: Dubai
Citazione: "Fummo Cosí, travolti dal vento.. verso quel tempo che Ci intrappoló" cit.
Genere: Femminile

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda Benny16 » 15/04/2019, 0:31



Pioggialieve ha scritto:É una sensazione strana sapete..sono a letto e la maggior parte delle volte penso a come cambiarebbe la vita delle persone che mi stanno vicino o semplicemente incontro per strada se Io morissi, la cosa assurda é che riflettendoci la sola risposta che mi do é che non cambierebbe Assolutamente nulla ...si magari la mia famiglia starebbe male ma la loro vita proseguirebbe, con Il tempo, indisturbata..


Questo vale per la maggior parte degli esseri umani. Qualcuno disse che tutti noi moriamo due volte: la prima quando smettiamo di respirare e la seconda quando veniamo dimenticati. L'unico modo per evitarlo è lasciare un segno, qualcosa che ti faccia ricordare. In pochi ci sono riusciti nella storia.
  • 0

If at all God's gaze upon us fall
His mischievous grin, look at him
Avatar utente
Benny16
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 79
Iscritto il: 16/01/2019, 19:28
Genere: Maschile

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda Einstein » 15/04/2019, 7:33



Io vorrei morire per non dover costantemente soffrire per il fatto di non stare più insieme alla mia ragazza.
  • 0

Avatar utente
Einstein
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 1226
Iscritto il: 12/11/2014, 10:11
Località: italia
Genere: Maschile

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda crisbil » 15/04/2019, 9:52



Pioggialieve ha scritto:Perché occasioni ci sono stando sempre da sola per scelta ...


Perché stai sempre da sola "per scelta" ?

Penso che l'origine del malessere e l'essere afflitta da questi pensieri riguardo il farla finita sia collegato sostanzialmente a questo.



Sull'essere ricordati dopo che si è morti (come ha scritto qualcuno) .. boh.. a me pare una delle cose più inutili e superflue che ci possano essere.

Sarebbe importante essere considerati e ricevere dagli altri qualcosa quando si è ancora vivi; dopo morti, che non si esiste più, non vedo che differenza faccia per chi è morto il fatto che qualcuno se ne ricordi o meno. Cioè, l'idea di essere ricordati dopo morti può essere un pensiero consolatorio (come scriveva Foscolo) finché si è vivi (per qualcuno, almeno: a me non mi consolerebbe).. ma da morti .........

Hammurabi è vissuto nell'antica Babilonia quasi 4000 anni .. e di lui ci si ricorda ancora perché gli si deve il primo insieme sistematico di leggi scritte della storia; però visto che dopo che è morto per lui, come per chiunque altro, tutto è cessato d'esistere.. nel concreto non vedo che differenza ci sia rispetto agli altri (sconosciuti e dimenticati per sempre) cittadini morti nella Babilonia di 4000 anni fa.

cioè.. le cose possono essere importanti e avere significato solamente finché si è vivi.. non certo dopo.

che non significa che sia inutile sforzarsi di migliorare il mondo e lasciare qualcosa di positivo in eredità agli altri.. ma che comunque - appunto - eventualmente è qualcosa che si lascia in eredità ad altri.. ma che per sé stessi dopo morti non cambia assolutamente niente.
  • 2

Avatar utente
crisbil
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 1829
Iscritto il: 14/01/2017, 13:12
Genere: Maschile

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda Sasha17 » 15/04/2019, 10:11



Anche io sto pensando lo stesso ma da un'altro punto di vista ossia se davvero riesco a rimanere nel cuore delle persone quando vado via,se mi comprendono,se magari qualcosa che dico gli rimane impressa ma credo che a a me manchi sempre quel qualcosa,che non mi rende importante se sono me stessa.ma solo qualcuno di anonimo,da sbeffeggiare e buttare via.Nel tuo caso penso di non avere un consiglio che potrebbe aiutarti purtroppo ma questo forum è pieno di gente in gamba e sono sicuro che troverai la persona che avrà le parole giuste per te.Non mollare
  • 0

Tranne in alcuni casi a prima vista siamo tutti sani
Avatar utente
Sasha17
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 83
Iscritto il: 08/06/2018, 10:59
Località: Italy
Genere: Femminile

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda Pioggialieve » 15/04/2019, 10:27



Ho provato a non stare sola e la differenza era minima ...Mi Sento perennemente a disagio con gli altri , per il mondo di vedere la vita differente...Io Mi trovo a fare riflessioni particolarmente profonde che mia farebbero le persone che conosco e questo Mi fa sentire ancora più sola ...non posso parlare con nessuno di come sto ne di come percepisco le cose Altrimenti Mi prenderebbero per strana o depressa o chi sa cosa....per questo ho scelto cosi
  • 1

Avatar utente
Pioggialieve
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 6
Iscritto il: 24/03/2019, 23:12
Località: Dubai
Citazione: "Fummo Cosí, travolti dal vento.. verso quel tempo che Ci intrappoló" cit.
Genere: Femminile

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda crisbil » 15/04/2019, 11:52



Pioggialieve ha scritto:Mi Sento perennemente a disagio con gli altri , per il mondo di vedere la vita differente...


Sì, capisco. Ma dipende anche da cosa e come la si vede differentemente. Cioè, alla fine ciò potrebbe essere pure una cosa positiva, che tutti non si vedono le cose esattamente allo stesso modo (anche se non è necessariamente così. dipende da cosa e come, in effetti).



Pioggialieve ha scritto:Io Mi trovo a fare riflessioni particolarmente profonde che mia farebbero le persone che conosco e questo Mi fa sentire ancora più sola .


Sì, capisco. E' una cosa che alla fine ha portato anche me ad isolarmi. A posteriori, però, direi che non è stata la scelta migliore che potessi fare, isolarmi.

Perché alla fine con l'illusione di proteggersi o difendersi in realtà ci si condanna soltanto a non vivere e, dunque, a stare sempre peggio e perdersi sempre di più.
  • 1

Avatar utente
crisbil
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 1829
Iscritto il: 14/01/2017, 13:12
Genere: Maschile

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda Lien » 15/04/2019, 14:50



Pioggialieve ha scritto:É una sensazione strana sapete..sono a letto e la maggior parte delle volte penso a come cambiarebbe la vita delle persone che mi stanno vicino o semplicemente incontro per strada se Io morissi, la cosa assurda é che riflettendoci la sola risposta che mi do é che non cambierebbe Assolutamente nulla ...si magari la mia famiglia starebbe male ma la loro vita proseguirebbe, con Il tempo, indisturbata..e allora nel pieno Silenzio della mia stanza Mi dixo , perché non farlo? Ma sopratutto come farlo ? Perché occasioni ci sono stando sempre da sola per scelta ....ma non ho il coraggio ....e sopratutto non riesco a trovare un motivo per non farlo...


Ciao @Pioggialieve,sai qui nessuno può dirti cosa fare di giusto o sbagliato,possiamo darti spunti di riflessione,dirti la nostra,esporci e cercare di raccontarti le nostre esperienze o solo darti una parte di noi.
Ma le scelte nella vita, alla fine, rimangono sempre e solo a te farle.
Siamo soli nelle scelte ,come in tutto il resto.
Leggendoti io vedo una persona che non potendo esprimere il proprio dolore per molto tempo,abbia perso le parole per descriverlo, e ora stia cercando di farlo esplodere all'esterno,dopo che sia imploso nella tua anima...Io sento questo...
E chiedersi che cosa possa rimanere di te negli altri o cosa cambierebbe nelle loro vite,è solo un modo per rafforzare come in questo momento questo dolore ti fa sentire:invisibile.
Ma tu non sei invisibile!
Sei viva,stai soffrendo, ma questo ti distingue da chi è morto dentro.
Se non trovi un motivo per non farlo,puoi fermarti un attimo a riflettere che un motivo esiste e lo stai accantonando.
Quel motivo sei tu stessa.
Ecco a chi cambierebbe,se fossi viva o morta,solo a te stessa.
A volte è difficile,lo so,vivere per se stessi,se ci guardiamo intorno siamo sicuri che nessuno lo stia facendo per davvero.
Ma solo perchè gli altri sono ciechi,dobbiamo diventarlo anche noi?
Le persone sensibili ,più di tutte,non sono mai cieche dinnanzi alla vita,che è fatta non solo di gioie ma anche dolori.
L'unica persona a cui cambierebbe se fossi viva o morta sei solo tu.
Potresti riflettere su questo,che vivere per gli altri,non potrá mai rendere felice,di una felicitá duratura,una persona.
E non importa se questa ha avuto mille pianti al funerale,mille rose al cimitero o mille ricordi da lasciare.
Di tutto questo,tu non lo potrai mai vedere o sapere.
Della propria vita,il suo valore dobbiamo darglielo noi,non aspettarci che ce lo diano gli altri.
E se non è facile vivere,è proprio questo che il tempo cerca d'insegnarci,che il valore è unico per com'è unica ogni vita.
Non è giusto paragonarsi a figure del passato,a figure famose,per quello che hanno lasciato.
Perchè nonostante tutto erano esseri umani, e non dovrebbero essere valutati solo da quelle impronte che hanno lasciato.Anche loro hanno gioito,sofferto e hanno vissuto come credevano,e se hanno lasciato qualcosa ai posteri,probabilmente nemmeno hanno potuto saperlo.
Come per esempio, Van Gogh o ben altri artisti che in vita loro furono soli e tormentati, non poterono mai gioire della fama,conseguita solo dopo la loro morte.
Il vero punto è questo.
Cosa ti fa svalorizzare la tua esistenza?
Perchè non vuoi sapere cosa puó darti o puoi fare ancora nella tua vita?
Il peso del dolore è un macigno capace di schiacciare l'anima,ma sapendo questo non significa che l'anima non possa trovare la forza di poterlo sollevare e ricominciare a respirare.
Ci vuole più coraggio nel vivere che nel farla cessare.
Io spero solo che queste parole ti siano utili nel farti riflettere e conoscere un 'altra prospettiva da dove vederla.Queste parole hanno solo l'umiltá di essere qui per servire.E nulla più.
Ti mando un caro saluto
  • 0

Avatar utente
Lien
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 52
Iscritto il: 05/02/2019, 20:22
Località: Oriente
Citazione: ..."Come il fiore di loto che nasce dal fango,noi dobbiamo onorare le parti più oscure di noi stessi e le esperienze più dolorose della nostra vita,perchè sono ció che ci permette di generare il nostro io più bello..." Debbie Ford
Genere: Femminile

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda Adry85 » 15/04/2019, 15:24



Pioggialieve ha scritto:É una sensazione strana sapete..sono a letto e la maggior parte delle volte penso a come cambiarebbe la vita delle persone che mi stanno vicino o semplicemente incontro per strada se Io morissi, la cosa assurda é che riflettendoci la sola risposta che mi do é che non cambierebbe Assolutamente nulla ...si magari la mia famiglia starebbe male ma la loro vita proseguirebbe, con Il tempo, indisturbata..e allora nel pieno Silenzio della mia stanza Mi dixo , perché non farlo? Ma sopratutto come farlo ? Perché occasioni ci sono stando sempre da sola per scelta ....ma non ho il coraggio ....e sopratutto non riesco a trovare un motivo per non farlo...


Ciao le tue parole mi lasciano perplesso, ma cosa ti importa se alle altre persone tu interessi o meno, quello che conta è che tu possa coltivare nuove amicizie e nuove relazioni per trovare persone a cui interessi e persone con cui condividere passioni o hobby...

Ti prego di non pensare mai di toglierti la vita, piuttosto riparti da zero e dedica la tua vita agli altri, aiuta i bambini poveri, aiuta gli animali.. ma non sprecare la tua vita cosi... sarebbe davvero un peccato..
  • 0

Adry85
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 5
Iscritto il: 15/04/2019, 15:18
Località: Bergamo
Genere: Maschile

Pensiero costante...soprattutto la notte..

Messaggioda Sting » 15/04/2019, 17:45



Pioggialieve ha scritto:Ho provato a non stare sola e la differenza era minima ...Mi Sento perennemente a disagio con gli altri , per il mondo di vedere la vita differente...Io Mi trovo a fare riflessioni particolarmente profonde che mia farebbero le persone che conosco e questo Mi fa sentire ancora più sola ...non posso parlare con nessuno di come sto ne di come percepisco le cose Altrimenti Mi prenderebbero per strana o depressa o chi sa cosa....per questo ho scelto cosi



Almeno in certi casi non è che la gente non capisce, fa finta di non capire perché non gli fa comodo dimostrare di capire. A volte hanno paura di doverti dare qualcosa se ne hai bisogno. Sono gente strafottenti che non se ne fregano niente di nessuno e che non si vogliono mettere contro quelle persone che gli possono dare qualcosa.
Poi è possibile che a volte soffrono i tuoi stessi mali e ,quando stanno da soli, fanno i tuoi stessi ragionamenti. E poi a te vogliono farti passare per pazza. Figurati che gente.
Per il resto , il tema principale e anche più importante, io non ti dico cosa fare o meno.
Sarebbe inutile, non ti conosco e non so nemmeno se è possibile aiutarti. Non so cosa fare.

Dico solo che i tuoi discorsi suicidari mettono in evidenza che in realtà vuoi vivere.

Dovresti pensare a te e a come fare per andare avanti, io alla tua età stavo male ma comunque me la cavavo. Ovviamente non siamo tutti quanti uguali.
Hai tutto il diritto di vivere e lo devi fare anche se di te non se ne frega nessuno.
Per quello che mi riguarda, io non ti giudicherei nemmeno se tu facessi la prostituta.
Hai tutta la mia comprensione.
Non ti dirò: su con la vita, non arrenderti ecc ecc, credo che servirebbe a poco o niente.

Di sicuro mi dispiace per tutto e hai il mio affetto e la mia solidarietà, per quello che può servirti.
Ciao :)
  • 0

Avatar utente
Sting
Amico level six
 
Stato:
Messaggi: 299
Iscritto il: 13/12/2018, 11:21
Località: Salerno
Genere: Maschile


Torna a Forum di aiuto sul Suicidio e sulla Morte

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'