Domande sul proprio autolesionismo

L'autolesionismo non è spaventoso. È l'affinità al dolore. E' dar voce ai sentimenti che non riescono a uscire, per sentire il dolore che si ha dentro.
Spesso mosso dal senso di colpa e spesso da parte di chi è troppo duro con se stesso: "Finalmente posso punirmi".
Autolesionismo e masochismo, un immenso dolore che non riesce a uscire se non col sangue!
La sezione è nata per trovare, col dibattito, lo sfogo, e il proprio sentire, il problema alla radice o semplicemente per poter parlare di questo problema è sentirsi meno soli.

Moderatore: elle8n

Sondaggio conoscitivo

Maschile
14
24%
Femminile
45
76%
 
Voti totali : 59

Domande sul proprio autolesionismo

Messaggioda Royalsapphire » 17/11/2015, 12:56



ATTENZIONE - LEGGI BENE PRIMA DI FARE IL SONDAGGIO:
Assicurati di essere solo e di avere tempo per te stesso, perché ciò che stai per fare non è rispondere a un quiz ma semplicemte parlare e stare con te.

1) Da quanto sei autolesionista? Qual è stato il primo evento scatenante?
2) Cosa usi quando pratichi autolesionismo?
3) Nascondi i segni (cicatrici, tagli, ustioni)? Perché?
4) C’è qualcuno delle persone a te care che è a conoscenza del tuo segreto?
5) Per te l'autolesionismo è un problema? Hai altri problemi?
6) Come ti fanno sentire gli altri intorno a te?
7) Quante crisi hai in media?
8) Conosci nella vita reale una persona con il tuo stesso segreto?
9) Il tuo autolesionismo sfocia anche nel masochismo?
10) Sei mai andata/o dallo psicologo?
11) Chiudendo gli occhi e immaginando di trovarti in una bolla, di che colore è?
12) C'è un luogo che puoi chiamare "casa"? Se sì quale, se no perché?
13) Hai mai pensato che il tuo autolesionismo potesse essere un messaggio che il tuo inconscio ti manda per dirti che stai vivendo una vita sbagliata? Se sì, come pensi potrebbe essere la tua vita alternativa?
14) Cosa provi quando riguardi le tue ferite fresche e/o cicatrici? Le guardi perché ti capita, o perché sei proprio tu a volerle rivedere?

15) Come hai trovato MyHelp e che cosa vuoi in questo momento?
  • 3

:tao: :rose: :mask: :luce: :home1:
Avatar utente
Royalsapphire
Admin
 
Stato:
Messaggi: 13233
Iscritto il: 12/11/2012, 18:07
Località: Svizzera
Occupazione: Farmacista e Counselor
Citazione: "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" (Gandhi)
Genere: Femminile

Sondaggio

Messaggioda Alaska » 17/11/2015, 20:42



1) Da quanto sei autolesionista? Qual è stato il primo evento scatenante?
Il primo evento di reale autolesionismo è avvenuto quando avevo circa 15 anni. La cosa è peggiorata drasticamente solo nel 2014.

3) Nascondi i segni (cicatrici, tagli, ustioni)? Perché?
Alcuni non posso nasconderli perché sono in zone abbastanza evidenti del mio corpo. Ma solitamente mento sulle mie cicatrici, in base al livello di intimità che ho con la persona che fa domande a riguardo, ed altri fattori.

4) C’è qualcuno delle persone a te care che è a conoscenza del tuo segreto?
Un amico intimo. Il mio ragazzo, il fratello del mio ragazzo, e mia madre. Non sanno i motivi e non sanno di tutti gli episodi, comunque.

5) Per te l'autolesionismo è un problema? Hai altri problemi?
So che è un problema perché si dice sia un problema. So che è un problema perché mi dispiacerebbe se un giorno venissi a scoprire che mio figlio o un mio amico stretto si fanno del male. Fa male anche a me. Se ho altri problemi? Certo che ne ho.

6) Come ti fanno sentire gli altri intorno a te?
Spesso le persone non mi danno motivo reale di pensare male di loro, forse sono solo un po' paranoica io, ma ho sempre l'impressione che mi giudichino male. Temo di non piacergli. E spesso quel che faccio per cercare di dare il meno fastidio possibile, finisce con l'essere la causa di malintesi.

7) Quante crisi hai in media?
Crisi? Credo di vivere un intero periodo di crisi, solo che delle volte ha dei picchi profondi, altre volte no. Affronto una reale crisi quando mi confronto con i miei genitori. Affronto una reale crisi quando ho il desiderio di provare del dolore fisico e non posso soddisfarlo. Affronto una reale crisi quando soffro, sto male moralmente, quando le mie paure ed ansie mi sotterranno.

8) Conosci nella vita reale una persona con il tuo stesso segreto?
No.

9) Il tuo autolesionismo sfocia anche nel masochismo?
Ne è parte. Non mi faccio del male per punirmi o per "far uscire il dolore", lo faccio perché mi calma, mi tranquillizza, mi rilassa. Associo questo dolore a delle sensazioni piacevoli. Poi c'è il masochismo sessuale, ma quello è diverso.

10) Sei mai andata/o dallo psicologo?
Sì, quando ero piccola, ma per questioni di affidamento familiare. E poi c'era lo psicologo della scuola, al quale mi rivolsi per questioni banali, pochissime volte. Ora come ora, vorrei trovarne uno del quale fidarmi ed al quale confessare tutto.

11) Chiudendo gli occhi e immaginando di trovarti in una bolla, di che colore è?
Che domanda è? Non so. Direi viola. Ma quando ho provato realmente il questo piccolo test, la bolla ha cambiato colore perché ero indecisa. E' una domanda difficile, anche perché non riesco ad immaginare una bolla che sia diversa da quella classica, trasparente.

12) C'è un luogo che puoi chiamare "casa"? Se sì quale, se no perché?
Casa di mia madre. E' l'unico tetto disponibile che ho sulla testa al momento. Ma sogno di andarmene via di qua. Insieme al mio ragazzo, magari.

15) Come hai trovato MyHelp e che cosa vuoi in questo momento?
Internet. Cercavo esplicitamente un forum per persone con problemi psicologici. Ero iscritta ad un altro, più di un anno fa credo, ma lo trovai poco user friendly come questo, e molto più freddo. Cosa vorrei in questo momento? Essere decisa. Vivere la mia vita di masochista felicemente, senza dar retta a nessuno, oppure vivere normale come tutti gli altri?
  • 2

:tao: I fell in love 情けない
Immagine

次は気をつけよう
って何度も
何度も誓ったのに (何度も誓ったのに)

:tao: I fell in love withダメな guy
次はもう無いでしょ
って何度も
自分に誓ったのに~

Близо́к локото́к, да не уку́сишь.

From the dawn of time to the end of days
I will have to run, away
I want to feel the pain and the bitter taste
Of the blood on my lips, again

This deadly burst of snow is burning my hands,
I'm frozen to the bones, I am
A million mile from home, I'm walking away
I can't remind your eyes, your face
Avatar utente
Alaska
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 45
Iscritto il: 10/11/2015, 17:17
Località: Siberia
Citazione: Adversity is a good teacher.
Genere: Femminile

Alcune domande sul proprio autolesionismo

Messaggioda La Musica del Vento » 24/11/2015, 14:33



1) Da quanto sei autolesionista? Qual è stato il primo evento scatenante?
Da circa 6 anni. Ciò che mi ha portato a farlo è stata l'ennesima litigata in famiglia e i pensieri negativi che mi passavano continuamente in testa. Mi sono sentita totalmente inutile, volevo uccidermi e invece ora non rimangono che piccole cicatrici.

3) Nascondi i segni (cicatrici, tagli, ustioni)? Perché?
Sì, spesso. Perché non voglio che gli altri si preoccupano per me, in questo caso amici e famigliari.

4) C’è qualcuno delle persone a te care che è a conoscenza del tuo segreto?
Sì, le persone che amo e la mia psichiatra.

5) Per te l'autolesionismo è un problema? Hai altri problemi?
Eccome se lo è. Lo so, eppure mi ritrovo a pensare che non voglio guarire.
Il mio autolesionismo è scaturito dalla depressione, ma quella è solo la punta dell'iceberg.

6) Come ti fanno sentire gli altri intorno a te?
Dipende dalle persone, dal momento e da me stessa. So che sono io a giudicarmi ogni volta, e penso che anche gli altri lo facciano, ma questa seconda affermazione il più delle volte esiste solo nella mia testa. Che sia l'ansia sociale, l'umore o altro.

7) Quante crisi hai in media?
Anche questo dipende dal periodo. Negli ultimi mesi circa una volta a settimana.

8) Conosci nella vita reale una persona con il tuo stesso segreto?
Sì, moltissime ma solo nel web.

9) Il tuo autolesionismo sfocia anche nel masochismo?
No.

10) Sei mai andata/o dallo psicologo?
Sì, psicologo, terapeuti, psichiatri... Ci vado ancora.

11) Chiudendo gli occhi e immaginando di trovarti in una bolla, di che colore è?
Blu scura con delle note color indaco. Come la notte.

12) C'è un luogo che puoi chiamare "casa"? Se sì quale, se no perché?
Forse questa in cui sono cresciuta, anche se non la sento del tutto "casa" mia. Il più delle volte mi sento un'estranea, perfino in camera mia (il mio rifugio).

15) Come hai trovato MyHelp e che cosa vuoi in questo momento?
L'ho trovato da sola mentre cercavo un sito in cui potermi sfogare e parlare di tutto quello che mi stavo tenendo dentro.
In questo momento vorrei sentirmi serena, non pensare più al suicidio.
  • 4

Immagine

Memorandum Utenti:
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=64&t=8691
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=58&t=9257#p87097


Avatar utente
La Musica del Vento
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 2972
Iscritto il: 07/10/2014, 14:19
Citazione: Per stare con se stessi bisogna imparare la cosa più importante: annullare il tempo. Il tempo non c'è per le leggi dell'anima. Saper aspettare qualcosa che non sappiamo cos'è è la prima legge. —R.Morelli
Genere: Femminile

Alcune domande sul proprio autolesionismo

Messaggioda Pippi Calzelunghe » 26/12/2015, 16:53



1) Da quanto sei autolesionista? Qual è stato il primo evento scatenante?
Da quando avevo 11 anni.

3) Nascondi i segni (cicatrici, tagli, ustioni)? Perché?
Si, non voglio essere giudicata.

4) C’è qualcuno delle persone a te care che è a conoscenza del tuo segreto?
Il mio ragazzo e il mio psichiatra.

5) Per te l'autolesionismo è un problema? Hai altri problemi?
Non è un problema per me... sono io stessa il mio problema.

6) Come ti fanno sentire gli altri intorno a te?
Spesso a disagio.

7) Quante crisi hai in media?
Dipende dai periodi, per una persona a me cara non lo faccio spesso.

8) Conosci nella vita reale una persona con il tuo stesso segreto?
Si.

9) Il tuo autolesionismo sfocia anche nel masochismo?
Si.

10) Sei mai andata/o dallo psicologo?
Yep.

11) Chiudendo gli occhi e immaginando di trovarti in una bolla, di che colore è?
Nera.

12) C'è un luogo che puoi chiamare "casa"? Se sì quale, se no perché?
La mia testa, è dove sono al sicuro.

13) Hai mai pesato che il tuo autolesionismo potesse essere un messaggio che il tuo inconscio ti manda per dirti che stai vivendo una vita sbagliata? Se sì, come pensi potrebbe essere la tua vita alternativa?
Non posso immaginare una vita diversa da quella che faccio.


15) Come hai trovato MyHelp e che cosa vuoi in questo momento?
Cercando "metodi di suicidio" su Google... Ora vorrei un dolcetto al cioccolato, ma non posso mangiarlo
  • 2

:'( :pazzo: :rotelle: :giveup:
https://gifs.com/gif/yx7epe :rock:
Avatar utente
Pippi Calzelunghe
Amico level seven
 
Stato:
Messaggi: 330
Iscritto il: 30/09/2014, 9:25
Località: Nei campi
Occupazione: Cotoletta di pollo
Genere: Femminile

Alcune domande sul proprio autolesionismo

Messaggioda Royalsapphire » 01/01/2016, 20:59



Ragazzi, mi sono accorta ora dell'assenza di due domande importanti. Le ho quindi aggiunte, ma non di seguito alle altre, bensì in posizione 2 e 14. Chi vuole può completare la consegna e rispondere ora alle domande numero 2 e 14 che verranno successivamente integrate al proprio topic.
  • 0

:tao: :rose: :mask: :luce: :home1:
Avatar utente
Royalsapphire
Admin
 
Stato:
Messaggi: 13233
Iscritto il: 12/11/2012, 18:07
Località: Svizzera
Occupazione: Farmacista e Counselor
Citazione: "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" (Gandhi)
Genere: Femminile

Alcune domande sul proprio autolesionismo

Messaggioda La Musica del Vento » 02/01/2016, 11:58



Grazie Royal per l'aggiornamento.

2) Cosa usi quando pratichi autolesionismo?
Coltelli, lamette, unghie.
14) Cosa provi quando riguardi le tue ferite fresche e/o cicatrici? Le guardi perché ti capita, o perché sei proprio tu a volerle rivedere? Quando guardo le ferite fresche provo dei sentimenti contrastanti: da un lato la pace, un senso di tranquillità, dall'altro tristezza e delusione verso me stessa. Con le cicatrici è diverso, a volte le guardo perché voglio guardarle e a quel punto mi sento fragile ma forte al tempo stesso.
  • 0

Immagine

Memorandum Utenti:
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=64&t=8691
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=58&t=9257#p87097


Avatar utente
La Musica del Vento
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 2972
Iscritto il: 07/10/2014, 14:19
Citazione: Per stare con se stessi bisogna imparare la cosa più importante: annullare il tempo. Il tempo non c'è per le leggi dell'anima. Saper aspettare qualcosa che non sappiamo cos'è è la prima legge. —R.Morelli
Genere: Femminile

Domande sul proprio autolesionismo

Messaggioda Lama » 26/01/2016, 14:45



1) Da quanto sei autolesionista? Qual è stato il primo evento scatenante?
_pochissimo, ci sono appena caduta. mi si è spezzato il cuore.

2) Cosa usi quando pratichi autolesionismo?
_cutter, forbicine, sigaretta.

3) Nascondi i segni (cicatrici, tagli, ustioni)? Perché?
_si certo, non ho nessuna voglia di dover dare spiegazioni.

4) C’è qualcuno delle persone a te care che è a conoscenza del tuo segreto?
_no, assolutamente.

5) Per te l'autolesionismo è un problema? Hai altri problemi?
_...non saprei. mi piace bere per stordirmi e non pensare.

6) Come ti fanno sentire gli altri intorno a te?
_inutile, inadeguata.

7) Quante crisi hai in media?
_non so. non molte.

8) Conosci nella vita reale una persona con il tuo stesso segreto?
_no.

9) Il tuo autolesionismo sfocia anche nel masochismo?
_nello specifico, per me coincidono.

10) Sei mai andata/o dallo psicologo?
_no.

11) Chiudendo gli occhi e immaginando di trovarti in una bolla, di che colore è?
_...boh?! forse azzurra.

12) C'è un luogo che puoi chiamare "casa"? Se sì quale, se no perché?
_casa dei miei, dove ho sempre vissuto.

13) Hai mai pesato che il tuo autolesionismo potesse essere un messaggio che il tuo inconscio ti manda per dirti che stai vivendo una vita sbagliata? Se sì, come pensi potrebbe essere la tua vita alternativa?
_la mia è sicuramente una vita sbagliata. ma la sola alternativa è la morte.

14) Cosa provi quando riguardi le tue ferite fresche e/o cicatrici? Le guardi perché ti capita, o perché sei proprio tu a volerle rivedere?
_le voglio rivedere, ma non so cosa provo.

15) Come hai trovato MyHelp e che cosa vuoi in questo momento?
_ricerca in Rete. vorrei solo non svegliarmi più.
1
  • 0

Avatar utente
Lama
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 26
Iscritto il: 24/01/2016, 2:04
Località: Savona
Genere: Femminile

Domande sul proprio autolesionismo

Messaggioda dolce » 26/01/2016, 22:01



1 Da quanto sei autolesionista? Qual è stato il primo evento scatenante?
quando avevo iniziato le scuole superiori ho cominciato a tagliarmi evento che si e scatenato quando mia madre se ne andata e mio padre he mi vietava tutto varie volte o smesso ma ricominciavo

2 Cosa usi quando pratichi autolesionismo?
forbici, trincetto

3 Nascondi i segni (cicatrici, tagli, ustioni)? Perché?
si cerco di nasconderli perche non ho voglia di dire perche lo faccio

4) C’è qualcuno delle persone a te care che è a conoscenza del tuo segreto?
si il mio secondo babbo i miei amici

5) Per te l'autolesionismo è un problema? Hai altri problemi?
non saprei perche mi fa stare bene tagliandomi

6) Come ti fanno sentire gli altri intorno a te?
innutile una rompi scatole

7) Quante crisi hai in media?
ogni tanto

8) Conosci nella vita reale una persona con il tuo stesso segreto?
noo

9) Il tuo autolesionismo sfocia anche nel masochismo?
no

10) Sei mai andata/o dallo psicologo?
avevo un spicologo di scuola ogni tanto ci vado

11) Chiudendo gli occhi e immaginando di trovarti in una bolla, di che colore è?
il colore della mia bolla e nero

12) C'è un luogo che puoi chiamare "casa"? Se sì quale, se no perché?
si a casa del mio amico o la vicina di casa o il mio secondo babbo

13) Hai mai pesato che il tuo autolesionismo potesse essere un messaggio che il tuo inconscio ti manda per dirti che stai vivendo una vita sbagliata? Se sì, come pensi potrebbe essere la tua vita alternativa?
si decisamente la mia vita e tutta sbagliata la vita alternativa se potessi cambiarla cercare di essere piu libera senno sceglierei la morte

14) Cosa provi quando riguardi le tue ferite fresche e/o cicatrici? Le guardi perché ti capita, o perché sei proprio tu a volerle rivedere?
si mi capita molto spesso di rivedere le cicatrici non so x quale motivo lo guardo

15) Come hai trovato MyHelp e che cosa vuoi in questo momento?
cercavo un posto x sfogarmi e ho trovato questo sito in questo momento cerco un po di serenita e compagnia e una famiglia e cercare di essere me sessa
  • 1

ti voglio tanto bene angelo piero
Avatar utente
dolce
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 1035
Iscritto il: 06/08/2015, 13:17
Località: arezzo
Genere: Femminile

Domande sul proprio autolesionismo

Messaggioda Lilli » 24/02/2016, 1:03



Rispondo anche se ormai non pratico più atti di autolesionismo da anni. Credo sia una buon modo per ricordare perché lo facevo, cosa provavo e quali erano i risultati.

1) Da quanto sei autolesionista? Qual è stato il primo evento scatenante?
Ho iniziato a circa 15 anni e ho continuato fino ai 18. A farmi iniziare è stato in realtà un periodo particolarmente difficile, in cui mi sono trovata a dover fronteggiare la depressione dovuta a problemi in ogni ambito della mia vita (sentimentale, scolastico, familiare ecc...)

2) Cosa usi quando pratichi autolesionismo?
Usavo principalmente coltelli o oggetti acuminati.

3) Nascondi i segni (cicatrici, tagli, ustioni)? Perché?
Nascondevo tutto, perché non volevo che i miei genitori sapessero cosa facevo e che i miei coetanei mi considerassero una fuori di testa. Già per loro ero "quella strana", figuriamoci se avessero saputo che mi facevo del male da sola.

4) C’è qualcuno delle persone a te care che è a conoscenza del tuo segreto?
Il mio ragazzo dell'epoca lo sapeva; il problema è che era anche lui autolesionista. Mia madre e mio padre avevano capito ma non hanno mai provato a parlarne con me, solo una volta mi hanno chiesto cosa mi fossi fatta e, alla mia risposta palesemente finta, si sono arrabbiati.

5) Per te l'autolesionismo è un problema? Hai altri problemi?
L'autolesionismo era, lo so che sembra strano, un'ottima -momentanea- soluzione ai miei problemi. Vivevo una depressione molto profonda ed avevo un grandissimo e perenne senso di colpa... quando mi facevo del male stavo molto meglio, mi sembrava di aver ricevuto la giusta punizione per il mio essere inadeguata e il mio umore migliorava decisamente, almeno per qualche giorno.

6) Come ti fanno sentire gli altri intorno a te?
Di sicuro non mi sentivo accettata e compresa per quello che ero, sia da parte dei miei genitori che da parte dei miei coetanei. Per i miei ero una figlia difficile, soprattutto se confrontata con mia sorella, per i miei coetanei ero una strana, diversa, ed a parte un piccolo gruppo di amici tendevano ad escludermi.

7) Quante crisi hai in media?
Non ricordo con precisione... comunque credo lo facessi una volta ogni mese o due, giù di lì.

8) Conosci nella vita reale una persona con il tuo stesso segreto?
Conoscevo una ragazza che ne parlava ogni tanto e diceva di aver smesso, ma non le ho mai detto che anche io lo facevo... credo mi vergognassi e non volessi sembrare una squilibrata o cose così.

9) Il tuo autolesionismo sfocia anche nel masochismo?
Non credo.

10) Sei mai andata/o dallo psicologo?
Sì, sono andata, e devo dire che in qualche modo mi ha aiutata.

11) Chiudendo gli occhi e immaginando di trovarti in una bolla, di che colore è?
Se ripenso a quel periodo direi bolla nerissima, opaca ed infrangibile.

12) C'è un luogo che puoi chiamare "casa"? Se sì quale, se no perché?
No; come allora non c'è nessun posto in cui mi senta come ci si dovrebbe sentire a casa propria.

13) Hai mai pesato che il tuo autolesionismo potesse essere un messaggio che il tuo inconscio ti manda per dirti che stai vivendo una vita sbagliata? Se sì, come pensi potrebbe essere la tua vita alternativa?
In realtà no, il messaggio che arrivava era che fossi sbagliata io, non la vita che vivevo.

14) Cosa provi quando riguardi le tue ferite fresche e/o cicatrici? Le guardi perché ti capita, o perché sei proprio tu a volerle rivedere?
Non provavo niente, anzi forse un certo sollievo a ricordare come mi avevano fatta stare bene. Le guardavo, ma niente di morboso.

15) Come hai trovato MyHelp e che cosa vuoi in questo momento?
Ora come ora chiacchierare e confrontarmi con persone che possono capirmi e che io posso capire. Forse se all'epoca fosse esistito myhelp mi avrebbe dato una bella mano.
  • 1

Ma non ero rassicurato. Mi ricordavo della volpe.
Si arrischia di piangere un poco se ci si è lasciati addomesticare.

(Antoine de Saint-Exupéry)
Avatar utente
Lilli
Amico level four
 
Stato:
Messaggi: 188
Iscritto il: 21/02/2016, 21:59
Genere: Femminile

Domande sul proprio autolesionismo

Messaggioda Mareneve » 05/04/2016, 17:07



Ciao a tutti, mi sono iscritta da poco e ringrazio Royalsapphire perché questo sondaggio mi ha permesso di chiarire le idee a me stessa su questo delicato argomento. Ed è anche un modo per superare la paura di raccontare un'esperienza così dolorosa e suscettibile di vergogna.
Leggere le storie degli altri mi ha dato in qualche modo una spinta a voler uscire dall'autolesionismo e solo per questo ho deciso di rispondere alle domande :)

1) Da quanto sei autolesionista? Qual è stato il primo evento scatenante?
Sono autolesionista da circa 3 anni (ho 28 anni). La prima volta che mi sono fatta del male è stata a causa del mio ex ragazzo che voleva tapparmi la bocca ogni volta che mi faceva soffrire. Ad ogni litigio non potevo esprimere la mia rabbia, le mie opinioni, i miei sentimenti, perché se capitava in pubblico dovevamo dare un’immagine di coppia tranquilla alla gente (come se gliene importasse qualcosa) e se capitava in privato mi ignorava totalmente lasciando la sua come ultima parola. L’oppressione, la censura, il controllo di questa persona su di me mi portavano a graffiarmi per sfogarmi, non avendo la forza di lasciarlo…parlare con lui, urlare, sbraitare, o cose simili, era come farlo davanti a un muro, pur essendo a conoscenza del problema.

2) Cosa usi quando pratichi autolesionismo?
Fino a un mese fa mi graffiavo con le mani, ma adesso uso delle forbici.

3) Nascondi i segni (cicatrici, tagli, ustioni)? Perché?
Sì, li nascondo perché non voglio far preoccupare le persone che mi stanno vicino, non voglio che mi facciano domande guardandomi con la faccia sconcertata e anche perché me ne vergogno.

4) C’è qualcuno delle persone a te care che è a conoscenza del tuo segreto?
Sì, mia madre e le mie due migliori amiche.

5) Per te l'autolesionismo è un problema? Hai altri problemi?
Altroché se è un problema! E’ un problema enorme e vorrei uscirne perché non è questo il modo corretto di affrontare la vita. Il problema principale è la depressione, già causata da problemi di salute e peggiorata da ingiustizie varie, connesse ai legami d’amore, d’amicizia e con la società.

6) Come ti fanno sentire gli altri intorno a te?
Fino a qualche anno fa ero sempre vittima di bullismo psicologico che mi ha portata all’isolamento: sei brutta, fai schifo, sei secchiona, sei asociale, ecc. Mi sono liberata di questo a un certo punto, ma adesso gli altri mi fanno sentire come la stupida della situazione, come quella che non è capace di badare a se stessa o di prendere decisioni, solo perché non sono in costante agitazione per tutto ma mi piace stare tranquilla ad osservare e quando serve intervenire. La società ci spinge alla frenesia e al voler accaparrare tutto e subito, mentre io vorrei solo stare in pace, non capisco che bisogno c’è di correre tanto fino a calpestare i cadaveri degli altri. Alla gente non passa neanche per l’anticamera del cervello che se qualcuno è silenzioso e pacato magari c’è un motivo, come quello di voler zittire un fastidio provocato da un dolore intenso, causato a sua volta da una malattia; ma al di là di questo si potrà avere il diritto di non essere ansiosi?! Il diritto di essere controcorrente e di non pensarla come tutti e di voler mantenere saldi determinati principi?!
Ripongo troppa fiducia nel prossimo e mi metto sempre a completa disposizione, sia nei rapporti d’amicizia che in quelli d’amore ed è per questo che si approfittano sempre della mia bontà e anche ingenuità, fino a portarmi all’esasperazione e a farmi credere di essere pazza nel momento in cui mi ribello.

7) Quante crisi hai in media?
Fino a quando mi graffiavo succedeva a distanza di settimane o mesi, ma nell’ultimo mese il problema si è aggravato e mi taglio quasi ogni giorno, anche più volte al giorno.

8) Conosci nella vita reale una persona con il tuo stesso segreto?
No.

9) Il tuo autolesionismo sfocia anche nel masochismo?
No, non provo nessun piacere nel dolore, solo un sollievo momentaneo perché il taglio mi aiuta a scaricare la tensione.

10) Sei mai andata/o dallo psicologo?
Sì, è un aiuto grandissimo.

11) Chiudendo gli occhi e immaginando di trovarti in una bolla, di che colore è?
Trasparente.

12) C'è un luogo che puoi chiamare "casa"? Se sì quale, se no perché?
Sì, la mia casa è la mia famiglia.

13) Hai mai pensato che il tuo autolesionismo potesse essere un messaggio che il tuo inconscio ti manda per dirti che stai vivendo una vita sbagliata? Se sì, come pensi potrebbe essere la tua vita alternativa?
Non credo di capire bene il senso della domanda: il fatto che l’inconscio voglia mettermi in guardia sulla correttezza della mia vita ci sta, ma perché dovrebbe farlo con l’autolesionismo? Questo significherebbe che c’è qualcosa da punire. Per quanto mi riguarda sicuramente esiste la rabbia verso me stessa per come affronto lo stesso tipo di situazioni, ma si tratta specialmente di rabbia repressa verso la persona che mi fa del male, quindi senso di impotenza e voglia di liberarsi dei pensieri ossessivi, della malattia, delle emozioni, a volte anche desiderio di morire per non soffrire più, ma non perché la mia vita è sbagliata, anzi credo che siano gli altri a non tollerare la diversità e l’unicità dell’essere umano. Gran parte della gente è dotata di un’alta dose di cattiveria, in tutti i campi, che mi fa spesso dubitare sul senso della vita e mi fa sentire inadatta a sopportare la sofferenza di questo mondo.

14) Cosa provi quando riguardi le tue ferite fresche e/o cicatrici? Le guardi perché ti capita, o perché sei proprio tu a volerle rivedere?
A volte mi capita di guardare di proposito le cicatrici per ricordarmi di ciò che mi ha spinto a tagliarmi l’ora prima o il giorno prima. Quando le guardo da un lato vorrei infierire di nuovo per vedere uscire il sangue, dall’altro lato penso che sia crudele arrivare a farsi del male per colpa di persone e/o situazioni esterne.

15) Come hai trovato MyHelp e che cosa vuoi in questo momento?
In un momento di crisi acuta cercavo su internet qualcosa che parlasse dell’autolesionismo e ho trovato un sito che consigliava MyHelp forum.
In questo momento vorrei trovare una soluzione migliore al tagliarmi, vorrei uscire dal rituale del massacro che si compie ogni qualvolta sento il bisogno di essere un robot insensibile, vorrei evitare di infierire ancora di più lì dove ho già dolore.
  • 0

Avatar utente
Mareneve
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 30
Iscritto il: 02/04/2016, 21:57
Località: Catania
Genere: Femminile

Prossimo

Torna a Forum di aiuto sull'Autolesionismo, Masochismo e Affinità al dolore

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'