Una storia come tante.Dovrebbe essere la mia storia...In verità è mio solo il modo in cui la vivo...

Condividi con noi la tua autobiografia.
Tu sei il solo ed unico protagonista della tua vita!
Pubblica qui la tua storia, e che ciò possa essere da aiuto per tutti.

Una storia come tante.Dovrebbe essere la mia storia...In verità è mio solo il modo in cui la vivo...

Messaggioda Lien » 11/02/2019, 1:19



È arrivato il momento di scriverla.Mi sento pronta,proprio oggi...
Oggi è una giornata no,di quelle che capitano a tutti nella vita.
È una giornata in cui vorresti rimanere nel letto perchè è l'unico posto che riesca a farti sentire al sicuro,dove non devi far altro che rimanere immobile e va tutto bene.
Questa storia potrebbe essere di chiunque.
E per quanto mi senta sbagliata nel raccontarla,nessuno la conosce perchè a nessuno è interessata mai realmente.
Sono cresciuta in una famiglia violenta, con incomprensioni e senza radici,senza linfa: l'amore...Sono cresciuta sola,all'ombra di questa famiglia e poi di questa società.
Evitando I dettagli.Evitando di dire di essere stata sempre sola.
C'è stato un momento in cui volevo esplodere ed esprimere tutto il mio malessere.
L'anoressia.
E da lei mi sono salvata da sola.
Poi mi tagliavo.Non riuscivo ad esternare quel mal di vivere continuo,senza pause.
Volevo cambiare le cose,ero esplosa,ero satura di tutto.
Me ne volevo andare via,pure morire non m'importava.
Tentare il suicidio.Vari tentativi.Sono sopravvissuta.
Non perchè fossero vani (stavano funzionando) solo che li hanno interrotti.
Doveva andare cosí.
E poi come unico compagno c'era solo lui, il dolore.
Avevo superato la grande paura di morire.
Eppure ero lì che non volevo,non sapevo,come vivere.
E tutti I miei modi di cercare di urlare al mondo intero il mio malessere,un inutile chiedere aiuto,mettendo in gioco persino la propria vita.
Non sono stati uditi.
Hanno solo peggiorato la vita che avevo,che ora ho.
Nessuna terapia,nessun essere umano accorso,non ha sorbito nessun effetto,nessun cambiamento degno di nota.
Peggiorava solo la mia solitudine.
Ho iniziato a chiudere tutto il mio mondo,quello che volevo,desideravo,pensavo o provavo dietro inferriate e porte blindate a doppie mandate.
Nulla poteva uscire e nulla poteva essere ferito,distrutto.
Le persone che ho incontrato mi ricordavano solo le mie debolezze,di essere stata fragile e di aver provato ad ammazzarmi.
Altre mi hanno umiliato e deriso per le cicatrici che portavo,nonostante le dovessi nascondere,le nascondessi.Tutti hanno sempre messo l'accento su quello che non ero.Non ero come loro,non ero normale.
E a chi ho avuto accanto,chi diceva di amarmi,cercava di cambiarmi.Non andavo bene ad essere me stessa e ad aprirgli quel mondo blindato, agli altri.Nonostante sapessero della mia sofferenza,non era "giustificabile" mai nulla,dovevo essere come le altre...Non sono mai stata abbastanza.Non sono mai stata quello che volevano.Non cercavano una persona rotta,una persona unica.Loro volevano quelle persone perfette che ridono pur se stanno morendo,sprofondando nel loro mare nero di pensieri.
Quante volte mi sono frantumata perchè non volevo essere quella che sono.Mi sono rotta tante di quelle volte,in mille e mille pezzi.E ogni volta che mi ricomponevo ero e sono sempre io.Non importa in quanti pezzi mi faccio,la mia anima è quella.È lei.Non posso cambiarla,posso solo smettere di spezzarmi e accettarla così com'è.
L'amore non è meno illusorio di tutto il resto.
E ora sono qui.Sono ancora qui.
Avrei voglia solo di una lunga doccia,di quelle che t'illude di poter far scivolare tutto e lavare ogni brutta sensazione che ti senti addosso.
Ma come si fa a non consumare la pelle dalle cose sbagliate.Le scelte,le abitudini,gli errori,la consapevolezza che seppure ci provi,non finisce mai bene.
Ti chiedi che senso abbia essere sopravvissuti a tutto questo.Solo per essere sola e consapevole di troppe cose.
Hai imparato tante lezioni di vita,ad evitare gli errori ricorrenti,ad avere delle sane abitudini,ad amarti nonostante nessuno ti amerá.Ad accettare il mal di vivere e convivere con tutto,il dolore,la rabbia...
A vedere quel poco di buono che c'è in te.A darti valore quando gli altri lo minano.A scoprire che vale la pena sopravvivere per sentire l'odore di una rosa appena sbocciata.A non perdere il meraviglioso e unico spettacolo del tramonto,che tutti trascurano.
Ti rendi conto che non sei più un mare in tempesta,ma sei calma come uno stagno paludoso.
Che vuoi essere come un fiore di loto perchè nonostante tutto il male,il dolore,l'angoscia della disperazione,vuoi andare avanti,sei qui.Ci vuoi provare.Vorresti vedere quel giorno che immagini,in cui finalmente sarai libera da tutto,veramente libera e felice.
Una piccola speranza rinasce sempre.
Che cosa si ha da perdere ora,se hai potuto superare tutto questo.Se ti puoi maledire o meno della vita che fai.Questo non la cambierà.Come piangere,non cambierá mai nulla se non farti stare meglio e darti da fare dopo.A porsi sempre degli obbiettivi,nonostante non ci sia interesse per nulla.Verranno.Per il momento vivi ancora.E il mondo ci sei o no,andrá avanti senza di te.
Sta a noi scegliere.Sempre scegliere a come vivere quello che ci capita,alla depressione vista come un cancro.Dal cancro si può guarire,se lo si vuole con tutte le forze.Se poi ricapita,c'è una ricaduta,non possiamo incolparci.
Tutto puó accadere.Tutto puó sempre succedere,come in negativo anche in positivo.
Quando è odioso quando dicono che la vita è cosi.No.Siamo tutti legati alla vita ed è un tutt'uno.
Spero sia "utile" non solo a farmi sentire leggera,ma anche a chi la leggerà,a chi puó far riflettere o altro.
  • 0

Avatar utente
Lien
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 52
Iscritto il: 05/02/2019, 20:22
Località: Oriente
Citazione: ..."Come il fiore di loto che nasce dal fango,noi dobbiamo onorare le parti più oscure di noi stessi e le esperienze più dolorose della nostra vita,perchè sono ció che ci permette di generare il nostro io più bello..." Debbie Ford
Genere: Femminile

Una storia come tante.Dovrebbe essere la mia storia...In verità è mio solo il modo in cui la vivo...

Messaggioda Joker » 11/02/2019, 21:19



Tutte le persone che hai incontrato, che ti dicevano che sei diversa, non come loro, avevano ragione. Perché tu sei diversa, anzi come tu stessa hai detto, unica. E basta leggere quello che hai appena scritto per capirlo. Non puoi essere una di quelli che ride senza preoccupazioni, senza pensieri, anche se in realtà i pensieri li abbiamo tutti, ma quella che a molti manca è la consapevolezza. E tu l'hai. È forse una cosa brutta? Sicuramente è una cosa difficile, ma non è brutta, no. Anzi, è bellissima, perché anche se tutto ciò ti fa soffrire più molti altri, ti permette anche ti ammirare il mondo nelle sue più piccole sfaccettature, altrimenti invisibili. E sono contento di leggere le tue ultime parole, perché si nota un messaggio di speranza, di forza, un desiderio di non volersi arrendere nonostante tutto. Ed è giusto così, perché la sofferenza non scomparirà mai, ma non è arrendendosi ad essa che di può vivere una vita degna di essere vissuta, ma sembra che tu l'abbia già capito :)
P.s. storia davvero interessante, ti mando un abbraccio :hug:
  • 1

I'm a kitchen sink, you don't know what that means. Because a kitchen sink to you is not a kitchen sink to me, ok friend?
Avatar utente
Joker
Amico level eight
 
Stato:
Messaggi: 355
Iscritto il: 31/07/2018, 17:08
Località: Palermo
Citazione: In questo mondo terrificante, tutto ciò che abbiamo sono le connessioni che creiamo. Cit. Bojack horseman
Genere: Maschile

Una storia come tante.Dovrebbe essere la mia storia...In verità è mio solo il modo in cui la vivo...

Messaggioda Lien » 13/02/2019, 19:37



Ti ringrazio @Joker.
Hai compreso che volevo trasmettere un messaggio,non sempre facile,non sempre creduto veritiero.Ma è così.
La sofferenza non scomparirà se ci si arrende ad essa completamente.
Bisogna iniziare,poco alla volta,a sorridere nonostante sia presente la sofferenza.
Una frase che ho letto recentemente,per caso,di Agostino Degas, dice "si puó essere felici nonostante I problemi,non solo in assenza di problemi ".Mi ha trasmesso un 'infinita tristezza nel constatare quanto possa essere vera,se tutto quello che ci circonda non ci influenzerebbe...
A volte è proprio questo che ci ostacola maggiormente.
Ricambio con un abbraccio :hug:
  • 0

Avatar utente
Lien
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 52
Iscritto il: 05/02/2019, 20:22
Località: Oriente
Citazione: ..."Come il fiore di loto che nasce dal fango,noi dobbiamo onorare le parti più oscure di noi stessi e le esperienze più dolorose della nostra vita,perchè sono ció che ci permette di generare il nostro io più bello..." Debbie Ford
Genere: Femminile


Torna a Scrivi la tua storia, lascia il segno in questa vita

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'