Odio la mia vita

Questo forum di aiuto vuole essere una vera casetta della coccola.
"Mi sento troppo triste" quante volte lo hai detto o sentito dentro? Hai mai guardato in faccia il tuo dolore? Qual è la sua voce? Fallo parlare, qui.
Disturbo depressivo, bipolare, maniacale, e altri disturbi dell'umore.
La depressione in particolare è una sofferenza drammatica, dalla quale occorre uscire attraverso la pazienza e la dedizione a noi stessi; ma anche attraverso la fiducia e la vicinanza di chi sa bene come ci si sente. Questo forum è aperto anche a chi è semplicemente triste e ha voglia di sfogarsi.

Odio la mia vita

Messaggioda LaCele » 20/07/2019, 16:11



Buonasera a tutti, cercando su google consigli per la mia situazione sono approdata qui, se qualcuno volesse commentare la mia situazione gliene sarei grata.
Mi ritrovo all’alba dei 30 anni senza aver costruito niente di niente.
Ho fatto l’università, mi sono laureata con successo e poi ho trovato un lavoro che non mi dispiace ma non mi piace, vengo trattata male, lavoro dalla mattina alla sera, devo chiudermi in bagno per mangiare un panino in meno di 10 minuti e non ho nessuna possibilità di emergere, d’altro canto io non mi impegno perché non ho un grande amore verso quello che faccio, posso mollare certo, andare chissà dove senza sapere come mi troverei, fare un lavoro qualsiasi dopo anni di studio per fare questo lavoro e probabilmente prendere meno della metà di ciò che prendo ora. È tutto così ripetitivo e monotono che a volte mi chiedo come faccio ad andare avanti.

Tutti i miei colleghi ed amici sono sposati e con figli, io ho provato a cercare l’amore ma non ci sono riuscita. 6 anni fa avevo la storia che ho sempre sognato, non mi dilungo tanto perché poi è finita e non so nemmeno perché, l’università è finita e ormai viviamo in posti diversi. Continuò a pensarci ogni tanto, non a lui perché ormai è passato troppo tempo e sicuramwnre non ci rivedremo mai più, ma a come era bello stare con qualcuno che amavo veramente. In tutti questi anni non mi è mai più capitato, sono uscita con tante persone diverse senza provare niente di niente, non sono mai riuscita a creare legami con nessun altro. Ora Sto con un ragazzo che essendo più grande di me vorrebbe fare il passo del matrimonio e dei figli, il punto è che non è quello che voglio. Sto con lui ma non abbiamo un bel niente in comune, gli voglio bene ma non lo amo veramente, mi aspetto commenti sul fatto che sono un mostro a stare con una persona che non amo, ma vedete...la prospettiva di vivere da sola per tutta la vita o come ora,con mamma e papà che si chiedono quando comprerò casa e avrò una vita mia, senza portarmi la valigia da una casa in affitto ad un’altra,senza dividere il bagno con ragazze che hanno la metà dei miei anni. Perché in fondo mio fratello, nonostante abbia qualche anno in meno,è già sistemato e sta comprando i mobili per la cameretta del figlio.
Si, è bellissima la filosofia secondo cui ognuno ha i suoi tempi, ma la vita reale è diversa.

Probabilmente non ho sentimenti ne emozioni e tutto ciò che mi piace della vita è quando rientro a casa stanca morta dal lavoro e metto in play il film che ho accuratamente scelto tra una pausa sigaretta e l’altra. Oppure mi piace molto quando compro qualcosa di non necessario per vivere con i soldi che mi sudo. Infondo se pranzi con le patatine perché non sei autorizzato a mangiare sul posto di lavoro ti avanzano un sacco di soldi.

La mia vita è più o meno così: sveglia alle 6:30 e colazione abbondante (l’unico pasto sicuro della giornata è la colazione), lavoro, lavoro e lavoro sforzandomi di non dire quello che penso quando mi mancano di rispetto, il mio pranzo di 5 minuti chiusa in bagno, riprendere a lavorare e tornare a casa alle 20:00 , saltando la cena o mangiando qualcosa di veloce e facile da cucinare, perché dopo 12/13 ore, chi ha voglia mettersi a fare una bella cena? Se sono in vena va bene anche just eat, e spero sempre che il mio ragazzo rimanga a dormire a casa sua, perché non ho voglia di ascoltare come è andata la sua giornata di lavoro, né tanto meno di chiedere alle studentesse sotto esame con cui vivo se per loro è un problema avere ospiti la notte.
Tutto questo è deprimente sebbene mi renda conto che molta gente senza lavoro,sola e senza casa farebbe qualsiasi cosa per avere la mia vita.

In più ormai non sopporto più la prensenza del mio ragazzo che vive fisso a casa mia e che mi chiede di “fare l’amore” quando io vorrei solo vedere il mio film in santa pace, che tanto quando lo facciamo non godo per niente (e non è colpa sua, ma mia, visto che -fatta eccezione per l’unica persona di cui ero davvero innamorata- non ho mai provato piacere con nessuno) si certo, potrei lasciarlo come fanno le persone normali, ma già quando gli chiedo di lasciarmi sola per una ca@@o di notte lui scoppia in lacrime, e io il coraggio non Lo ho, dopo che mi ha dato tutto. Sarebbe più facile se trovasse qualcuna al suo livello e decidesse di tradirmi....che poi io sono senza sentimenti e anche brutta, non capisco cosa ci abbia visto in me per tormentarmi ad accettare di stare con lui.
  • 0

LaCele
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 20/07/2019, 14:30
Località: Nessuna
Genere: Femminile

Odio la mia vita

Messaggioda Sting » 20/07/2019, 16:54



Senti ho letto tutto con attenzione. E alla fine tutto si riduce che devi vedere tu che fare della tua vita. Credo che se non fai delle scelte va a finire che continuando così getti un altro paio di anni per poi dover fare comunque i conti con la realtà.
  • 0

Avatar utente
Sting
Amico level fifteen
 
Stato:
Messaggi: 736
Iscritto il: 13/12/2018, 11:21
Località: Salerno
Genere: Maschile

Odio la mia vita

Messaggioda Riccardina » 20/07/2019, 18:06



Celeste!
  • 0

Trump blasts moralisti's ass, Prime Severgnini escape.

Mister Trump
Immagine
*Fai copia e incolla del codice e vota il glande sondaggio!
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=57&t=16732

E già che ci sei, fai lo stesso con quello del Bunifas!
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=57&t=17308
Avatar utente
Riccardina
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 5178
Iscritto il: 16/07/2014, 12:09
Località: Como
Citazione: Avete votato al glande sondaggio?
viewtopic.php?f=57&t=16732

Anche a quello del Bunifas:
viewtopic.php?f=57&t=17308
Genere: Maschile

Odio la mia vita

Messaggioda Alessioda » 20/07/2019, 20:00



Ciao,
Essere impegnata con un lavoro che non piace per tutte quelle ore deve essere una tortura!
Guadagnerai anche tanto ma intanto mangi panini seduta sul water.
Ovviamente mollare tutto non è la mossa più adeguata, ma guardarti intorno alla ricerca di qualcosa che ti appaghi davvero penso sia ragionevole.
Perseverare poi stando con un ragazzo che non si ama, trovo sia puro masochismo.
Ti fa pena?
Non si sta con una persona per pena, ma per amore.
Continuando così non farai altro che gettare alle ortiche anni e anni della tua vita e ciò che è peggio di
quella del tuo ragazzo che ignaro della situazione non ha nemmeno la possibilità di scegliere se accettare la “tua pena”
Non hai mai pensato che se lo lasciassi dopo un periodo di dolore magari potrebbe incontrare in altra persona, innamorarsi ed essere ricambiato?
Amati di più e ama di più il tuo prossimo.
Mentre ti sto scrivendo mi sono venute in mente le parole e i concetti di un grande uomo, l’ex presidente uruguaiano José Mujica,
Probabilmente lo conosci già, se così non fosse, ti consiglio di cercare su YouTube, credo che la sua straordinaria filosofia in questo momento della tua vita possa fare assolutamente a caso tuo.

Scusa per la mia franchezza.
Ti auguro il meglio.

Alessio.
  • 0

Avatar utente
Alessioda
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 31
Iscritto il: 30/06/2019, 13:53
Località: Italia
Citazione: La vita è quello che ti succede mentre sei impegnato a fare altri programmi.

John Lennon
Genere: Maschile

Odio la mia vita

Messaggioda Benny16 » 21/07/2019, 13:58



Sono stato in una situazione simile alla tua e a lungo andare ho finito per soffrire di ansia e attacchi di panico, perché il mio corpo non ce la faceva più. Per mia fortuna ho trovato una psicoterapeuta che mi ha aiutato a fare la scelta giusta: seguire i miei desideri.
Avevo un contratto a tempo indeterminato con un ottimo stipendio, ma era un lavoro monotono, odiavo il mio capo e stavo via 12 ore al giorno. Mollato.
Ero infognato in una relazione che non mi piaceva e ci restavo solo per amore della routine. Mollata.

Ho ricominciato da zero. Aiutato da quei santi dei miei genitori ho iniziato una mia attività basata sulle mie vere passioni e oggi è diventata il mio lavoro a tempo pieno. Guadagno una frazione di ciò che guadagnavo prima, ma gli affari migliorano e conto di superare quella soglia in uno o due anni.
Ho ripreso a uscire con gli amici di vecchia data. Prima arrivavo al weekend così stanco da non aver voglia di far nulla. Quando uscivo di casa di solito era per vedere quella che allora era la mia ragazza (e quasi sempre litigarci).
Ho ripreso a fare attività fisica. Mi sento più in forma e più in salute di quando avevo vent'anni.
Ho ricominciato a frequentare ragazze solo per svago, senza la minima intenzione di mettere su qualcosa. Non è quello che voglio dalla vita e non me ne frega niente se gli altri si sposano e fanno figli. Io sto bene così.

Lascia perdere quello che credi sia giusto fare a fai quello che ti rende felice.
  • 0

If at all God's gaze upon us fall
His mischievous grin, look at him
Avatar utente
Benny16
Amico level four
 
Stato:
Messaggi: 190
Iscritto il: 16/01/2019, 19:28
Genere: Maschile

Odio la mia vita

Messaggioda LaCele » 01/08/2019, 21:27



grazie a tutti.
prima o poi trovero il coraggio per ripartire da 0, intanto ho trovato svago nella lettura, ogni tanto fa bene leggere e non guardare solo serie tv, anche perche dal nuovo computer non riesco piu a vedere lo streaming grrr.... e mio fratello ha pensato di troncare con netflix (sempre per la storia della sua relazione a tempo pieno)
anche oggi sono uscita dal lavoro alle 20:30, non male però, questa è una di quelle giornate in cui non mi interessa se lavoro come una schiava e non ho voglia di far niente appena rientrata a casa.
in fondo sto gia cercando di trovare la stessa cosa ma con orari piu flessibili. avere il tempo di fare qualcosa per me sarebbe gia un buon inizio per vedere le cose con piu positivita.

il mio ragazzo non. ho voglia di mollarlo, non tanto per il fatto che ormai sua madre mi manda piu messaggi della mia, ma piu che altro perche so che è il meglio che posso avere, nel senso che ho un minimo di intesa con lui che con altri non ho mai trovato. tornare a uscire con uomini che mi fanno rimpiangere di non esser rimasta a guardare le mie serie non mi va, non. piu a 30 anni dai.... lo accettavo a 24,ma ora mi sento ridicola e credo che dovrei smetterla.
  • 0

LaCele
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 20/07/2019, 14:30
Località: Nessuna
Genere: Femminile

Odio la mia vita

Messaggioda Sting » 02/08/2019, 13:50



LaCele ha scritto:grazie a tutti.
prima o poi trovero il coraggio per ripartire da 0, intanto ho trovato svago nella lettura, ogni tanto fa bene leggere e non guardare solo serie tv, anche perche dal nuovo computer non riesco piu a vedere lo streaming grrr.... e mio fratello ha pensato di troncare con netflix (sempre per la storia della sua relazione a tempo pieno)
anche oggi sono uscita dal lavoro alle 20:30, non male però, questa è una di quelle giornate in cui non mi interessa se lavoro come una schiava e non ho voglia di far niente appena rientrata a casa.
in fondo sto gia cercando di trovare la stessa cosa ma con orari piu flessibili. avere il tempo di fare qualcosa per me sarebbe gia un buon inizio per vedere le cose con piu positivita.

il mio ragazzo non. ho voglia di mollarlo, non tanto per il fatto che ormai sua madre mi manda piu messaggi della mia, ma piu che altro perche so che è il meglio che posso avere, nel senso che ho un minimo di intesa con lui che con altri non ho mai trovato. tornare a uscire con uomini che mi fanno rimpiangere di non esser rimasta a guardare le mie serie non mi va, non. piu a 30 anni dai.... lo accettavo a 24,ma ora mi sento ridicola e credo che dovrei smetterla.


Dagli il tempo e lui si scoccerà di te, a quel punto inizieranno i litigi.
  • 0

Avatar utente
Sting
Amico level fifteen
 
Stato:
Messaggi: 736
Iscritto il: 13/12/2018, 11:21
Località: Salerno
Genere: Maschile

Odio la mia vita

Messaggioda _Sehnsucht_ » 03/08/2019, 19:47



LaCele ha scritto:
il mio ragazzo non. ho voglia di mollarlo, non tanto per il fatto che ormai sua madre mi manda piu messaggi della mia, ma piu che altro perche so che è il meglio che posso avere, nel senso che ho un minimo di intesa con lui che con altri non ho mai trovato. tornare a uscire con uomini che mi fanno rimpiangere di non esser rimasta a guardare le mie serie non mi va, non. piu a 30 anni dai.... lo accettavo a 24,ma ora mi sento ridicola e credo che dovrei smetterla.


Mi sembra un discorso molto limitativo, chi stabilisce che a 30 anni si è troppo vecchi per uscire con nuova gente? 30 anni non sono 80. Conosco gente di 34 anni ancora single ma non fa discorsi del genere, semplicemente sa che prima o poi conoscerà qualcuno di adatto. Hai mai considerato l'ipotesi che il non riuscire a stare senza ragazzo sia un bisogno che viene da un disagio interiore e non una vera necessità? si può essere in compagnia anche con delle amiche, se tanto il tuo ragazzo finisce ad essere più un ripiego che una relazione sana, non ha molto senso continuarla, fai male ad entrambi se ci pensi, è come trascinarsi un rapporto disfunzionale che non arricchisce nessuno. Il fatto che non provi piacere nei rapporti non ti disturba? potrebbe esserci un motivo da scavare.
  • 0

"C'era talmente tanta roba nella mia testa, che il mondo fuori lo sentivo appena, passava come un'ombra, la vita era tutta nei miei pensieri." (Baricco)
Avatar utente
_Sehnsucht_
Amico level eight
 
Stato:
Messaggi: 383
Iscritto il: 09/11/2017, 22:55
Località: Toscana
Citazione: “Alla fine, tutte le passioni sono tragiche, tutti i desideri maledetti, perché si ottiene sempre meno di quel che si è sognato.”
Genere: Femminile

Odio la mia vita

Messaggioda LaCele » 10/08/2019, 10:15



_Sehnsucht_ ha scritto:
LaCele ha scritto:
il mio ragazzo non. ho voglia di mollarlo, non tanto per il fatto che ormai sua madre mi manda piu messaggi della mia, ma piu che altro perche so che è il meglio che posso avere, nel senso che ho un minimo di intesa con lui che con altri non ho mai trovato. tornare a uscire con uomini che mi fanno rimpiangere di non esser rimasta a guardare le mie serie non mi va, non. piu a 30 anni dai.... lo accettavo a 24,ma ora mi sento ridicola e credo che dovrei smetterla.


Mi sembra un discorso molto limitativo, chi stabilisce che a 30 anni si è troppo vecchi per uscire con nuova gente? 30 anni non sono 80. Conosco gente di 34 anni ancora single ma non fa discorsi del genere, semplicemente sa che prima o poi conoscerà qualcuno di adatto. Hai mai considerato l'ipotesi che il non riuscire a stare senza ragazzo sia un bisogno che viene da un disagio interiore e non una vera necessità? si può essere in compagnia anche con delle amiche, se tanto il tuo ragazzo finisce ad essere più un ripiego che una relazione sana, non ha molto senso continuarla, fai male ad entrambi se ci pensi, è come trascinarsi un rapporto disfunzionale che non arricchisce nessuno. Il fatto che non provi piacere nei rapporti non ti disturba? potrebbe esserci un motivo da scavare.


Non sono una che non sa stare senza un ragazzo, sono stata single per anni e non ho mai avuto la necessità di averne uno, lo stesso vale per altri tipi di compagnia, pagherei per vivere da sola, e invece no! In questa città di puntinipuntini gli affitti sono troppo alti per una sola persona.
Ora, ho sempre allontanato uomini che tentavo di conoscere dopo la prima uscita, esisteva proprio una differenza abisssale che non reggevo (non differenza intesa come io o lui sono/è superiore/inferiore ma parlo proprio di mondi diversi, nessun argomento in comune)
Sarà che io sono una lobotomizzata senza sentimenti, a cui scivola tutto addosso o forse ho solo interessi un po’ diversi da quelli di chi mi circonda.
Ora, questo ragazzo è L’unica persona con cui penso di avere qualcosa in comune al momento (si, anche io ho avuto gli amici che non dormivano la notte per messaggiare con me sui gruppi di Facebook, visto che all’epoca non tutti avevamo l’iphone con whatssapp, poi però ognuno ha fatto la propria vita) stiamo bene insieme, solo che a volte penso che non è quello che vorrei, ma il mio “quello che vorrei” è forse qualcosa di utopistico e basato esclusivamente sul modello della mia relazione precendente (dopo di cui mi sembra tutto noioso, scontato, una perdita di tempo insomma...)
Psicologicamente mi considero abbastanza nella norma, niente ansia e paranoie, anzi, al contrario, sono la calma in persona, non mi attacco a niente e a nessuno, l’unica ferita che mi portò dietro è quella della mia prima relazione, avevo si e no 19/20 anni e lui era un manipolatore maledetto, nonostante io non fossi convinta di volere qualcosa di più di una o 2 uscite mi ha convinta a stare insieme, ha sempre fatto la vittima anche se uscivo con le amiche invece che con lui, una sera mi ha minacciata con un coltello davanti ad altre persone e un’altra sera mi ha alzato le mani, al che ho messo fine a tutto ma ho vissuto nel terrore per diverso tempo visto che veniva a cercarmi sotto casa e ho dovuto bloccarlo ovunque. Anche ci lui (prima del fattaccio, ovviamente) non provavo nulla, anzi, provavo schifo, mi disturbava parecchio farlo e infatti litigavamo sempre per questa cosa. A ripensare a tutto ciò, effettivamente mi viene da piangere anche se sono passati 10 anni. Se non mi avessero aiutata i miei amici e il mio ex non so ora come e dove sarei.


Ieri poi avevo il giorno libero ma sono dovuta andare lo stesso a lavorare a causa di una mia collega che non si è presentata, oggi lavoro e domani pure. Ho i nervi a pezzi e voglia piangere. Non è nemmeno perché lavoro abbastanza da dimenticarmi del mondo o perché questo lavoro nemmeno mi piace, è perché odio il posto in cui vivo, odio le persone con cui vivo, sento la mancanza dei miei amici, della mia città, del mio passato. Mi stanno dicendo tutti che il passato è passato, ma non ho fatto io questa scelta. Il destino ha voluto così. Ora posso mollare tutto e tornare indietro o fare come una persona come me farebbe, andare avanti contando i giorni che restano alla fine della settimana, del mese, dell’anno, in attesa di riuscire almeno a cambiare città.
  • 0

LaCele
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 20/07/2019, 14:30
Località: Nessuna
Genere: Femminile


Torna a Forum sulla Depressione, sul Dolore, sulla Tristezza e i Disturbi dell'Umore

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Reputation System ©'