Il meraviglioso mondo di quelli che si affezionano a persone che nemmeno conoscono

Forum di aiuto su Paura e Ansia: Disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), Disturbo d’ansia generalizzato (GAD), Disturbo da attacco di panico (DAP), Disturbo post-traumatico da stress, Disturbi del sonno, Fobie sociali o semplici (omofobia, agorafobia, etc).
Di qualunque tipo di ansia o paura si tratti, può essere superato!
L'insonnia è la conseguenza dell'ansia, delle tante peeoccupazioni che affollano la nostra mente, parliamone e buttiamole fuori dal nostro letto!

Il meraviglioso mondo di quelli che si affezionano a persone che nemmeno conoscono

Messaggioda Alostex » 30/11/2019, 20:52



Perdonate, non sapevo dove postarlo, se ho sbagliato sezione spostatemela pure.

Allora, io ho un problema, e non so se è perché sono particolarmente empatica, se è un tratto delle cosiddette "Persone altamente sensibili" di cui sembra proprio che io faccia parte, o se è perché sono solo una emerita cogliona.
Il mio problema è questo: conosco molte persone nella mia vita di tutti i giorni ma verso cui non provo assolutamente nulla. E fin qui penso sia normale.
Mi è però successo un paio di volte di affezionarmi molto a persone che NEMMENO conosco e di stare letteralmente male per un motivo o per l'altro. Questo mi succede quando: mi informo o leggo TANTO su di una persona, tanto che so vita morte e miracoli; comprendo molto il disagio di questa persona; trovo similitudini tra me e questa persona.
Vi faccio un esempio.

Sono particolarmente affezionata al mio artista preferito. La sua arte mi piace molto ma lo sono soprattutto per la sua vita e personalità. Ho letto tantissime cose su di lui, autobiografie e biografie, e mi sono davvero tanto affezionata perché ho notato che avevamo tantissime cose in comune. Il problema è che il tipello in questione è morto da un pezzo e sebbene ora io abbia passato questo periodo, qualche anno fa quando pensavo al fatto che non avrei mai potuto incontrarlo o simili stavo proprio male. Vabbè, ai tempo ero pure depressa quindi sorvoliamo, ma parlo proprio di una specie di... lutto? Un dolore al petto, un senso di ingiustizia, un grande tristezza.
E in queste settimane mi sta succedendo la stessa cosa con un ragazzino di cui ho letto una marea di cose perché l'ho conosciuto tramite una canzone. E la storia è la stessa: so un sacco di cose, mi sento triste per quello che gli è capitato, vorrei tornare indietro ed esserci perché tante cose che lui ha passato le ho passate anche io e magari avrei potuto capirlo e aiutarlo eccetera. E insomma, mi rendo conto che quando devo guardare in faccia alla realtà e io non posso fare niente o non posso incontrare queste persone, mi sento proprio irritabile e rabbuiata. Ma davvero.

Ma c'è qualcun altro che ha avuto esperienze del genere? Devo andare a cercarmi un bravo psichiatra?
  • 1

:violin:
Avatar utente
Alostex
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 66
Iscritto il: 21/06/2019, 16:00
Località: Altrove
Occupazione: Healer e life coach
Genere: Femminile

Il meraviglioso mondo di quelli che si affezionano a persone che nemmeno conoscono

Messaggioda stefano71 » 30/11/2019, 22:52



Non mi stupisce. Avevo un'amica che era anche lei altamente sensibile (HSP), oltre che depressa, fobica etc. e non le potevo raccontare qualche fatto brutto di cronaca che ci stava male davvero, anche se sapeva poco o niente della persona in questione. Lei purtroppo non c'è più, tu per fortuna hai preso un'altra strada. Però per una persona molto empatica credo che sia "normale".
  • 1

Avatar utente
stefano71
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 94
Iscritto il: 02/11/2019, 1:25
Località: Roma
Citazione: Telegram: Stefano 56341
Genere: Maschile

Il meraviglioso mondo di quelli che si affezionano a persone che nemmeno conoscono

Messaggioda Alostex » 01/12/2019, 2:06



stefano71 ha scritto:Non mi stupisce. Avevo un'amica che era anche lei altamente sensibile (HSP), oltre che depressa, fobica etc. e non le potevo raccontare qualche fatto brutto di cronaca che ci stava male davvero, anche se sapeva poco o niente della persona in questione. Lei purtroppo non c'è più, tu per fortuna hai preso un'altra strada. Però per una persona molto empatica credo che sia "normale".

Oddio... Nel senso che lei non c'è più... Per scelta? Mi dispiace tanto...
  • 0

:violin:
Avatar utente
Alostex
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 66
Iscritto il: 21/06/2019, 16:00
Località: Altrove
Occupazione: Healer e life coach
Genere: Femminile

Il meraviglioso mondo di quelli che si affezionano a persone che nemmeno conoscono

Messaggioda Riccardina » 01/12/2019, 9:44



Capita più spesso di quanto la gente voglia ammettere
  • 1

Trump blasts moralisti's ass, Prime Severgnini escape.

Mister Trump
Immagine
*Fai copia e incolla del codice e vota il glande sondaggio!
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=57&t=16732

E già che ci sei, fai lo stesso con quello del Bunifas!
http://www.myhelpforum.net/viewtopic.php?f=57&t=17308
Avatar utente
Riccardina
Amico Top Level
 
Stato:
Messaggi: 5253
Iscritto il: 16/07/2014, 12:09
Località: Como
Citazione: Avete votato al glande sondaggio?
viewtopic.php?f=57&t=16732

Anche a quello del Bunifas:
viewtopic.php?f=57&t=17308
Genere: Maschile

Re: Il meraviglioso mondo di quelli che si affezionano a persone che nemmeno conoscono

Messaggioda malika » 01/12/2019, 13:10



Si può empatizzare con una storia, non credo ci sia nulla di male.

Ma stai male perché ti immedesimi o hai dei sintomi che non dipendono da te?

Anche io amo tanto l'arte e anche solo a una mostra a tratti mi sembra di stare male. Non soffro di sindrome di Stendhal ma sicuramente mi emoziona. E sono molto sensibile anch'io

Se per te è una cosa che non va o ingestibile potresti prima parlarne con un terapeuta per imparare a contestualizzare il tutto. Lo psichiatra credo possa entrare in gioco se davvero i sintomi sono ingestibili e a causa di questo non riesci a vivere normalmente. Faccio un esempio: leggo ogni giorno sul giornale di persone investite e non esco più, non lavoro piu perche queste notizie mi fanno stare male a tal punto.

Inviato dal mio SM-J530F utilizzando Tapatalk
  • 1

malika
Amico level seven
 
Stato:
Messaggi: 335
Iscritto il: 06/04/2018, 17:43
Località: Nord Italia
Genere: Maschile

Re: Il meraviglioso mondo di quelli che si affezionano a persone che nemmeno conoscono

Messaggioda Alostex » 01/12/2019, 13:30



malika ha scritto:Si può empatizzare con una storia, non credo ci sia nulla di male.

Ma stai male perché ti immedesimi o hai dei sintomi che non dipendono da te?

Anche io amo tanto l'arte e anche solo a una mostra a tratti mi sembra di stare male. Non soffro di sindrome di Stendhal ma sicuramente mi emoziona. E sono molto sensibile anch'io

Se per te è una cosa che non va o ingestibile potresti prima parlarne con un terapeuta per imparare a contestualizzare il tutto. Lo psichiatra credo possa entrare in gioco se davvero i sintomi sono ingestibili e a causa di questo non riesci a vivere normalmente. Faccio un esempio: leggo ogni giorno sul giornale di persone investite e non esco più, non lavoro piu perche queste notizie mi fanno stare male a tal punto.

Inviato dal mio SM-J530F utilizzando Tapatalk


No assolutamente, non mi scuotono a tal punto di non riuscire più a vivere, però a volte mi sento triste o nervosa o piango per questi motivi.
Sto male perché mi immedesimo (si tratta sempre di persone con dei problemi, che soffrono, come ho sofferto io) e penso che io avrei potuto capirle e loro capire me e mi fa stare male pensare che hanno dovuto soffrire così tanto.
  • 0

:violin:
Avatar utente
Alostex
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 66
Iscritto il: 21/06/2019, 16:00
Località: Altrove
Occupazione: Healer e life coach
Genere: Femminile


Torna a Forum su Paura, Ansia, Attacchi di Panico, Fobie, Ossessioni, Insonnia e Stress

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'