L’ansia e lo stress mi divorano

Forum di aiuto su Paura e Ansia: Disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), Disturbo d’ansia generalizzato (GAD), Disturbo da attacco di panico (DAP), Disturbo post-traumatico da stress, Disturbi del sonno, Fobie sociali o semplici (omofobia, agorafobia, etc).
Di qualunque tipo di ansia o paura si tratti, può essere superato!
L'insonnia è la conseguenza dell'ansia, delle tante peeoccupazioni che affollano la nostra mente, parliamone e buttiamole fuori dal nostro letto!

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda Lestat » 29/10/2019, 20:29



Ho 25 anni, ho sempre sofferto di stress, non ho avuto una bella infanzia, un pessimo rapporto in famiglia mi ha portato ad avere attacchi di panico per svariati anni.
Proprio in quel periodo mi sono avvicinata al mio ex, lo conoscevo da sempre, siamo cresciuti insieme e nell’adolescenza ci siamo avvicinati molto. La perdita di suo padre ci ha uniti, ci siamo sostenuti a vicenda. Anche lui soffriva di stress e ansia quindi mi capiva più di chiunque altro, siamo cresciuti insieme, tanti alti e bassi, ma ci siamo sempre tenuti per mano contro tutti e tutto.
Dopo 5 anni anni di relazione ( circa 5 anni fa) inizia a soffrire di stress più del solito, diventa strano fino a quando un giorno mi lascia dicendomi che non prova più le stesse cose. Non sa il perché, è così e basta. Succede tutto in 5 min, lui non risponde alle mie domande, mi evita e finiamo per perderci per 8 mesi.
Si fa risentire, mi dice che si è reso conto di amarmi ancora, ma non vuole che torniamo insieme. Non ha un lavoro, gli anni passano e lui pensa al futuro, pensa che non può portarmi fuori a cena o al cinema come fanno i suoi amici con le loro fidanzate. Vuole che io abbia di più, qualcuno che possa rendermi felice davvero, che abbia un carattere migliore del suo.
Parliamo tanto e capisco che ha una tremenda paura di non essere abbastanza, vorrebbe che io fossi felice e crede che lui non possa riuscirci. Gli faccio capire che le cose materiali non mi interessano, lo sa, lo sa più di chiunque altro, ma glielo dico apertamente. La sua paura è proprio questa, che io rinunci a a tanto pur di stare con lui.
Dopo qualche mese in cui parliamo proviamo a tornare insieme, ma a me vengono attacchi d’ansia. La mia paura più grande è di svegliarmi un giorno e non trovarlo più. Mi rassicura. Passano i mesi e gli anni.
In questi cinque anni il rapporto è diventato ancora più forte. Lui si è aperto con me totalmente. Mi dice che sono l’unica persona che lo conosce davvero, l’unica con cui si sente libero e felice in questo schifo di mondo.
Siamo forti e affiatati, così tanto che lui inizia a pensare ad un futuro nell’ultimo anno. Andare a vivere insieme appena possibile, poi magari sposarsi e avere dei figli.
Poi io decido di partire per fare un’esperienza fuori dall’Italia, mi dice che è una bella esperienza, che devo farla e di non preoccuparti. Lui però inizia a stare male, lo vedo strano e mi confessa che il lavoro saltuario non gli basta più. Si sente alle strette, di essere sempre allo stesso punto. Non ne può più.
Parto, ma con tanta angoscia. Nei mesi in cui sono via mi chiama tutti i giorni, non vede l’ora di vedermi, ma allo stesso tempo sta male, si sente depresso da un po’ di mesi.
Torno a casa per Pasqua e lui è freddo con me, mi tratta malissimo e mi dice che sta male, che io non centro. Riparto.
Un mese dopo mi scrive un sms dicendomi che non potevamo più stare insieme, che non prova più le stesse cose. È così da prima che io partissi e non mi chiama perché non vuole sentirmi piangere.
Gli chiedo spiegazioni e mi dice solo che non c’è un motivo se a smesso di amarmi, è successo e ha aspettato così tanto perché sperava che qualcosa cambiasse.
Voglio parlarne, ma lui non risponde più, o mi scrive qualche frase senza senso. E finisce così, 10 anni buttati nel cesso con un messaggio, senza spiegazioni, senza una sola parola, come se io non fossi nessuno.
Sono iniziati così i miei attacchi d’ansia, molto più forti della volta precedente. Fitte dolorosissime al cuore, non al centro del petto, ma proprio al cuore che non mi fanno respirare. Ormai ho questi dolori quando ho delle emozioni forti.
Non ne posso più.
Mi sento vuota.
Mi spaventa ogni cosa.
  • 0

Lestat
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 3
Iscritto il: 29/10/2019, 19:36
Genere: Femminile

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda rosablu85 » 31/10/2019, 23:06



Be' chissà se realmente non prova più nulla, se ha conosciuto altre donne, se la tua lontananza ha aggravato il suo malessere ma cerca di farti aiutare e ritrovare te stessa.
Gli uomini di oggi sono così, senza palle!!!
  • 0

Avatar utente
rosablu85
Amico level eight
 
Stato:
Messaggi: 354
Iscritto il: 30/07/2017, 20:22
Località: Puglia
Genere: Femminile

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda desmo11 » 01/11/2019, 8:36



io soffro anch'io di forte stato d'ansia cerco di accoglierla non combatterla altrimenti la mente ci domina
per dominarla mi tengo imepgnato tutto il giorno ,la mattina mi sveglio alle 4 alle 5 del mattino esco con il mio cane e mi ritiro all'alba
facendo attivita' fisica .io odio il giorno ,quando esco la mattina presto mi sento il padrone del mondo
non cè confusione ,non cè nulla che puo' distrubarmi ,è il momento migliore che mi passano tutte le paure ed ansie sto benissimo
  • 0

Avatar utente
desmo11
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 48
Iscritto il: 24/01/2019, 12:30
Località: salerno
Genere: Maschile

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda Nautilante » 01/11/2019, 14:02



rosablu85 ha scritto:Be' chissà se realmente non prova più nulla, se ha conosciuto altre donne, se la tua lontananza ha aggravato il suo malessere ma cerca di farti aiutare e ritrovare te stessa.
Gli uomini di oggi sono così, senza palle!!!

Sì non é simpatico neanche a me, ma non mi sembra il caso di offendere tutta la categoria :???:

Le motivazioni che lo hanno portato ad scelta simile, sono difficili da capire, ancora di più se le vuole tenere nascoste.
Le prima che mi viene in mente é il senso di inadeguatezza, ma é solo una supposizione.
Apparentemente sembra uno sciocco e probabilmente lo é, ma sicuramente soffre di questa situazione.
Abbi pazienza prosegui la tua via, anche se sicuramente non é semplice.
  • 1

Nautilante
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 21
Iscritto il: 05/10/2019, 16:41
Località: Roma
Genere: Maschile

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda Pasticciati » 02/11/2019, 7:26



Lestat ha scritto:Ho 25 anni, ho sempre sofferto di stress, non ho avuto una bella infanzia, un pessimo rapporto in famiglia mi ha portato ad avere attacchi di panico per svariati anni.
Proprio in quel periodo mi sono avvicinata al mio ex, lo conoscevo da sempre, siamo cresciuti insieme e nell’adolescenza ci siamo avvicinati molto. La perdita di suo padre ci ha uniti, ci siamo sostenuti a vicenda. Anche lui soffriva di stress e ansia quindi mi capiva più di chiunque altro, siamo cresciuti insieme, tanti alti e bassi, ma ci siamo sempre tenuti per mano contro tutti e tutto.
Dopo 5 anni anni di relazione ( circa 5 anni fa) inizia a soffrire di stress più del solito, diventa strano fino a quando un giorno mi lascia dicendomi che non prova più le stesse cose. Non sa il perché, è così e basta. Succede tutto in 5 min, lui non risponde alle mie domande, mi evita e finiamo per perderci per 8 mesi.
Si fa risentire, mi dice che si è reso conto di amarmi ancora, ma non vuole che torniamo insieme. Non ha un lavoro, gli anni passano e lui pensa al futuro, pensa che non può portarmi fuori a cena o al cinema come fanno i suoi amici con le loro fidanzate. Vuole che io abbia di più, qualcuno che possa rendermi felice davvero, che abbia un carattere migliore del suo.
Parliamo tanto e capisco che ha una tremenda paura di non essere abbastanza, vorrebbe che io fossi felice e crede che lui non possa riuscirci. Gli faccio capire che le cose materiali non mi interessano, lo sa, lo sa più di chiunque altro, ma glielo dico apertamente. La sua paura è proprio questa, che io rinunci a a tanto pur di stare con lui.
Dopo qualche mese in cui parliamo proviamo a tornare insieme, ma a me vengono attacchi d’ansia. La mia paura più grande è di svegliarmi un giorno e non trovarlo più. Mi rassicura. Passano i mesi e gli anni.
In questi cinque anni il rapporto è diventato ancora più forte. Lui si è aperto con me totalmente. Mi dice che sono l’unica persona che lo conosce davvero, l’unica con cui si sente libero e felice in questo schifo di mondo.
Siamo forti e affiatati, così tanto che lui inizia a pensare ad un futuro nell’ultimo anno. Andare a vivere insieme appena possibile, poi magari sposarsi e avere dei figli.
Poi io decido di partire per fare un’esperienza fuori dall’Italia, mi dice che è una bella esperienza, che devo farla e di non preoccuparti. Lui però inizia a stare male, lo vedo strano e mi confessa che il lavoro saltuario non gli basta più. Si sente alle strette, di essere sempre allo stesso punto. Non ne può più.
Parto, ma con tanta angoscia. Nei mesi in cui sono via mi chiama tutti i giorni, non vede l’ora di vedermi, ma allo stesso tempo sta male, si sente depresso da un po’ di mesi.
Torno a casa per Pasqua e lui è freddo con me, mi tratta malissimo e mi dice che sta male, che io non centro. Riparto.
Un mese dopo mi scrive un sms dicendomi che non potevamo più stare insieme, che non prova più le stesse cose. È così da prima che io partissi e non mi chiama perché non vuole sentirmi piangere.
Gli chiedo spiegazioni e mi dice solo che non c’è un motivo se a smesso di amarmi, è successo e ha aspettato così tanto perché sperava che qualcosa cambiasse.
Voglio parlarne, ma lui non risponde più, o mi scrive qualche frase senza senso. E finisce così, 10 anni buttati nel cesso con un messaggio, senza spiegazioni, senza una sola parola, come se io non fossi nessuno.
Sono iniziati così i miei attacchi d’ansia, molto più forti della volta precedente. Fitte dolorosissime al cuore, non al centro del petto, ma proprio al cuore che non mi fanno respirare. Ormai ho questi dolori quando ho delle emozioni forti.
Non ne posso più.
Mi sento vuota.
Mi spaventa ogni cosa.


Ciao Lestat,
anni buttati nel cesso... capita spesso di sentire commenti simili, al termine di una relazione: ma perché?

Forse buttati nel senso che non si è arrivati alla costruzione del progetto sperato? Ma allora è un obiettivo non raggiunto (che poi una volta raggiunto è tutto da vedere come si sarebbe sviluppato), non anni di vita buttati via.

Racconti di un percorso durato 10 anni: non hai vissuto con piacere e intensità il tempo assieme a lui?
O era solo un penoso calvario in attesa di raccogliere un frutto che non è arrivato?
E chi e che cosa hanno ordinato quel calvario, se non tu, eventualmente?

Rivaluta te stessa in questo percorso, non annullarti per come è finita: è stata un'esperienza importante. Anche e appunto perché è durata tanti anni.

Ora è normale, è umano, che tu sia arrabbiata, delusa, amareggiata, che tu non riesca a capire e che le sue scarne spiegazioni ti facciano incazzare e ti offendano. Eppure i motivi di questa decisione sono suoi: saperli da parte tua non cambierebbe comunque la sua posizione.

Ma gli anni no, non sono buttati, sono stati anni tuoi che nessuno ti può rubare e che tu hai attraversato nel modo che desideravi in quei frangenti.

Prova a partire da questa consapevolezza per guardare le cose da un'altra angolazione e dare più valore e più forza a te stessa.

Se riesci a ridimensionare questo senso di annullamento puoi togliere buona parte del nutrimento agli attacchi d'ansia.
  • 0

Avatar utente
Pasticciati
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 5
Iscritto il: 01/10/2019, 20:53
Località: Italia
Genere: Femminile

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda Happy Mask » 02/11/2019, 10:31



Ha disattivato il profilo.
  • 0

Oggi è un'altra giornata di troppo.
Happy Mask
Amico level three
 
Stato:
Messaggi: 109
Iscritto il: 09/09/2019, 0:23
Località: Pugliese
Citazione: Oggi è un'altra giornata di troppo
Genere: Maschile

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda rosablu85 » 06/11/2019, 22:23



Happy Mask ha scritto:Ha disattivato il profilo.


Se devono sparire che vengono a fare a scrivere i loro problemi?
Potremmo sfruttare il tempo a loro dedicato a chi ne ha realmente bisogno.
  • 0

Avatar utente
rosablu85
Amico level eight
 
Stato:
Messaggi: 354
Iscritto il: 30/07/2017, 20:22
Località: Puglia
Genere: Femminile

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda Adrien » 06/11/2019, 22:55



rosablu85 ha scritto:Se devono sparire che vengono a fare a scrivere i loro problemi?
Potremmo sfruttare il tempo a loro dedicato a chi ne ha realmente bisogno.


Può essere la conferma che ha davvero problemi seri. Poi può darsi che ci ripensi e torni, almeno per leggere.
  • 1

Avatar utente
Adrien
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 1461
Iscritto il: 10/09/2016, 9:06
Genere: Maschile

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda rosablu85 » 07/11/2019, 23:36



Adrien ha scritto:
rosablu85 ha scritto:Se devono sparire che vengono a fare a scrivere i loro problemi?
Potremmo sfruttare il tempo a loro dedicato a chi ne ha realmente bisogno.


Può essere la conferma che ha davvero problemi seri. Poi può darsi che ci ripensi e torni, almeno per leggere.


Penso che se hai dei problemi non hai tempo e testa di cancellare il profilo ma semplicemente abbandoni il sito non entrando più.
  • 0

Avatar utente
rosablu85
Amico level eight
 
Stato:
Messaggi: 354
Iscritto il: 30/07/2017, 20:22
Località: Puglia
Genere: Femminile

L’ansia e lo stress mi divorano

Messaggioda Wound » 08/11/2019, 16:12



a volte in momenti di estremo dolore si prendono decisioni impulsive. non starei qui a giudicare l'utente in questione per essersene andata. se ancora ci leggi: secondo me devi imparare a trovare la felicità in autonomia. poi puoi stare con o senza di lui, ma una serenità di base devi trovarla da sola
  • 0

Wound
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 16
Iscritto il: 07/11/2019, 23:58
Località: Puglia
Genere: Maschile

Prossimo

Torna a Forum su Paura, Ansia, Attacchi di Panico, Fobie, Ossessioni, Insonnia e Stress

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'