La prima volta non si dimentica mai

L'autolesionismo non è spaventoso. È l'affinità al dolore. E' dar voce ai sentimenti che non riescono a uscire, per sentire il dolore che si ha dentro.
Spesso mosso dal senso di colpa e spesso da parte di chi è troppo duro con se stesso: "Finalmente posso punirmi".
Autolesionismo e masochismo, un immenso dolore che non riesce a uscire se non col sangue!
La sezione è nata per trovare, col dibattito, lo sfogo, e il proprio sentire, il problema alla radice o semplicemente per poter parlare di questo problema è sentirsi meno soli.

Moderatore: elle8n

La prima volta non si dimentica mai

Messaggioda Chiamami come ti pare » 14/05/2018, 3:06



Ma la vostra prima volta che vi siete tagliati per cosa lo avete fatto?
Per quanto e con quanta frequenza vi tagliate?
Mentre l'ultima volta?


Che impicciona >///<

Comunque rispondo pure io :sleep: (è assurda qualche risposta, non fateci caso)

1) Un ragazzo mi aveva mollato, io per ripicca mi sono tagliata fotografandomi e inviandogliela
Guarda cosa mi hai fatto fare

Sta foto ha fatto il giro. Me la sono cercata, però ho una certa rabbia.

2) Non molte volte e penso si possano contare sulle dita della mano. Una volta l'ho fatto con il coltello, avevo intenzione di conficcarmelo nel braccio. Poi ho optato per affettarlo.

3)Due giorni fa credo? Piccola crisi dove mi sentivo vuota e indolente. Vado a farmi la doccia per schiarirmi le idee e mi viene un pallino in testa. Esco dalla doccia e mi taglio con le lamette. Un circa sette tagli devono essere.
  • 0

E non chiamarmi artista, ma cazzaro
È chiaro? Io sono cazzaro alla radice


Immagine
[/img]
Avatar utente
Chiamami come ti pare
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 52
Iscritto il: 11/01/2018, 16:19
Località: Palermo
Citazione: Una ragazza è nessuno
Genere: Femminile

La prima volta non si dimentica mai

Messaggioda BlackSwan96 » 14/05/2018, 10:38



1) Eh, chi si ricorda, sono passati circa 7 anni...
2) Lo facevo molto spesso, quasi ogni volta che mi facevo la doccia o il bagno, o quando stavo male e rischiavo di distruggere qualsiasi cosa e mi sentivo esplodere.
3) Seriamente, 2-3 anni fa, solo perchè dove sto ora non trovo niente di adatto, credo.
  • 1

-Mi sono mai arreso quando si è trattato di te?
-No.
-E cosa ti fa pensare che lo farò adesso?
Avatar utente
BlackSwan96
Amico level thirteen
 
Stato:
Messaggi: 620
Iscritto il: 18/07/2013, 21:08
Località: Lombardia
Citazione: "Non odio te. Odio me stessa, per il fatto di non riuscire ad odiarti. Fammi cadere quanto vuoi, io ricorderò solo il momento in cui mi hai teso la mano. "
Genere: Femminile

La prima volta non si dimentica mai

Messaggioda Cuoretriste » 14/05/2018, 16:54



1)la prima volta fu perché presi un’insufficienza e i miei mi fecero sentire una merda, avevo 13/14anni.
2) d’inverno mi taglio di continuo, ora che fa caldo di meno per evitare di far vedere i tagli
3)l’ultima volta è stata qualche giorno fa
  • 1

Cuoretriste
Amico level three
 
Stato:
Messaggi: 127
Iscritto il: 13/07/2017, 11:44
Località: Nowhere
Genere: Femminile

La prima volta non si dimentica mai

Messaggioda Lμcιfεrσ » 29/06/2018, 17:33



1)Tre anni fa, non ce la facevo a sentirmi così poco vivo.
2)Quattro mesi, due volte al giorno.
3)In quel periodo, ma mi manca in questo di periodo.
  • 0

________________________________________________________
Non darti limiti. -Lμcιfεrσ
________________________________________________________
Avatar utente
Lμcιfεrσ
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 952
Iscritto il: 19/08/2017, 23:35
Località: In mezzo a quel deserto oceano
Occupazione: Studente di un Liceo e occasionalmente Sognatore
Citazione: Non darti limiti. -Lμcιfεrσ
Genere: Maschile

La prima volta non si dimentica mai

Messaggioda Lostinthevoid » 29/06/2018, 18:11



1) Non ricordo bene, ricordo solo che sicuramente stavo molto male, sono riuscito a prendere la lametta del temperino e mi sono tagliato per la prima volta;
2) bho, sicuramente tante, avevo in mente anche di farmi delle scottature o di rompermi anche le ossa, ma non l'ho mai fatto;
3) mesi fa, anche se non nego che negli ultimi giorni mi sta tornando voglia, ma cerco di sfogare il tutto in modi diversi.
  • 1

"Quando rido senza muovere il mio viso,
quando piango senza un grido, quando invece vorrei urlare,
quando sogno dietro a frasi di canzoni,
dietro a libri e ad aquiloni, dietro a ciò che non sarà."


La mia page instagram di sfogo: lost_inthevoid_

"A tutti manca qualcosa, persino all'infinito manca la fine."


Immagine


La collezione dei miei ban :lol3: :
1)Ban per bestemmia
2)Ban per flood
Avatar utente
Lostinthevoid
Amico level three
 
Stato:
Messaggi: 114
Iscritto il: 09/06/2018, 20:01
Località: A casa mia!
Citazione: "Il cappio è stretto bene,
spero che il soffitto tiene.
Scherzo, è un suicidio lirico.
Il corpo è vivo ma è morto lo spirito."
Genere: Maschile

La prima volta non si dimentica mai

Messaggioda Lilli » 04/07/2018, 2:38



Ma la vostra prima volta che vi siete tagliati per cosa lo avete fatto?
Sono passati più di 10 anni; ero in un brutto periodo in generale (andavo male a scuola, litigavo spesso coi miei, non avevo amici e non mi sentivo compresa da nessuno) ma a scatenare il gesto è stata una telefonata col mio ragazzo che mi aveva messa di pessimo umore.

Per quanto e con quanta frequenza vi tagliate?
Vado a periodi, in genere lo faccio per qualche mese e poi ho delle pause anche molto lunghe. Nei periodi di crisi resto sulle 2 volte a settimana, non di più.

Mentre l'ultima volta?
Sono passati circa 6 mesi, ma ho notato che col passare del tempo i periodi di pace si stanno accorciando sempre di più.
  • 1

Ma non ero rassicurato. Mi ricordavo della volpe.
Si arrischia di piangere un poco se ci si è lasciati addomesticare.

(Antoine de Saint-Exupéry)
Avatar utente
Lilli
Amico level four
 
Stato:
Messaggi: 153
Iscritto il: 21/02/2016, 22:59
Genere: Femminile

La prima volta non si dimentica mai

Messaggioda Alyen91 » 07/07/2018, 0:13



una notte, avevo sentito parlare di questa pratica, la mia testa era piena di dolore, voci che volevo fare tacere..sono andato in bagno ho rotto una lametta, ho fissato la lama, ho fatto un taglio, senza spingere troppo, stavo provando testando me stesso, la pelle si apre dopo un istante e mi dico,
posso fare di più ne faccio un altro piu profondo e poi un altro ancora spingendo sempre di più la lama, un qualcosa mi dice di fermarmi che sto esagerando, ma poi mi dico devo provarne a fare uno profondo voglio vedere la carne, allora taglio.
la ferita si apre, e si riempe subito di sangue che inizia a colare sul braccio, non sento male. mi viene sonno.
vorrei che il sangue smettesse ma continua a scorrere. scorre e non so cosa fare.
vado da mio padre.
lo chiamo.
lui si sveglia e mi vede con il braccio pieno di sangue.
mi dice cosa hai fatto?
io.. non so rispondergli. vorrei solo che il sangue smettesse di sanguinare. cosi almeno posso dormire non mi interessa di niente nemmeno di me stesso.
mi guarda la ferita.
me la medica. ci vorrebbero almeno un punto, ma non andiamo in ospedale.
dormo con lui.
tutta la notte.
il giorno dopo mi compra delle fascie. mi fascio il braccio dopo averlo disinfettato.
torno a fare il corso copro il mio braccio nascondendolo a gli altri e cerco di non grattarmi le croste. vivo la mia vita. lui non ne ha piu parlato nemmeno io.
  • 1

nell'inferno tutto quello che ho potuto fare é stato diventare un demone.

Adrien ha scritto:dalla solitudine tocca salvarsi da soli.
Avatar utente
Alyen91
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 70
Iscritto il: 21/01/2018, 14:15
Località: Milano
Citazione: Due secondi prima di morire anch'io
Ti sarei venuto incontro a dirti addio
Genere: Maschile


Torna a Forum di aiuto sull'Autolesionismo, Masochismo e Affinità al dolore

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'