Anche i vostri familiari sono così?

Quante volte ci lasciamo attraversare istintivamente da vergogna e senso di colpa?
In quanti siamo stati abbandonati? In quanti ci ritroviamo oggi completamente soli? In quanti possiamo dire di avere tanti amici quando sorridiamo, ma nessuno accanto quando piangiamo? ...Forse abbiamo qualcosa in comune.
Abbattiamo la solitudine instaurando dei legami forti tra noi, sfogandoci, ascoltandoci e costruendo qualcosa di importante tra noi. Cerchiamo di trarre dalla nostra unione la forza necessaria per rimettere in piedi la nostra vita.

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda Ātman » 22/06/2022, 15:03



Hystèria ha scritto:Ma che notaio, son cazzi altro che. Soprattuto sulle case.


Eh, purtroppo.
  • 0

Avatar utente
Ātman
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 1895
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Genere: Maschile

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda Semir88 » 22/06/2022, 15:04



Penso che un figlio ha la residenza lì da oltre 20 anni ,morti i genitori, ha comunque il diritto di abitazione. Se dimostra che ha sempre pagato le spese dell'alloggio e tutto quanto, nessuno può buttarlo fuori. Se vuole tenersi l'alloggio deve dare comunque la quota di soldi spettante agl'altri del valore dell'immobile. Ma nessuno ti può sbattere fuori...
  • 0

Avatar utente
Semir88
Amico level fifteen
 
Stato:
Messaggi: 716
Iscritto il: 04/04/2020, 20:59
Località: Turin
Occupazione: Single
Genere: Maschile

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda Ātman » 22/06/2022, 15:05



Semir88 ha scritto: Se vuole tenersi l'alloggio deve dare comunque la quota di soldi spettante agl'altri del valore dell'immobile. ...


Esatto. E se non li ha?
Deve solo sperare che la casa valga parecchio per poter trasferirsi altrove dignitosamente, una volta venduta l'abitazione.
  • 0

Avatar utente
Ātman
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 1895
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Genere: Maschile

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda VeraVita » 22/06/2022, 15:59



Semir88 ha scritto:Basta andare da un notaio qualsiasi con 1100 euro fai un testamento olografo pubblicato con scritto che tua madre ti nomina unica erede di tutto il suo patrimonio firmate entrambe ed è valido ( perché l'hai sempre guardata tu) e le tue sorelle vengono automaticamente escluse dall'asse ereditario. Rimane tutto a te e loro se la prendono in quel... posticino :D


Ti ringrazio di cuore ma non è così facile. Ora, per stringere, ti dico che su queste cose dell'eredità ho un po' di esperienza. Mia mamma non può fare una cosa del genere. Può, come ti hanno risposto giustamente, avvantaggiarmi rispetto alle mie sorelle. Facendo ad esempio un testamento ma anche solo cointestandosi il conto con me. La legge in Italia tutela i figli e tutti i figli ereditano almeno 1/3 di tutto. Ciò significa che mia mamma può o avvantaggiare un figlio o dare quella parte in più a qualche parente, amico, animale, oppure, istituti. Non può togliere tutto alle mie sorelle perché loro potrebbero farmi causa. Lederebbe la loro quota di legittima.
Grazie, comunque.
  • 1

VeraVita
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 940
Iscritto il: 04/09/2021, 10:44
Località: Roma
Citazione: "È strano come quando manca qualcosa, il mondo stia sempre a ricordartelo in tutta la sua bellezza"
Genere: Femminile

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda VeraVita » 22/06/2022, 16:00



Ātman ha scritto:
Semir88 ha scritto: Se vuole tenersi l'alloggio deve dare comunque la quota di soldi spettante agl'altri del valore dell'immobile. ...


Esatto. E se non li ha?
Deve solo sperare che la casa valga parecchio per poter trasferirsi altrove dignitosamente, una volta venduta l'abitazione.


Pure se casa mia valesse ricordati che è tutto diviso 4. Io potrei attingere a poco in ogni caso. Una casa dignitosa da comprare costa. Inoltre, il mercato delle case è bello che sceso :"( (almeno, per ora).
  • 0

VeraVita
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 940
Iscritto il: 04/09/2021, 10:44
Località: Roma
Citazione: "È strano come quando manca qualcosa, il mondo stia sempre a ricordartelo in tutta la sua bellezza"
Genere: Femminile

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda Ātman » 22/06/2022, 16:04



VeraVita ha scritto:Pure se casa mia valesse ricordati che è tutto diviso 4. Io potrei attingere a poco in ogni caso. .


Sì, ovviamente dovresti accontentarti di poco, se, a quanto ho capito, non ci sono altri beni da spartire.
  • 0

Avatar utente
Ātman
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 1895
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Genere: Maschile

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda VeraVita » 22/06/2022, 16:32



Hystèria ha scritto:
VeraVita ha scritto:Nella mia famiglia siamo 4 figlie femmine.
La più piccola delle mie sorelle odia la sorella più grande. Non la può proprio vedere e non la può proprio nominare.
Mia madre ha il vizio di parlare troppo.
Nel senso che appena parlo a mia sorella di mia sorella piccola, accade un casino.
A volte neanche mi ricordo di cosa si parla.
Nel senso che spesso parlo con mia sorella grande che sono preoccupata per mia mamma e poi, ci metto in mezzo magari mia sorella piccola.
Oppure, se mia sorella piccola mi fa qualcosa gliela racconto.
Quindi, forse, se mi dice delle cose mia sorella piccola e perché ingigantisce la realtà. O, ha la coda di paglia. Perchè mi dispiace ma ne combina.
Nella mia famiglia di origine (perchè mio padre è passato a miglior vita e mia mamma tanto bene, non sta) comportamenti come: fumare, bere, chiedere continuamente favori, farsi tatuaggi e pearcing.. molto altro, poi.. sarebbero stati mal visti. Io mi ricordo che addirittura solo perché una volta avevo tirato addosso un fumetto (non racconto tutta la storia ma è per farvi capire) a mio padre in faccia, mio padre chiamò il collegio per portarmi via di casa. Solo perché mia madre gli disse di no, non mi ci mandò. Ad ogni modo, mia sorella piccola non fa altro che sminurimi e trattarmi a pesci in faccia. Non posso più parlare di mia sorella grande che mi tratta malissimo. Lei che porta mia madre a fare le sedute spiritiche e io non le dico niente e mi sto zitta per quieto vivere. Quanto sopporto da tutte e 3 le mie sorelle non avete idea.
Ma non avete idea di quanto mi sento triste e sola.
Possibile che è sempre e solo colpa mia?

Ad ogni modo mi chiedevo se anche da voi a casa non si può parlare di nulla.

Grazie a chi mi risponderà ma anche a chi si limiterà a leggere ;)

Io son figlia unica che per me è stata una benedizione. Sono troppo indipendente e ho un carattere particolare, meno gente ho intorno meglio è.
Però ho avuto un sacco di problemi con mia mamma, la mia soluzione è stata andarmene.
Il fatto è che giustamente tu dici che tua mamma non sta bene e non puoi abbandonarla e che le tue sorelle non ti aiutano. Ma sicuramente le tue sorelle lavoreranno/studieranno/avranno una famiglia quindi vuoi o non vuoi la mamma tocca a te.
E' giusto? No. Ci puoi fare nulla? Non penso.
Ora come ora se non te la senti per via di tua mamma mi sembra più che giusto, povera donna, non è un panno vecchio da buttare e ti capisco.
Più che altro devi iniziare a pensare a una cosa. Siete 4 sorelle, quando tua mamma (spero il più tardi possibile) non ci sarà più, quelle altre 3 arpie non è che ti butteranno fuori di casa? Hai un piano di riserva per quando mamma non ci sarà più?
Per me non è il presente che deve impensierirti, se le tue sorelle sono stronze lo sono anche se siete parenti, poco da farci, ma dopo che la mamma non ci sarà più?
Pensa a te stessa tesoro, inizia a farti furba.


Le mie sorelle lavorano, mentre la più grande è mantenuta dal fidanzato. Ad ogni modo, io per andarmene non ho i requisiti. Per carità se mi accontento di un affitto in nero o altro penso di trovare. Ma a me non mi va, sinceramente. A me hanno spesso detto che se stavo così male trovavo la forza di andarmene e di ricominciare. Il problema è che io non vorrei andare a stare peggio ed evitarmi situazioni umilianti e limitanti. C'è chi mi dirà che devo provare ma non mi piace molto buttarmi all'avventura. Perchè quando in passato da più inesperta mi sono buttata a caso, non mi è andata così tanto bene (per altre esperienze). Quindi, si, grazie per la comprensione ma preferisco starmene a casa con mia mamma.
Si, ci penso eccome al futuro e mi intristisce, purtroppo. Perchè una delle mie sorelle è intenzionata a vendere la sua quota di casa, in futuro. Un'altra vuole tenersela e l'altra ancora non ci vuole proprio pensare. Ad ogni modo, io non ci voglio proprio pensare. E, a volte ho detto anche a mamma che spero di morire prima di lei in caso (pure se non voglio in realtà le ho detto questo :"( ). Piani b, non ne ho purtroppo. E, non ci voglio pensare. Spero, nel miracolo, ecco. Nel senso che quando sarà spero di essere coperta. O, comunque, affronterò con coraggio qualsiasi situazione seppur dura :"( ps mi hai fatto ridere, in questa tragedia, quando hai definito arpie le mie sorelle. Grazie, davvero!
  • 0

VeraVita
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 940
Iscritto il: 04/09/2021, 10:44
Località: Roma
Citazione: "È strano come quando manca qualcosa, il mondo stia sempre a ricordartelo in tutta la sua bellezza"
Genere: Femminile

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda VeraVita » 22/06/2022, 16:33



Grazie a tutti per le risposte, davvero!
  • 0

VeraVita
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 940
Iscritto il: 04/09/2021, 10:44
Località: Roma
Citazione: "È strano come quando manca qualcosa, il mondo stia sempre a ricordartelo in tutta la sua bellezza"
Genere: Femminile

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda VeraVita » 22/06/2022, 16:44



Semir88 ha scritto:Penso che un figlio ha la residenza lì da oltre 20 anni ,morti i genitori, ha comunque il diritto di abitazione. Se dimostra che ha sempre pagato le spese dell'alloggio e tutto quanto, nessuno può buttarlo fuori. Se vuole tenersi l'alloggio deve dare comunque la quota di soldi spettante agl'altri del valore dell'immobile. Ma nessuno ti può sbattere fuori...


Si, per carità. Le mie sorelle non mi possono cacciare ma possono vendere la loro quota di casa e non sono due spicci. A me dicono che nessuno si comprerà mai 1/4 di casa. Ma chi può saperlo?
Già se due mie sorelle vedessero 2/4 di casa le cose sarebbero diverse. Insomma, non ci voglio pensare :"( anche perché a casa mia sono affezionata. C'è chi mi dice che essere legata alla casa è la mia maledizione ma se l'alternativa è quella di stare peggio non mi fa impazzire :"( spero tanto che Dio mi aiuti, veramente! Grazie della possibilità di sfogo e delle risposte!
  • 0

VeraVita
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 940
Iscritto il: 04/09/2021, 10:44
Località: Roma
Citazione: "È strano come quando manca qualcosa, il mondo stia sempre a ricordartelo in tutta la sua bellezza"
Genere: Femminile

Anche i vostri familiari sono così?

Messaggioda Mr.Eric » 23/06/2022, 9:30



Hystèria ha scritto:Il fatto è che giustamente tu dici che tua mamma non sta bene e non puoi abbandonarla e che le tue sorelle non ti aiutano. Ma sicuramente le tue sorelle lavoreranno/studieranno/avranno una famiglia quindi vuoi o non vuoi la mamma tocca a te.
E' giusto? No. Ci puoi fare nulla? Non penso.


Ecco, questa è una di quelle robe che mi triggerano da morire. Non ce l'ho con te eh, Hystèria... sia chiaro :imbarazzo: ma mi riferisco proprio al concetto. Concetto che molti danno per scontato e d'obbligo, ma che trovo estremamente ingiusto e in fin dei conti sbagliato. VeraVita ha tutto il diritto di crearsi la propria vita esattamente come hanno fatto le altre sorelle. Non è obbligata ad essere la martire di turno... ha il diritto di vivere liberamente come tutte le altre. Odio le situazioni in cui una persona si ritrova (spesso senza sceglierlo) ad avere tutto il peso sulle spalle mentre chi le sta intorno se ne fotte alla grande. Ora.. ok che le circostanze sono quelle che sono e viene quasi automatico che se ne occupi lei vivendo lì e non lavorando mentre le altre sorelle lavorano/studiano o fanno il diamine che fanno... Ma trovasse (o volesse cominciare) un nuovo percorso di vita, iniziasse a lavorare o trovasse "l'amore", anche lei avrebbe tutto il diritto di fare come tutte le altre. Ovviamente non significa abbandonare la mamma a sé stessa, ma dividersi gli obblighi, doveri e responsabilità in parti uguali tra tutti. Non che VeraVita si tiene l'85% del peso sulle spalle e le altre solo il 5% ognuna. Bella la vita così. Che facciano anche loro qualcosa. E che c***o... non sei la str***a di turno VeraVita. Hai diritto alla serenità e realizzazione personale anche tu come tutti. Che poi tutto ciò che dico lo dico in funzione del tuo caso specifico... fossi figlia unica il discorso sarebbe magari diverso. Ma non lo sei! Poi comunque, a prescindere, l'andare a vivere per i fatti propri e iniziare una propria vita non preclude la possibilità di conciliare le cose. Non devi per forza trovarti un lavoro in Alaska a milioni di km di distanza... avessi la fortuna di trovarti qualcosa lì vicino, potresti vivere lì vicino e aiutare comunque tua mamma... passando a trovarla o facendo tutto quello che devi fare, ma per poi tornare alla tua sacrosanta vita.
  • 0

OMG They killed kenny!! You bastards!!!!

1126
Avatar utente
Mr.Eric
Amico level eleven
 
Stato:
Messaggi: 523
Iscritto il: 07/05/2013, 1:47
Località: Via Lattea
Genere: Maschile

PrecedenteProssimo

Torna a Forum di aiuto sulla Solitudine, Abbandono, Vergogna e Senso di Colpa

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron
Reputation System ©'