Feticismo - considerazioni

LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transessuali).
I tanti ritratti dell'Amore: condividiamo gioie e dolori e cerchiamo di imparare dalle nostre esperienze.
Inoltre, se vogliamo saperne di più e cerchiamo delle risposte sul sesso, se abbiamo dubbi o se viviamo male la nostra sessualità, possiamo discuterne in questo forum, che si dedica anche alle proprie tendenze omosessuali etero o transex.

Feticismo - considerazioni

Messaggioda JonasQuinn » 10/08/2018, 10:09



In una società che per forza di cose ha dovuto espandere e aprire la propria mente da un punto di vista del sesso, c è ancora un argomento che,secondo me, rimane un tabù. Una vergogna. Una cosa da non dire. Un ricerca del piacere personale da nascondere. Il feticismo.

Ne esistono molti, variati, conosciuti o meno. Diffusi o meno.

Perché nel 2018, dove credo che ognuno di noi, attinga a un qualche feticismo, siamo costretti a limitarci nel parlare di questo, spesso anche soffocando definitivamente questi desideri per paura di essere considerati "malati"? Il feticismo è una perversione (intesa nel senso negativo del termine)? Perché non si riesce ad uscire dall'imbarazzo e dichiararsi se non a persone con "gusti" simili ai tuoi? Non parlo solo della vita reale, non dico che dobbiamo sentirci liberi di andare dal nostro macellaio e dirgli: "oh, buongiorno, sa che mi eccita essere sculacciato da 50enni vestiti da pokemon?", ma parlo anche di contesti meno invasivi della propria sfera personale. Qui ad esempio. Mi risulterebbe strano e imbarazzante parlare anche solo in questo post di un mio di un mio feticismo, anche se alla fine non vi conosco. Voi, ci riuscireste? Vi vergognate dei vostri desideri più intimi? Giudichereste quelli degli altri? C'è qualcosa di cui non tollerereste neppure l'idea che a qualcuno possa piacere e provereste schifo per quella persona solo per questo?
  • 0

Invano, invano lotto
per possedere i giorni
che mi travolgono rumorosi.
Io annego nel tempo.

(Cardarelli)
Avatar utente
JonasQuinn
Amico level five
 
Stato:
Messaggi: 205
Iscritto il: 15/07/2013, 21:13
Località: Monza, Lombardia.
Citazione: Invano, invano lotto
per possedere i giorni
che mi travolgono rumorosi.
Io annego nel tempo.

(Cardarelli)
Genere: Maschile

Feticismo - considerazioni

Messaggioda FranBow » 10/08/2018, 10:31



JoeQuinn ha scritto:In una società che per forza di cose ha dovuto espandere e aprire la propria mente da un punto di vista del sesso, c è ancora un argomento che,secondo me, rimane un tabù. Una vergogna. Una cosa da non dire. Un ricerca del piacere personale da nascondere. Il feticismo.

Ne esistono molti, variati, conosciuti o meno. Diffusi o meno.

Perché nel 2018, dove credo che ognuno di noi, attinga a un qualche feticismo, siamo costretti a limitarci nel parlare di questo, spesso anche soffocando definitivamente questi desideri per paura di essere considerati "malati"? Il feticismo è una perversione (intesa nel senso negativo del termine)?


Mh. Non mi sembra sia proprio così, anzi, attualmente parlare di feticismi e desideri è molto più comune rispetto al passato.

JoeQuinn ha scritto: Perché non si riesce ad uscire dall'imbarazzo e dichiararsi se non a persone con "gusti" simili ai tuoi? Non parlo solo della vita reale, non dico che dobbiamo sentirci liberi di andare dal nostro macellaio e dirgli: "oh, buongiorno, sa che mi eccita essere sculacciato da 50enni vestiti da pokemon?", ma parlo anche di contesti meno invasivi della propria sfera personale. Qui ad esempio. Mi risulterebbe strano e imbarazzante parlare anche solo in questo post di un mio di un mio feticismo, anche se alla fine non vi conosco.


Questo credo sia qualcosa di individuale, che cambia da persona a persona. Magari tu non riesci e qualcun altro invece sì.
È comunque ovvio che venga molto più naturale confidarsi con persone che hanno i tuoi stessi gusti o con le quali si ha più confidenza.

JoeQuinn ha scritto: Voi, ci riuscireste? Vi vergognate dei vostri desideri più intimi? Giudichereste quelli degli altri? C'è qualcosa di cui non tollerereste neppure l'idea che a qualcuno possa piacere e provereste schifo per quella persona solo per questo?


Mh. Se devo dire la mia in un contesto generale in cui si parla di desideri e fantasie non ho (personalmente) alcun problema né me ne vergogno. Naturale che non vengo a scriverti in privato affari miei così dal nulla.
Per il resto, giudicare le fantasie e i desideri degli altri o addirittura schifarli no, non è da me.
  • 3

Sore de wa minna san sayonara.
Avatar utente
FranBow
Amico level eight
 
Stato:
Messaggi: 374
Iscritto il: 14/07/2017, 9:17
Genere: Femminile

Feticismo - considerazioni

Messaggioda Net » 10/08/2018, 10:42



Feticismo, parafilie, perversioni, sono parole e concetti che andrebbero approfonditi. Spesso si ha una visione distorta di queste è non le si distingue mettendo tutto in un calderone di negatività, l’informazione non ammazza nessuno, io la consiglio sempre.
Personalmente , fin tanto non si sfoci nell’illegalità, tutto ciò che porta piacere al singolo è rispettabile e non giudicabile. Probabilmente si, io mi farei qualche problema a parlarne apertamente, perché mi rendo conto della poca elasticità mentale e della scarsa conoscenza dilagante, quindi posso anche capire che qualcuno tenga per se i propri piaceri. Condannabile per me è sempre il giudizio senza la
Conoscenza giusta. Un salut.
  • 1

Quando colui che ascolta non capisce colui che parla, e colui che parla non sa cosa stia dicendo: questa è filosofia. (Voltaire)
Avatar utente
Net
Amico level eleven
 
Stato:
Messaggi: 501
Iscritto il: 21/02/2015, 12:55
Genere: Femminile

Feticismo - considerazioni

Messaggioda Derapage » 10/08/2018, 12:12



JoeQuinn ha scritto:In una società che per forza di cose ha dovuto espandere e aprire la propria mente da un punto di vista del sesso, c è ancora un argomento che,secondo me, rimane un tabù. Una vergogna. Una cosa da non dire. Un ricerca del piacere personale da nascondere. Il feticismo.

Ne esistono molti, variati, conosciuti o meno. Diffusi o meno.

Perché nel 2018, dove credo che ognuno di noi, attinga a un qualche feticismo, siamo costretti a limitarci nel parlare di questo, spesso anche soffocando definitivamente questi desideri per paura di essere considerati "malati"? Il feticismo è una perversione (intesa nel senso negativo del termine)? Perché non si riesce ad uscire dall'imbarazzo e dichiararsi se non a persone con "gusti" simili ai tuoi? Non parlo solo della vita reale, non dico che dobbiamo sentirci liberi di andare dal nostro macellaio e dirgli: "oh, buongiorno, sa che mi eccita essere sculacciato da 50enni vestiti da pokemon?", ma parlo anche di contesti meno invasivi della propria sfera personale. Qui ad esempio. Mi risulterebbe strano e imbarazzante parlare anche solo in questo post di un mio di un mio feticismo, anche se alla fine non vi conosco. Voi, ci riuscireste? Vi vergognate dei vostri desideri più intimi? Giudichereste quelli degli altri? C'è qualcosa di cui non tollerereste neppure l'idea che a qualcuno possa piacere e provereste schifo per quella persona solo per questo?


Hai toccato il tasto dolente della mia vita... fin da quando avevo 11/12 anni ho sempre pensato di non essere normale per ciò che mi piaceva più di altro, ho sempre sperato che col tempo sarei “guarito” da questa mia preferenza invece non è cambiato nulla se non averla soppressa per anni e anni facendola meno pesante.
Ho perso gran parte degli amici e forse pure la mia reputazione nella città in cui vivo oltre ad aver lasciato la possibilità di diplomarmi ed è per questo che sono finito in questo forum alla ricerca di un modo per ricominciare, di riaprirmi alle relazioni sociali avendo vissuto parecchio nella vergogna e ne buio che poi mi hanno portato alla solitudine quasi totale e che adesso inizio a soffrire... Arrivai quasi a un punto di rottura quando a 19 anni tornando dalla vendemmia pensai che forse la soluzione migliore fosse terminare la mia esistenza e schiacciai sull’acceleratore puntando verso un muro prima di una curva, 170km/h pensavo potessero bastare a morire sul colpo ma in quell’attimo pensai che non fosse giusto procurare un danno economico alla mia famiglia trasformando la macchina in un portachiavi con me all’interno quindi rinunciai a compiere l’atto.
Però devo ammettere che l’idea del farla finita spesso torna ma cerco di sopprime anche lei
  • 0

Derapage
Amico level three
 
Stato:
Messaggi: 140
Iscritto il: 15/07/2018, 23:20
Località: Piemonte
Genere: Maschile

Feticismo - considerazioni

Messaggioda JonasQuinn » 10/08/2018, 13:26



Net ha scritto:Feticismo, parafilie, perversioni, sono parole e concetti che andrebbero approfonditi. Spesso si ha una visione distorta di queste è non le si distingue mettendo tutto in un calderone di negatività, l’informazione non ammazza nessuno, io la consiglio sempre.
Personalmente , fin tanto non si sfoci nell’illegalità, tutto ciò che porta piacere al singolo è rispettabile e non giudicabile. Probabilmente si, io mi farei qualche problema a parlarne apertamente, perché mi rendo conto della poca elasticità mentale e della scarsa conoscenza dilagante, quindi posso anche capire che qualcuno tenga per se i propri piaceri. Condannabile per me è sempre il giudizio senza la
Conoscenza giusta. Un salut.


Parafilia, giusto; ti ringrazio per aver suggerito questo termine che è più idoneo. Effettivamente, riducevo tutta la "gamma" da ignorante al Feticismo. Tenere per se i propri piaceri è giusto si e comprensibile, ma mi piacerebbe talvolta a non aver remore "sociali" nel caso voglia esprimerli. Grazie
  • 0

Invano, invano lotto
per possedere i giorni
che mi travolgono rumorosi.
Io annego nel tempo.

(Cardarelli)
Avatar utente
JonasQuinn
Amico level five
 
Stato:
Messaggi: 205
Iscritto il: 15/07/2013, 21:13
Località: Monza, Lombardia.
Citazione: Invano, invano lotto
per possedere i giorni
che mi travolgono rumorosi.
Io annego nel tempo.

(Cardarelli)
Genere: Maschile

Feticismo - considerazioni

Messaggioda Net » 10/08/2018, 13:44



JoeQuinn ha scritto:
Net ha scritto:Feticismo, parafilie, perversioni, sono parole e concetti che andrebbero approfonditi. Spesso si ha una visione distorta di queste è non le si distingue mettendo tutto in un calderone di negatività, l’informazione non ammazza nessuno, io la consiglio sempre.
Personalmente , fin tanto non si sfoci nell’illegalità, tutto ciò che porta piacere al singolo è rispettabile e non giudicabile. Probabilmente si, io mi farei qualche problema a parlarne apertamente, perché mi rendo conto della poca elasticità mentale e della scarsa conoscenza dilagante, quindi posso anche capire che qualcuno tenga per se i propri piaceri. Condannabile per me è sempre il giudizio senza la
Conoscenza giusta. Un salut.


Parafilia, giusto; ti ringrazio per aver suggerito questo termine che è più idoneo. Effettivamente, riducevo tutta la "gamma" da ignorante al Feticismo. Tenere per se i propri piaceri è giusto si e comprensibile, ma mi piacerebbe talvolta a non aver remore "sociali" nel caso voglia esprimerli. Grazie


Nessuno ti vieta di farlo, chiaramente devi anche mettere in conto che troverai sempre chi avrà qualcosa da ridire, li però scatta quanto tu sia fermo sulle tue convinzioni è libero dai pregiudizi altrui.
  • 0

Quando colui che ascolta non capisce colui che parla, e colui che parla non sa cosa stia dicendo: questa è filosofia. (Voltaire)
Avatar utente
Net
Amico level eleven
 
Stato:
Messaggi: 501
Iscritto il: 21/02/2015, 12:55
Genere: Femminile

Feticismo - considerazioni

Messaggioda JonasQuinn » 10/08/2018, 14:12



Derapage ha scritto:
Hai toccato il tasto dolente della mia vita... fin da quando avevo 11/12 anni ho sempre pensato di non essere normale per ciò che mi piaceva più di altro, ho sempre sperato che col tempo sarei “guarito” da questa mia preferenza invece non è cambiato nulla se non averla soppressa per anni e anni facendola meno pesante.
Ho perso gran parte degli amici e forse pure la mia reputazione nella città in cui vivo oltre ad aver lasciato la possibilità di diplomarmi ed è per questo che sono finito in questo forum alla ricerca di un modo per ricominciare, di riaprirmi alle relazioni sociali avendo vissuto parecchio nella vergogna e ne buio che poi mi hanno portato alla solitudine quasi totale e che adesso inizio a soffrire... Arrivai quasi a un punto di rottura quando a 19 anni tornando dalla vendemmia pensai che forse la soluzione migliore fosse terminare la mia esistenza e schiacciai sull’acceleratore puntando verso un muro prima di una curva, 170km/h pensavo potessero bastare a morire sul colpo ma in quell’attimo pensai che non fosse giusto procurare un danno economico alla mia famiglia trasformando la macchina in un portachiavi con me all’interno quindi rinunciai a compiere l’atto.
Però devo ammettere che l’idea del farla finita spesso torna ma cerco di sopprime anche lei


Ciao Derapage, scrivi che hai perso amici e reputazione per queste tue preferenze; ti sei confidato con qualcuno o sono venute alla luce in qualche modo o semplicemente è stato il tuo bisogno di nasconderle che ti ha portato ad isolarti? In che modo sono pesanti e vergognose queste tue preferenze? Sono così tremende da renderti anormale? - sempre che ti vada di parlarne, naturalmente - Sul fatto di farla finita.... quello è sempre un error. Quello reprimilo sempre, perché è lunica cosa sbagliata di tutto quello che tu possa desiderare.
  • 2

Invano, invano lotto
per possedere i giorni
che mi travolgono rumorosi.
Io annego nel tempo.

(Cardarelli)
Avatar utente
JonasQuinn
Amico level five
 
Stato:
Messaggi: 205
Iscritto il: 15/07/2013, 21:13
Località: Monza, Lombardia.
Citazione: Invano, invano lotto
per possedere i giorni
che mi travolgono rumorosi.
Io annego nel tempo.

(Cardarelli)
Genere: Maschile

Feticismo - considerazioni

Messaggioda Juliet » 10/08/2018, 14:49



Non giudicherei nessun feticismo, se nei limiti della legalità. Anzi, potrei interessarmene per conoscenza e per curiosità.

Ma, nel caso avessi qualche particolare feticismo, non porterei il partner nel feticismo stesso, se questo estremo o singolare. Perché esso potrebbe non avere lo stesso gusto o non sapere minimamente come assecondarlo.
  • 0

Avatar utente
Juliet
Amico level fourteen
 
Stato:
Messaggi: 678
Iscritto il: 09/01/2016, 13:47
Genere: Femminile

Feticismo - considerazioni

Messaggioda Derapage » 10/08/2018, 15:10



JoeQuinn ha scritto:
Derapage ha scritto:
Hai toccato il tasto dolente della mia vita... fin da quando avevo 11/12 anni ho sempre pensato di non essere normale per ciò che mi piaceva più di altro, ho sempre sperato che col tempo sarei “guarito” da questa mia preferenza invece non è cambiato nulla se non averla soppressa per anni e anni facendola meno pesante.
Ho perso gran parte degli amici e forse pure la mia reputazione nella città in cui vivo oltre ad aver lasciato la possibilità di diplomarmi ed è per questo che sono finito in questo forum alla ricerca di un modo per ricominciare, di riaprirmi alle relazioni sociali avendo vissuto parecchio nella vergogna e ne buio che poi mi hanno portato alla solitudine quasi totale e che adesso inizio a soffrire... Arrivai quasi a un punto di rottura quando a 19 anni tornando dalla vendemmia pensai che forse la soluzione migliore fosse terminare la mia esistenza e schiacciai sull’acceleratore puntando verso un muro prima di una curva, 170km/h pensavo potessero bastare a morire sul colpo ma in quell’attimo pensai che non fosse giusto procurare un danno economico alla mia famiglia trasformando la macchina in un portachiavi con me all’interno quindi rinunciai a compiere l’atto.
Però devo ammettere che l’idea del farla finita spesso torna ma cerco di sopprime anche lei


Ciao Derapage, scrivi che hai perso amici e reputazione per queste tue preferenze; ti sei confidato con qualcuno o sono venute alla luce in qualche modo o semplicemente è stato il tuo bisogno di nasconderle che ti ha portato ad isolarti? In che modo sono pesanti e vergognose queste tue preferenze? Sono così tremende da renderti anormale? - sempre che ti vada di parlarne, naturalmente - Sul fatto di farla finita.... quello è sempre un error. Quello reprimilo sempre, perché è lunica cosa sbagliata di tutto quello che tu possa desiderare.


Mi sono confidato con qualcuno che non pensavo mi sputtanasse in giro e quindi da lì per evitare scenate in giro o preferito isolarmi, c’e anche stato chi non mi ha giudicato però ormai sono segnato dentro... Non credo sia così strana ma mi ha sempre fatto sentire diverso dagli altri fin da piccolo, sul farla finita capisco che sia un errore pensarci però se devo essere sincero dubito che a qualcuno possa andare giù il fatto che io preferisca una determinata cosa più di un altra specialmente ora che la società punta il dito su qualunque cosa sia non conforme agli standard
  • 0

Derapage
Amico level three
 
Stato:
Messaggi: 140
Iscritto il: 15/07/2018, 23:20
Località: Piemonte
Genere: Maschile

Feticismo - considerazioni

Messaggioda JonasQuinn » 15/08/2018, 1:55



Derapage ha scritto:
Mi sono confidato con qualcuno che non pensavo mi sputtanasse in giro e quindi da lì per evitare scenate in giro o preferito isolarmi, c’e anche stato chi non mi ha giudicato però ormai sono segnato dentro... Non credo sia così strana ma mi ha sempre fatto sentire diverso dagli altri fin da piccolo, sul farla finita capisco che sia un errore pensarci però se devo essere sincero dubito che a qualcuno possa andare giù il fatto che io preferisca una determinata cosa più di un altra specialmente ora che la società punta il dito su qualunque cosa sia non conforme agli standard


È così importante e fondamentale questa cosa, questa tua preferenza per te? Io alle mie "parafilie" (detta così sembrano malattie :D) ci tengo, anche se purtroppo non riesco a metterle in pratica. Non dico che me ne vergogni ma evito l argomento magari, perché in generale magari può sembrare strato. Eccessivamente fuori dallo ciò che viene tranquillamente accettato e compreso. Ma addirittura pensare di farla finita per queste.... è un po' forte, come cosa. Hai mai pensato di confrontarti con chi ha i tuoi stessi "gusti"? (Scusa nel ritardo della risposta, mi ero perso il post)
  • 0

Invano, invano lotto
per possedere i giorni
che mi travolgono rumorosi.
Io annego nel tempo.

(Cardarelli)
Avatar utente
JonasQuinn
Amico level five
 
Stato:
Messaggi: 205
Iscritto il: 15/07/2013, 21:13
Località: Monza, Lombardia.
Citazione: Invano, invano lotto
per possedere i giorni
che mi travolgono rumorosi.
Io annego nel tempo.

(Cardarelli)
Genere: Maschile

Prossimo

Torna a Forum di aiuto sulle dinamiche d'Amore, dell'essere Single, di Coppia, Sesso ed LGBT

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'