come capirsi tramite il dolore

L'autolesionismo non è spaventoso. È l'affinità al dolore. E' dar voce ai sentimenti che non riescono a uscire, per sentire il dolore che si ha dentro.
Spesso mosso dal senso di colpa e spesso da parte di chi è troppo duro con se stesso: "Finalmente posso punirmi".
Autolesionismo e masochismo, un immenso dolore che non riesce a uscire se non col sangue!
La sezione è nata per trovare, col dibattito, lo sfogo, e il proprio sentire, il problema alla radice o semplicemente per poter parlare di questo problema è sentirsi meno soli.

Moderatore: elle8n

come capirsi tramite il dolore

Messaggioda Senzasenso » 21/10/2018, 1:44



Cosa ci porta a provare dolore?
La prima volta che mi sono tagliata è stata 5 anni fa e mi sembra come se fosse stato ieri.Mi sono trovata in quell'azione,mi ha dato pace. La testa gira gira gira e ti sembra di impazzire.La notte non si dorme e ci si sente crollare durante il giorno. Non capisci il perché,il mondo ti schiaccia e ti senti debole e inutile. I tagli mi danno leggerezza in una realtà pesante.Mi fa capire i miei pensieri,me li ordina ,e mi fa sentire completa.Amo le mie cicatrici. Mi punisco,mi eloggio ,mi elodo solo con un gesto. Mi apre la mente .
in 5 anni sono cambiate tante cose,ho capito tanto e ho sbagliato tanto.I tagli mi ricordano questo,ecco. Mi spezza in due il pensiero che gli altri non mi capiscano,mi etichettano e mi evitano. mi sento un sassolino in una montagna.
  • 0

Senzasenso
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 1
Iscritto il: 21/10/2018, 1:22
Località: Sjks
Genere: Femminile

come capirsi tramite il dolore

Messaggioda Lilli » 22/10/2018, 16:20



Io penso che si finisca per conoscersi NONOSTANTE il dolore, e non GRAZIE al dolore; la riflessione è qualcosa che arriva in un secondo momento, non legata ai tagli.
Il dolore fa quello che dici: finchè è presente distrae, stordisce, allontana dalla parte di sè che non è quella fisica. Io quando mi faccio del male sono talmente sopraffatta dalle emozioni che non riesco a pensare nemmeno alle cose più semplici.

Da chi non ti senti capita?
  • 0

Ma non ero rassicurato. Mi ricordavo della volpe.
Si arrischia di piangere un poco se ci si è lasciati addomesticare.

(Antoine de Saint-Exupéry)
Avatar utente
Lilli
Amico level four
 
Stato:
Messaggi: 181
Iscritto il: 21/02/2016, 22:59
Genere: Femminile

come capirsi tramite il dolore

Messaggioda Stevie » 26/10/2018, 15:20



Senzasenso ha scritto:Cosa ci porta a provare dolore?
La prima volta che mi sono tagliata è stata 5 anni fa e mi sembra come se fosse stato ieri.Mi sono trovata in quell'azione,mi ha dato pace. La testa gira gira gira e ti sembra di impazzire.La notte non si dorme e ci si sente crollare durante il giorno. Non capisci il perché,il mondo ti schiaccia e ti senti debole e inutile. I tagli mi danno leggerezza in una realtà pesante.Mi fa capire i miei pensieri,me li ordina ,e mi fa sentire completa.Amo le mie cicatrici. Mi punisco,mi eloggio ,mi elodo solo con un gesto. Mi apre la mente .
in 5 anni sono cambiate tante cose,ho capito tanto e ho sbagliato tanto.I tagli mi ricordano questo,ecco. Mi spezza in due il pensiero che gli altri non mi capiscano,mi etichettano e mi evitano. mi sento un sassolino in una montagna.

Che cosa ti ha portato ad avere la necessità di crollare tanto da tagliarti? Cosa ti è successo? Cosa ti ha portato a tagliarti?
  • 0

"Tu mi ricordi una ragazza che ti somigliava molto. Fingeva sempre di essere forte per poi mettersi a piangere di nascosto."
- Detective Conan "Il Diario: Prima Parte" -
Avatar utente
Stevie
Amico level eight
 
Stato:
Messaggi: 382
Iscritto il: 26/06/2018, 16:33
Località: Italia
Occupazione: Inoccupata
Citazione: "Non sono le nostre capacità a dimostrare chi siamo, sono le nostre scelte" [Cit: di Silente - Harry Potter]
Genere: Femminile


Torna a Forum di aiuto sull'Autolesionismo, Masochismo e Affinità al dolore

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Reputation System ©'