Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Scheletri nell'armadio. Questa piccola stanza di MyHelp è accogliente come una caramella buona.
Sei vittima di abusi? Parlane su MyHelp con chi sa capirti. Potrai aiutare chi si trova nella tua stessa situazione.
Gli stupri e la violenza fisica su donne e minori sono all'ordine del giorno. A chi è, o è stato, vittima di maltrattamenti, diciamo: DENUNCIATE !!! Avete il potere e il diritto di difendervi!! E non sarete soli nel pericolo!

Moderatore: elle8n

Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Messaggioda Royalsapphire » 25/04/2014, 16:58



Prima di leggere l'articolo, sappi che il tuo aiuto è importante. Se hai delle informazioni in più sull'argomento, per favore condividile rispondendo a questo topic, saranno utili a tanta gente che leggerà il tuo post.



Esistono dei segnali comportamentali che possono indicare inequivocabilmente che un bambino ha subito un abuso?
A dispetto di quanto sostenuto da molti, non esistono “indicatori comportamentali” che rilevino con certezza che il bambino è stato vittima di un abuso sessuale.
Se si escludono i casi – peraltro più rari – in cui persistono tracce organiche o segni fisici (come graffi, morsi, lividi o lesioni) dell’abuso, infatti, nella maggior parte dei casi ci si trova di fronte a segnali comportamentali più generali, aspecifici, che indicano che il bambino sta vivendo una situazione di disagio.
La grande variabilità individuale e le differenti modalità con cui le singole persone possono reagire a un evento traumatico, come l’abuso sessuale, fanno sì che non sia possibile determinare l’esistenza di una “sindrome del bambino abusato”: ciò significa che non è possibile definire una precisa sintomatologia manifestata da tutti i bambini vittime di abuso sessuale. Piuttosto è possibile che, in seguito a un abuso, nel bambino e nell’adolescente si produca una generale fragilità e che aumenti il rischio che si sviluppino disturbi psicopatologici (soprattutto disturbi d’ansia o depressivi) o difficoltà nel funzionamento psicosociale e nelle capacità di adattamento.

Alcune ricerche, inoltre, riferiscono che una percentuale abbastanza elevata (tra il 21% ed il 49%) di bambini e adolescenti che sono stati abusati è asintomatica, vale a dire che non presenta nessun particolare sintomo o difficoltà di adattamento psicosociale in seguito all’abuso subito.

Vi ricordiamo, comunque, che non è compito né dei genitori, né degli insegnanti, accertare se l’abuso sia avvenuto o meno: trarre conclusioni a partire da particolari “indizi” (parole, comportamenti, situazioni) o cercare di raccogliere elementi al fine di verificare se l’abuso sia avvenuto è altamente controproducente e rischia di creare al bambino un profondo disagio, sia nel caso in cui l’abuso si sia verificato che nel caso opposto.
Come vedremo in seguito, invece, di fronte ad un sospetto di abuso è importante rivolgersi rapidamente a persone esperte, con specifiche competenze in questo settore.


Quali sono i “campanelli di allarme” a cui rivolgere attenzione?
Nel caso in cui si sia verificato un abuso, è possibile che il bambino/l’adolescente manifesti improvvisi cambiamenti nel comportamento e nelle abitudini quotidiane, difficoltà nelle relazioni, sbalzi di umore come espressioni di un profondo malessere.


Tra gli altri, potrebbe:
mostrarsi insolitamente triste e solitario (umore negativo persistente, isolamento, stanchezza cronica, mancanza di interesse);
avere improvvisi cambiamenti nel comportamento e nelle abitudini (es. improvvisi scoppi d’ira o instabilità emotiva);
lamentare continuamente dolori fisici che non trovano una spiegazione medica (es. mal di testa, mal di pancia);
comportarsi in modo particolarmente aggressivo o iperattivo;
avere frequenti disturbi del sonno;
avere un significativo ed improvviso calo del rendimento scolastico e dell’attenzione;
mostrare persistenti comportamenti e interessi sessuali e/o seduttivi inappropriati all’età;
avere timore degli adulti (o di un adulto in particolare);
sviluppare nuove paure, con un conseguente bisogno di essere maggiormente rassicurati rispetto al passato;
mettere in atto comportamenti regressivi (es. enuresi, riacutizzazione di paure presenti in fasi evolutive precedenti);
sviluppare una scarsa autostima e una continua svalutazione di sé;
mettere in atto comportamenti autolesionistici o distruttivi e dannosi per sé o per gli altri

È però indiscutibile che tali difficoltà si possono produrre in seguito a una grande varietà di eventi stressanti. Infine, va ricordato che, al momento, non è stato dimostrato che bambini vittime di abusi sessuali tendano a rappresentare atti sessuali, persone nude e genitali nei propri disegni più frequentemente degli altri.
Occorre dunque considerare con estrema cautela i disegni dei bambini, a maggior ragione laddove costituiscano il solo campanello di allarme.

FONTE: azzurro.it
  • 0

:tao: :rose: :mask: :luce: :home1:
Avatar utente
Royalsapphire
Admin
 
Stato:
Messaggi: 13231
Iscritto il: 12/11/2012, 18:07
Località: Svizzera
Occupazione: Farmacista e Counselor
Citazione: "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" (Gandhi)
Genere: Femminile

Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Messaggioda Dana » 27/04/2014, 11:55



Royalsapphire ha scritto:Tra gli altri, potrebbe:
mostrarsi insolitamente triste e solitario (umore negativo persistente, isolamento, stanchezza cronica, mancanza di interesse);
avere improvvisi cambiamenti nel comportamento e nelle abitudini (es. improvvisi scoppi d’ira o instabilità emotiva);
lamentare continuamente dolori fisici che non trovano una spiegazione medica (es. mal di testa, mal di pancia);

comportarsi in modo particolarmente aggressivo o iperattivo;
avere frequenti disturbi del sonno;
avere un significativo ed improvviso calo del rendimento scolastico e dell’attenzione;
mostrare persistenti comportamenti e interessi sessuali e/o seduttivi inappropriati all’età;
avere timore degli adulti (o di un adulto in particolare);
sviluppare nuove paure, con un conseguente bisogno di essere maggiormente rassicurati rispetto al passato;
mettere in atto comportamenti regressivi (es. enuresi, riacutizzazione di paure presenti in fasi evolutive precedenti);
sviluppare una scarsa autostima e una continua svalutazione di sé;
mettere in atto comportamenti autolesionistici o distruttivi e dannosi per sé o per gli altri


Ho cercato di evidenziare tutte le cose che più mi rappresentano...
  • 0

Immagine
Avatar utente
Dana
Amico level five
 
Stato:
Messaggi: 212
Iscritto il: 29/05/2013, 21:43
Località: Provincia di RC
Citazione: La solitudine più devastante non si avverte quando siamo da soli. Ma quando ci troviamo con altre persone. Persone che ci guardano, senza vederci. Che ci sentono, senza ascoltarci. O peggio, che ci giudicano, senza conoscerci.
Nunzia Pascucci
Genere: Femminile

Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Messaggioda Royalsapphire » 27/04/2014, 23:09



Ora, hai detto che quando sri col tuo ragazzo sei un'altra persona.
Ensando a come sei quando sei con lui, ti rivedi nelle frasi che hai evidenziato sopra?
Poi un'altra cosa, ma se preferisci puoi non rispondere: vivi con lui un'intimità problematica?
  • 0

:tao: :rose: :mask: :luce: :home1:
Avatar utente
Royalsapphire
Admin
 
Stato:
Messaggi: 13231
Iscritto il: 12/11/2012, 18:07
Località: Svizzera
Occupazione: Farmacista e Counselor
Citazione: "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" (Gandhi)
Genere: Femminile

Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Messaggioda Dana » 28/04/2014, 6:39



Poiché non mi sentivo di rispondere qui nel topic, ho preferito farlo in MP...
  • 1

Immagine
Avatar utente
Dana
Amico level five
 
Stato:
Messaggi: 212
Iscritto il: 29/05/2013, 21:43
Località: Provincia di RC
Citazione: La solitudine più devastante non si avverte quando siamo da soli. Ma quando ci troviamo con altre persone. Persone che ci guardano, senza vederci. Che ci sentono, senza ascoltarci. O peggio, che ci giudicano, senza conoscerci.
Nunzia Pascucci
Genere: Femminile

Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Messaggioda Royalsapphire » 03/05/2014, 12:11



Tranquilla, ti rispondo all'MP.
  • 0

:tao: :rose: :mask: :luce: :home1:
Avatar utente
Royalsapphire
Admin
 
Stato:
Messaggi: 13231
Iscritto il: 12/11/2012, 18:07
Località: Svizzera
Occupazione: Farmacista e Counselor
Citazione: "Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo" (Gandhi)
Genere: Femminile

Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Messaggioda MammaTarta » 01/09/2017, 8:35



Anche se è un post vecchio volevo comunque condividere la mia esperienza.
Premetto che ho avuto la fortuna che mia figlia di 6 anni me ne abbia parlato personalmente, ma col senno di poi ho collegato certi suoi comportamenti a quanto le era accaduto:
Incubi di notte (è perfino caduta dal letto a castello)
Scatti di ira molto violenti soprattutto verso noi genitori
Attaccamento quasi morboso verso persone di sesso maschile (lo zio e un caro amico di famiglia che chiama zio)
Scatti di ira anche quando non riusciva a fare subito qualcosa (anche molto banale come mettersi la maglietta)
Atteggiamenti estremamente pudici (non voleva che neppure io entrassi in bagno quando si faceva la doccia o dopo il nuoto voleva fare la doccia col costume)
Molto insicura
Si arrabbiava con sé stessa perché diceva che non sapeva fare nulla.
Ha sempre portato i capelli molto lunghi e guai a chi glieli toccava, poi dall'oggi al domani ha voluto tagliarli (richiesta implicita di cambiamento)

Alcune cose io le avevo collegate al cambiamento ed alla crescita che ogni bambino ha, soprattutto nel passaggio dall'asilo alle elementari, ma poi ho capito che il problema non era questo.

Quindi ascoltate ed osservate qualsiasi comportamento e cambiamento dei vostri bambini e magari parlatene per sicurezza con il vostro pediatra, potrà dirvi se sono cambiamenti "normali dovuti all'età" o se invece no.

Un'ultima consiglio: se dovete denunciare un abuso su minore è meglio rivolgersi alla polizia che ai carabinieri, non perché quest'ultimi siano incapaci, anzi, ma perché la polizia si destreggia meglio
  • 0

MammaTarta
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 13
Iscritto il: 29/08/2017, 12:22
Località: Venezia
Genere: Femminile

Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Messaggioda coccolina88 » 10/10/2017, 20:30



E' vecchio questo post. Ma posso dire che anche io mi sono rispecchiata in tutti i comportamenti elencati. Ne volevo aggiungere uno tra i disturbi: digrignare i denti. Me lo dicevano che di notte facevo rumore con i denti, ma io non l'avvertivo. E chi me lo diceva non sapeva neanche erché, con gli anni studiando ho capito che era uno sfogo involontario.
  • 0

coccolina88
Amico level five
 
Stato:
Messaggi: 236
Iscritto il: 04/08/2017, 18:10
Località: caserta
Genere: Femminile

Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Messaggioda Net » 10/10/2017, 23:00



Quoto tutto ed anche coccolina88 per il digrignare i denti....detto ciò ho detto tutto.
  • 0

Quando colui che ascolta non capisce colui che parla, e colui che parla non sa cosa stia dicendo: questa è filosofia. (Voltaire)
Avatar utente
Net
Amico level eleven
 
Stato:
Messaggi: 533
Iscritto il: 21/02/2015, 11:55
Località: Puglia
Genere: Femminile

Come riconoscere gli abusi su un bambino?

Messaggioda starwaytoheven » 18/02/2021, 16:15



I miei non si sono accorti che stavo subendo abusi sessuali dal mio fratellastro, per anni... questo ora mi fà rabbia, ma alla fine non vai a pensare che un "fratello" faccia questo alla sua sorellina di 7 anni più piccola...
  • 0

starwaytoheven
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 6
Iscritto il: 18/02/2021, 15:57
Località: padova
Genere: Maschile


Torna a Forum di aiuto su Abusi sessuali e sulla Violenza fisica e psicologica

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'