Se vuoi farla finita, sappi che noi siamo nuovi ogni istante!

MyHelp: Forum di mutuo aiuto, di prevenzione del suicidio e di gestione delle crisi.
A volte si pensa di non aver più nulla da perdere, nè più motivi di esistere.
E' facile pensarlo se non si ha qualcuno con cui confrontarsi. La vita è piena di insidie, ed è facile perdersi. Ma spesso basta una mano per rimettersi in piedi.
Ma questo è anche un forum sulla Morte, il più grande tabù nella storia dell'essere umano, la paura più grande.

Noi siamo nuovi ogni istante!

Messaggioda Royalsapphire » 03/08/2013, 15:40



Capisco che stare a contatto con i problemi, non rende la vita facile, tende anzi a distruggerla, ma in questo caso si deve essere forti e cercare di pensare a cosa si può fare per cambiare un ambiete così sconveniente.
Spesso non ci si conosce molto a fondo, così come non si conoscono tutte le possibilità che si hanno.
Per questo è necessario comunicare ciò che si ha dentro!
Scegliete voi con chi!
  • 0

:tao: :rose: :mask: :luce: :home1:
Avatar utente
Royalsapphire
Admin
 
Stato:
Messaggi: 12725
Iscritto il: 12/11/2012, 19:07
Località: Svizzera
Occupazione: Farmacista e Counselor
Citazione: "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" (Gandhi)
Genere: Femminile

Re: R: Se vuoi farla finita, sappi che noi siamo nuovi ogni istante!

Messaggioda lucauicx » 12/08/2015, 20:51



Ho una domanda ma non so se è il Topic giusto nel caso bacchettatemi. Non so nemmeno come spiegare quello che voglio dire...
Perché la vita è ingiusta nei confronti di chi ha qualche problema? Mi spiego: provate ad accedere la TV. guardate un telefilm qualsiasi. Com'è l'aspetto fisico del protagonista che ha la vita facile? Stupendo! Com'è invece quello dello sfigato? Orrendo. Perché ci si ferma sulle apparenze? Perché nella vita Chi non è bello e ricco è lasciato a marcire? Quante volte in giro si vede gente ignorante come una cozza morta pieno di ragazze ai piedi? Vi racconto questo episodio: ero sul treno suburbano linea 11 di Milano, lo scorso San Valentino, stavo facendo un giro da solo su un treno vuoto cercando di rilassarmi. Il 14/2 è uno dei giorni peggiori per me, si vede la felicità in giro... Felicità che non ho mai provato. Beh insomma, ero su questo treno. Salgono due coppiette poco più grandi di me. I due maschi reggevano in mano una bottiglia di birra. Il primo mi Nota e finge di tirarmela in testa. La ragazza ride e gli dice '' sei un mito'' è io gli avrei detto '' sei un cretino '' ma stavo troppo male. L'altro maschio, spacca la bottiglia in terra apposta e la lascia li. La sua bella donzella ride fino allo spasimo e poi lo bacia. Aspetto fisico dei maschi? Ovviamente stupendo. Belli ma deficenti. Eppure questi hanno il successo.
Arriva il capotreno, gli faccio vedere il mio biglietto e poi va dalle coppiette, ovviamente senza mezzo biglietto, e poi scoprono pure di aver sbagliato treno nonostante siano saliti ad una fermata dove passano solo due linee... Il capotreno li sbatte fuori alla fermata dopo mentre i due maschi lo minacciano. Le ragazze sono estasiate dal '' coraggio'' dei due allocchi, ma alla fine il capotreno riesce a cacciarli. E le ragazze li adoravano come dei. Perché questa gente stupida ha successo solo perché sono belli e apparentemente senza problemi di mente? Perché se uno non è bello e scemo il 99% delle ragazze lo considerano una nullità? Non voglio generalizzare ma... Spero di non essere noioso
  • 0

Prenderò un treno che mi saprà portare lontano, poi un altro, un altro e un altro... fino ad essere il più lontano possibile...magari in un mondo migliore
Avatar utente
lucauicx
Amico level eight
 
Stato:
Messaggi: 353
Iscritto il: 09/08/2015, 20:55
Località: Milano
Genere: Maschile

Re: R: Se vuoi farla finita, sappi che noi siamo nuovi ogni istante!

Messaggioda semplicementeio » 12/08/2015, 22:57



lucauicx ha scritto:Ho una domanda ma non so se è il Topic giusto nel caso bacchettatemi. Non so nemmeno come spiegare quello che voglio dire...
Perché la vita è ingiusta nei confronti di chi ha qualche problema? Mi spiego: provate ad accedere la TV. guardate un telefilm qualsiasi. Com'è l'aspetto fisico del protagonista che ha la vita facile? Stupendo! Com'è invece quello dello sfigato? Orrendo. Perché ci si ferma sulle apparenze? Perché nella vita Chi non è bello e ricco è lasciato a marcire? Quante volte in giro si vede gente ignorante come una cozza morta pieno di ragazze ai piedi? Vi racconto questo episodio: ero sul treno suburbano linea 11 di Milano, lo scorso San Valentino, stavo facendo un giro da solo su un treno vuoto cercando di rilassarmi. Il 14/2 è uno dei giorni peggiori per me, si vede la felicità in giro... Felicità che non ho mai provato. Beh insomma, ero su questo treno. Salgono due coppiette poco più grandi di me. I due maschi reggevano in mano una bottiglia di birra. Il primo mi Nota e finge di tirarmela in testa. La ragazza ride e gli dice '' sei un mito'' è io gli avrei detto '' sei un cretino '' ma stavo troppo male. L'altro maschio, spacca la bottiglia in terra apposta e la lascia li. La sua bella donzella ride fino allo spasimo e poi lo bacia. Aspetto fisico dei maschi? Ovviamente stupendo. Belli ma deficenti. Eppure questi hanno il successo.
Arriva il capotreno, gli faccio vedere il mio biglietto e poi va dalle coppiette, ovviamente senza mezzo biglietto, e poi scoprono pure di aver sbagliato treno nonostante siano saliti ad una fermata dove passano solo due linee... Il capotreno li sbatte fuori alla fermata dopo mentre i due maschi lo minacciano. Le ragazze sono estasiate dal '' coraggio'' dei due allocchi, ma alla fine il capotreno riesce a cacciarli. E le ragazze li adoravano come dei. Perché questa gente stupida ha successo solo perché sono belli e apparentemente senza problemi di mente? Perché se uno non è bello e scemo il 99% delle ragazze lo considerano una nullità? Non voglio generalizzare ma... Spero di non essere noioso

solo 3 cose e in ogni caso siamo OT: 1 Peter Parker dei primi film di Spider Man non è figo ed è comunque l'eroe; 2 Il 15/2 è la festa dei Single e c'è pieno di feste per single fatte apposta per facilitare gli incontri: smetti di piangerti addosso ogni S. Valentino e va a festeggiare S. Faustino. 3 Le tipe del treno sono delle decerebrate e infatti stavano con dei Neanderthal: vuoi una cretina o una donna in gamba? E credimi: prima o dopo se ne accorgono che stanno con dei co*****i.
  • 1

Avatar utente
semplicementeio
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 2801
Iscritto il: 11/04/2015, 17:07
Località: PARMA
Genere: Maschile

Re: R: Se vuoi farla finita, sappi che noi siamo nuovi ogni istante!

Messaggioda samhaim » 12/08/2015, 23:28



lucauicx ha scritto:Ho una domanda ma non so se è il Topic giusto nel caso bacchettatemi. Non so nemmeno come spiegare quello che voglio dire...
Perché la vita è ingiusta nei confronti di chi ha qualche problema? Mi spiego: provate ad accedere la TV. guardate un telefilm qualsiasi. Com'è l'aspetto fisico del protagonista che ha la vita facile? Stupendo! Com'è invece quello dello sfigato? Orrendo. Perché ci si ferma sulle apparenze? Perché nella vita Chi non è bello e ricco è lasciato a marcire? Quante volte in giro si vede gente ignorante come una cozza morta pieno di ragazze ai piedi? Vi racconto questo episodio: ero sul treno suburbano linea 11 di Milano, lo scorso San Valentino, stavo facendo un giro da solo su un treno vuoto cercando di rilassarmi. Il 14/2 è uno dei giorni peggiori per me, si vede la felicità in giro... Felicità che non ho mai provato. Beh insomma, ero su questo treno. Salgono due coppiette poco più grandi di me. I due maschi reggevano in mano una bottiglia di birra. Il primo mi Nota e finge di tirarmela in testa. La ragazza ride e gli dice '' sei un mito'' è io gli avrei detto '' sei un cretino '' ma stavo troppo male. L'altro maschio, spacca la bottiglia in terra apposta e la lascia li. La sua bella donzella ride fino allo spasimo e poi lo bacia. Aspetto fisico dei maschi? Ovviamente stupendo. Belli ma deficenti. Eppure questi hanno il successo.
Arriva il capotreno, gli faccio vedere il mio biglietto e poi va dalle coppiette, ovviamente senza mezzo biglietto, e poi scoprono pure di aver sbagliato treno nonostante siano saliti ad una fermata dove passano solo due linee... Il capotreno li sbatte fuori alla fermata dopo mentre i due maschi lo minacciano. Le ragazze sono estasiate dal '' coraggio'' dei due allocchi, ma alla fine il capotreno riesce a cacciarli. E le ragazze li adoravano come dei. Perché questa gente stupida ha successo solo perché sono belli e apparentemente senza problemi di mente? Perché se uno non è bello e scemo il 99% delle ragazze lo considerano una nullità? Non voglio generalizzare ma... Spero di non essere noioso


si è vero spesso i personaggi dei telefilm sono molto belli, sia quelli maschili che quelli femminili, ma capita anche che in alcuni film i protagonisti non siano dei figoni anzi, siano dei ragazzi timidi e impacciati, oppure siano ragazzi normali, tranquilli, difficilmente il protagonista è un bulletto visto che si fa in modo che lo spettatore si identifichi con il protagonista di turno, questo avviene in svariati telefilm o film, dipende sempre a chi sono orientati, poi dipende sempre di che telefilm stiamo parlando
sicuramente la bellezza aiuta, tu dici che piace la stupidità, in realtà la totale stupidità può portare a una maggiore autostima, bukowski diceva "il problema di questo mondo è che le persone intelligenti sono piene di insicurezze e quelle stupide piene di sicurezze" se un ragazzo è un gran menefreghista, è arrogante e presuntuoso, può apparire a gli occhi di certe ragazze, specie da molto giovani, come un ragazzo molto sicuro di se, alla fine se te ne freghi di tutto non stai tanto a badare a quello che dicono gli altri di te e questo ti porta a non farti certo ostacolare quando vuoi fare qualcosa,
se loro apprezzano tipi cosi vuole dire che sono ragazze adatte a tipi cosi, tu staresti bene con ragazze cosi? non penso se tu ti reputi diverso da loro
il punto non è tanto che se sei sensibile e intelligente le ragazze non ti apprezzano, ma che spesso chi è cosi può non essere subito molto sicuro di se, il che incide in una relazione purtroppo,
alla fine viviamo in un mondo molto superficiale posso solo comprende alla fine parte della tua insoddisfazione, lo provata anche io
  • 0

Avatar utente
samhaim
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 1151
Iscritto il: 21/02/2015, 22:35
Località: prov reggio emilia
Citazione: sono la rovina della mia vita solo un malato poteva rovinarsi come ho fatto io
Genere: Maschile

Noi siamo nuovi ogni istante!

Messaggioda Luke » 22/08/2015, 23:10



nosuffering ha scritto:Nessuna offesa. Continuate a puntare l'attenzione sulle bollette, ma quello è solo un pretesto. Una volta pagata la bolletta ci sarà qualcos'altro, metti pure tu quello che vuoi, gli esempi sicuramente non vi mancano.

In ciò che dico non c'è nessuna retorica, ma molta concretezza. Non seguo questi principi nel senso: "tieni queste belle parole e seguile come un rincoglionito". Ci sono voluti tanti sforzi, sofferenza e molta voglia di liberarsi delle sofferenze che prima mi portavo dietro gratuitamente.

Ripeto. Le bollette di domani non sono un problema, il pignoramento della casa nemmeno. Un giorno, se avrete la fortuna di morire in coscienza, avrete un bagliore di illuminazione e vi renderete conto di quanto illusorio fosse il passato e quanto illusorio fosse il futuro dato che non ne avete più uno su cui sperare.

Il primo passo è ribellarsi alla voce della mente. Senza offesa, ovviamente. Potete mandarmi tranquillamente a cagare e ne avete il pieno diritto.

Sono abbastanza d'accordo sul fatto che la mente condiziona i pensieri , che creano la realtà che ci circonda , pero' è molto difficile per chi ha problemi materiali come la mancanza di lavoro, debiti o malattie invalidanti, mantenere un pensiero positivo e pensare al presente.. se sopratutto è il presente a rappresentare il loro inferno e non il passato , diventa difficile vivere l' attimo, e l'evasione rimane' l'unica valvola di sfogo, l'unica pausa dalla sofferenza ,ecco perche acool e droghe sono tanto diffuse.
Tutti i testi piu moderni di New age, filosofici e buddistico/religiosi ti dicono vivi il presente attimo per attimo , non pensare al passato che non esiste piu , non pensare al futuro che non esiste ancora , ma se il tuo inferno è proprio il presente , che fai ? Non ho ancora trovato una risposta sensata.
  • 1

Avatar utente
Luke
Amico level ten
 
Stato:
Messaggi: 476
Iscritto il: 15/08/2015, 16:52
Località: cagliari
Citazione: l'amicizia è come l'ombra , si vede solo quando splende il sole.
Genere: Maschile

Se vuoi farla finita, sappi che noi siamo nuovi ogni istante!

Messaggioda Premio Nobel » 03/01/2016, 17:18



Immagine
Franco Modigliani, l'unico economista italiano a vincere il Premio Nobel per l'economia, secondo me può spiegare questo problema e dire che in realtà noi ci preoccupiamo giustamente del futuro e del passato e che questo è un modo giusto e desiderabile di comportarsi....
Nell'immagine, mostra il livello di indebitamento ottimale per un individuo ... È questo perchè, trascendendo le spiegazioni economiche, le persone non pensavo giustamente solo al presente, ma cercano di stare bene lungo tutta la loro vita ( e possibilmente anche quella dei propri figli... Altrimenti io non accenderei mai un mutuo per comprarmi casa, ma piuttosto farei sempre serate) e questo è un comportamento maturo e desiderabile ( altrimenti io non risparmierei mai e non potrei farmi su una famiglia)

Tuttavia, vorrei spezzare una lancia a favore dell'argomento "Noi siamo nuovi ogni istante"...
È anche vero che una persona, se vuole stare bene, non si può accontentare di cercare sempre di vivere bene nel futuro, poichè se il futuro non si concretizzerà mai, allora io non vivrò mai bene ( se io risparmio sempre e non spendo mai, questo non è un comportamento buono, perchè non godrei mai del bene che potrei comprarmi, o più idealisticamente, non vivrei mai.... Io risparmio, e faccio sacrifici, proprio per il motivo che "noi siamo nuovi ogni istante", perchè in un futuro, che, sarà un giorno il presente, io potrò consumare quel bene, o comunque vivere meglio.... Non perchè io non possa mai spendere ed accumulare sempre, altrimenti io non mi godo mai la vita)

solitario22 ha scritto:
_Chuck_ ha scritto:I veri traumi, e quelli accumulati per anni, non si cancellano mai. Altro che persone nuove ogni giorno.

purtroppo concordo con Chuck...
è stradifficile combattere il proprio passato se molto tormentato...
La cosa più difficile credo sia quella di cambiare, di cercare di risolvere i problemi sapendo di avere un peso più grande rispetto agli altri e questo gli altri non potranno mai capirlo fin in fondo il tuo peso e sopratutto nessuno potrà facilitare le cose perchè solo tu capisci fin in fondo come stanno le cose e quanto ti pesano, e vedi gli altri che pur facendo cose sbagliate, facendo soffrire altri e cosi via, ottengono quello che vogliono, la loro felicità e tu per loro sei nulla, quello che hai condiviso non è niente..mai esistito...


Infine, secondo me, è vero che il passato è passato, ma non è vero che si può cancellare dall'oggi al domani questi problemi, perchè ciascuno di noi si porta con se sempre qualcosa dal passato ( ad esempio, il colore dei capelli)... È vero che un evento ( come ad esempio il fatto di essere stato picchiato a scuola) non esiste più perchè è finito, ma è anche vero che io stesso continuo ad avere conseguenze su di me ( le lesioni, la mia stima...) che durano nel tempo ( e quindi anche nel futuro di allora, che sarebbe l'oggi di adesso) e quindi mi creano dolore --- altrimenti non avrebbe neanche senso arrestare gli assassini o i ladri, tanto, una volta che il delitto è stato consumato, per me non c'è alcun danno
  • 0

Avatar utente
Premio Nobel
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 916
Iscritto il: 12/07/2015, 18:37
Citazione: La filosofia è come la Russia, piena di paludi e spesso invasa dai tedeschi. (Roger Nimier).
Genere: Maschile

Noi siamo nuovi ogni istante!

Messaggioda Luke » 03/01/2016, 18:30



Davy Jones ha scritto:
nosuffering ha scritto:Il passato non esiste. Questa non è una teoria.

Benissimo, risponderò così quando verranno a pignorarmi le cose per non essere riuscito a pagare delle tasse in passato. Tutto risolto. E io che mi preoccupavo tanto.



sono entrambe verità, e' innegabile che soldi e salute siano aspetti determinanti per avere una certa serenità, ma e' anche vero , che per chi li ha , e' come se non ci fossero e non si e' felici comunque.
La mente umana tende a vivere nel passato, creando spesso malinconia dei tempi che furono e quindi depressione , oppure si nutre di sogni e progetti futuri, che non e' detto che accadano.. creando illusioni e delusioni.
L'unica realtà oggettiva e' il momento presente, quando la mente e' al presente, non esiste sofferenza.
  • 0

Avatar utente
Luke
Amico level ten
 
Stato:
Messaggi: 476
Iscritto il: 15/08/2015, 16:52
Località: cagliari
Citazione: l'amicizia è come l'ombra , si vede solo quando splende il sole.
Genere: Maschile

Se vuoi farla finita, sappi che noi siamo nuovi ogni istante!

Messaggioda La Musica del Vento » 03/01/2016, 21:45



Quoto quoto e ri-quoto il primo post di Royal.
  • 0

Immagine

Memorandum Utenti:
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=64&t=8691
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=58&t=9257#p87097


Avatar utente
La Musica del Vento
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 2938
Iscritto il: 07/10/2014, 15:19
Citazione: Le cose brutte possono accadere, non lo possiamo evitare, ma siete voi a scegliere come affrontarle. – Dr. Beckham (To the bone)
Genere: Femminile

Se vuoi farla finita, sappi che noi siamo nuovi ogni istante!

Messaggioda Stevie » 22/07/2018, 7:48



Royalsapphire ha scritto:Il punto è questo: Non devi pensare che tu sei solo il tuo passato! Non devi scongiurare il fatto che le "cattive esperienze ti hanno reso così" e che tu non puoi farci niente!
Il passato è morto!
E' un cadavere! E se ti ci aggrappi, costringi il presente a vivere indietro anzichè avanti! Noi siamo nuovi ogni istante! Le nostre cellule muoiono e nascono continuamente ogni giorno. Il nostro cervello ci fa morire e rinascere in ogni istante. Si è formata dentro di noi questa maledetta convinzione che la nostra storia sia la causa di ciò che siamo. E così ci convinciamo di essere il personaggio che abbiamno in mente. Ogni volta che ci autodefiniamo, dicendo per esempio "io sono timido", "io sono un insicuro", "io sono un violento", noi stiamo costringendo noi stessi in un clichè! Ci stiamo condannando da soli. Abituiamoci ad eliminare quelle frasi dalla nostra mente che ci fissano solo ad un passato già morto! Cosa voglio dire? Che è inutile rivangare sempre il passato rassegnandoci al nostro destino. E' vero, sicuramente è vero che certe scene ci abbiano segnato, e certe educazioni ci abbiano cresciuto male, ma perchè pensare a questo? Perchè invece non pensiamo al presente? Cioè: "sono timido perchè quando ero molto piccolo...". No! Non dobbiamo fissarci col perchè! Pensiamo semplicemente "sono timido. Cosa posso fare per combattere questa timidezza?". Non dobbiamo pensare che se siamo in un certo modo, non possiamo farci niente. Perchè il passato non è più, e noi siamo abbastanza facoltosi da poterci rinnovare!! Anzichè fossilizzarci in ciò che ci ha reso schiavi, cerchiamo di liberarci da queste catene! Pensiamo più a cosa possiamo diventare, piuttosto che a cosa siamo diventati! [\quote] abbiamo finito con le solite quattro cavolate? Se tutti ti hanno sempre evitato e continuano a farlo anche nel presente? E anche il tuo presente è nero? Non hai un lavoro, vuoi fare sport ma nel tuo paese non esiste nessuno sport di squadra e se vai insieme agli altri fuori paese ti prenderanno comunque in giro perché sei goffa e questo ti impedirà di fare amicizia con loro e alla fine ti eviteranno anche loro, vuoi fare volontariato però non c'è nessuna associazione che ti ispira perché sono tutte fine a se stesse invece tu cerchi qualcosa di più ambizioso qualcosa che abbia uno scopo a lungo termine invece qui esistono solo associazione che aiuta i bambini a studiare e dopo ciò, che hai concluso? E sai che se hai un livello cognitivo inferiore e gli altri se ne rendono conto continueranno ad evitarti sempre e comunque, non avrai mai la possibilità di avere un ragazzo con un livello congnitivo normale perché nessun ragazzo si accollerebbe una responsabilità del genere, inoltre non hai nessun talento particolare non sei brava negli sport perché sei goffa e poco elastica, non sei brava nel disengo, sei un disastro in musica perché sei stonata come una campana, sei un disastro anche al pianoforte (pianola) quando studiavi alle medie, quando provi a cucinare o a creare qualcosa nonostante i tutorial non ti esce quasi mai bene, l'unica qualità che hai e che sei altruista ma nel mondo d'oggi non serve ad un cavolo solo a farti sfruttare e a darti calci in c*lo perché la gente se ne esce con "qualcuno ti ha chiesto il tuo aiuto", oppure c'è chi l'accetta solo per snobbarti di nuovo, che senso ha lottare e pensare al tuo presente sapendo che è una merda anche quello, che senso ha pensare alla tua salute, al tuo aspetto sapendo che probabilmente non potrai avere mai una vita normale, con amicizie ed un ragazzo di un livello cognitivo normale? Io non voglio una vita così, non la voglio punto. In conclusione, a te chi cavolo ti ha detto che il presente di qualcuno possa essere migliore del suo passato e se sono entrambi di merda? Un consiglio se non siete in grado di aiutare queste persone in crisi non fatelo perché le fate sentire solo peggio. Statevene zitti perché fate più bella figura più che dire le solite quattro cavolate che si dicono per consolarle perché non servono a niente, se non a farle stare peggio?



------------------



The point is this: Do not think that you are [b] only [/ b] your past! You must not avoid the fact that the "bad experiences have made you well" and that you can not do anything!
The past is dead!
It 'a corpse! And if you cling to, forcing them to live back instead of forward! We are new every moment! Our cells continuously die and are born each day. Our brain makes us die and be reborn in every moment. It was formed within us the damn belief that our history is the cause of what we are. And so we convince ourselves to be the character that slating in mind. Every time we autodefiniamo, saying for example "I'm shy", "I'm an insecure", "I'm a violent," we are forcing ourselves into a cliché! There are condemning yourself. Let's get used to eliminate those phrases from our minds that we attach only to a past already dead! What do I mean? That it is useless to rehash the past always rassegnandoci to our fate. It 's true, it certainly is true that some of the scenes we have marked, and certain educations we have grown worse, but why think about this? Why not instead think of this? That is: "I'm shy because when I was very small ...". No! We must not stare with why! Just think "I'm shy. What can I do to combat this shyness?". We should not think that if we are in a certain way, we can not help it. Because the past is no longer, and we are wealthy enough that we can renew! Instead fossilize into what has made us slaves, we try to free ourselves from these chains! We think more about what we can become, rather than what we've become!
  • 0

"Tu mi ricordi una ragazza che ti somigliava molto. Fingeva sempre di essere forte per poi mettersi a piangere di nascosto."
- Detective Conan "Il Diario: Prima Parte" -
Avatar utente
Stevie
Amico level eight
 
Stato:
Messaggi: 383
Iscritto il: 26/06/2018, 16:33
Località: Italia
Occupazione: Inoccupata
Citazione: "Non sono le nostre capacità a dimostrare chi siamo, sono le nostre scelte" [Cit: di Silente - Harry Potter]
Genere: Femminile

Precedente

Torna a Forum di aiuto sul Suicidio e sulla Morte

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'