La mia anima stanca

Condividi con noi la tua autobiografia.
Tu sei il solo ed unico protagonista della tua vita!
Pubblica qui la tua storia, e che ciò possa essere da aiuto per tutti.

La mia anima stanca

Messaggioda Eea » 10/04/2021, 13:58



Ciao,mi ritrovo qui a scrivere della mia vita con un peso al cuore e un nodo alla gola visto che ho finalmente preso un po di coraggio di scrivere di me.
Sono straniera e tutto è iniziato quando i miei genitori si sono separati quando avevo due anni e mia madre si è rifatta una vita mettendosi insieme a questa persona che mi rovinato l'infanzia. Quest'uomo aveva problemi con l'alcool e quando beveva diventava una persona molto violenta a tal punto di picchiare mia madre fino al sangue o speso fino al suo svenimento e crescendo così ormai la cosa per me era diventata una cosa normale e all'ordine del giorno. Quelle poche volte quando mia madre poteva fuggire dalle sue mani prendeva me e mio fratello e ci nascondevano dentro una casa abbandonata al buio e al freddo. Non so quando tutto è iniziato ma i miei ricordi risalgono solo in torno all'età di 5 anni quando non solo picchiava mia madre ma anche quando lei non era presente in casa lui si metteva a nudo davanti a me mostrandomi le sue parti intime toccandosi e tocando anche me. Ogni volta che mia madre usciva di casa io piangevo e urlavo che mi portasse Co se ma lei lo prendeva come un semplice mio capriccio. Ricordo che mi spiegava come funzionasse il sesso e quando sarei cresciuta avremmo fatto un bambino insieme. Avevo così tanta paura...,paura anche del fatto che lui mi diceva di non dire niente a mia madre sennò l'avrebbe ammazzata. Intorno a 7/8 anni iniziavo a capire che questa cosa che lui faceva era veramente sbagliata e riuscivo a scappare di casa fino al ritorno di mia madre. Da qui è iniziato anche il mio disturbo alimentare rifiutando molto speso il cibo e la mia semplicemente infanzia a non giocare più e non ridere e scherzare più con i miei amici.Sono riuscita ad andare via di casa all'età di 15 a lavorare.Adesso che ho 32 anni mia madre non sa ancora niente. Non conosce i miei pensieri,non mi conosce affatto. Non sa di me che ormai sono da anni in terapia,non sa che 10 anni fa ho provato a togliermi la vita,non sa che ogni giorno io cerca di sopravvivere di andare avanti e di vivermi la mia vita. Non è facile ma non voglio molare,non così voglio scoprire e creare la mia felicità.
  • 0

Eea
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 5
Iscritto il: 10/04/2021, 12:07
Località: Baveno
Genere: Femminile

La mia anima stanca

Messaggioda SimoBlutone » 10/04/2021, 19:26



Eea ha scritto:Ciao,mi ritrovo qui a scrivere della mia vita con un peso al cuore e un nodo alla gola visto che ho finalmente preso un po di coraggio di scrivere di me.
Sono straniera e tutto è iniziato quando i miei genitori si sono separati quando avevo due anni e mia madre si è rifatta una vita mettendosi insieme a questa persona che mi rovinato l'infanzia. Quest'uomo aveva problemi con l'alcool e quando beveva diventava una persona molto violenta a tal punto di picchiare mia madre fino al sangue o speso fino al suo svenimento e crescendo così ormai la cosa per me era diventata una cosa normale e all'ordine del giorno. Quelle poche volte quando mia madre poteva fuggire dalle sue mani prendeva me e mio fratello e ci nascondevano dentro una casa abbandonata al buio e al freddo. Non so quando tutto è iniziato ma i miei ricordi risalgono solo in torno all'età di 5 anni quando non solo picchiava mia madre ma anche quando lei non era presente in casa lui si metteva a nudo davanti a me mostrandomi le sue parti intime toccandosi e tocando anche me. Ogni volta che mia madre usciva di casa io piangevo e urlavo che mi portasse Co se ma lei lo prendeva come un semplice mio capriccio. Ricordo che mi spiegava come funzionasse il sesso e quando sarei cresciuta avremmo fatto un bambino insieme. Avevo così tanta paura...,paura anche del fatto che lui mi diceva di non dire niente a mia madre sennò l'avrebbe ammazzata. Intorno a 7/8 anni iniziavo a capire che questa cosa che lui faceva era veramente sbagliata e riuscivo a scappare di casa fino al ritorno di mia madre. Da qui è iniziato anche il mio disturbo alimentare rifiutando molto speso il cibo e la mia semplicemente infanzia a non giocare più e non ridere e scherzare più con i miei amici.Sono riuscita ad andare via di casa all'età di 15 a lavorare.Adesso che ho 32 anni mia madre non sa ancora niente. Non conosce i miei pensieri,non mi conosce affatto. Non sa di me che ormai sono da anni in terapia,non sa che 10 anni fa ho provato a togliermi la vita,non sa che ogni giorno io cerca di sopravvivere di andare avanti e di vivermi la mia vita. Non è facile ma non voglio molare,non così voglio scoprire e creare la mia felicità.


Mi dispiace molto per l'orrore che hai passato, anch'io come te ho passato un infanzia tremenda iniziata con il divorzio dei genitori.

Hai fatto benissimo a scrivere, non perchè qualcuno di noi possa darti la pozione magica ma per te stessa. So cosa significa ritrovarsi adulti sentendo la mancanza di alcune basi fondamentali come la famiglia, ti senti un albero senza radici e probabilmente passerai tutta la vita a cercare di raddrizzare le cose storte, ma il bello sta proprio nel viaggio e non nella destinazione. Sei comunque risucita ad uscire dal fango da sola e molto giovane! sei una persona forte e tieni una marcia in più rispetto a chi non ha sofferto. Puoi ancora creartela la felicità se davvero lo vuoi ma devi lavorare su te stessa, non è semplice ma è sicuramente più facile di tutta lo schifo che hai già superato.

Che rapporto hai con tua madre oggi? perchè hai la paura di mollare?
  • 1

Nella mia testa c'è sempre stata una stanza vuota per te
quante volte ci ho portato dei fiori
quante volte l'ho difesa dai mostri

Adesso ci abito io
e i mostri sono entrati con me.

Michele Mari
Avatar utente
SimoBlutone
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 77
Iscritto il: 07/04/2020, 1:06
Località: Palermo
Genere: Maschile

La mia anima stanca

Messaggioda Ales5 » 10/04/2021, 19:35



Ciao,
la tua storia mi ha talmente impressionato da lasciarmi senza parole. Come potrei commentare, cosa potrei in qualche modo scrivere per darti fiducia che il mondo è migliore di come l'hai vissuto? Ma non si può non scriverti e far finta di niente.
Posso solo apprezzare che tu abbia deciso di andare avanti comunque e di non aver fatto pesare su tua mamma i problemi che hai avuto: anche lei ha subito terribilmente ma si sentirebbe ancora peggio sapendo cosa ti è successo.
Davvero ti meriti tanta felicità.
  • 1

Avatar utente
Ales5
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 45
Iscritto il: 06/03/2021, 16:27
Località: Lecco
Citazione: Felicità è dedicarsi a chi si ama
Genere: Maschile

La mia anima stanca

Messaggioda Eea » 10/04/2021, 20:45



Grazie dei messaggi, se pur solo lontana da mia madre lei e tutto per me e non potrei mai dirle quello che ho passato perché so che soffrirebe terribilmente.
  • 0

Eea
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 5
Iscritto il: 10/04/2021, 12:07
Località: Baveno
Genere: Femminile

La mia anima stanca

Messaggioda Simonedv » 11/04/2021, 13:22



Storia veramente tragica.
Secondo me vuoi raccontarlo a tua madre, soprattutto per liberarti del peso che porti ancora.
Ormai è il momento di raccontargli tutto, secondo me lei è quella che ti può capire meglio di tutti se lo racconti.
Quando piangevi e urlavi a non voler rimanere da sola a casa, cosa pensava tua madre?
Le hai mai accennato qualcosa?
  • 0

Simonedv
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 31
Iscritto il: 14/03/2021, 0:38
Località: Modena
Genere: Maschile

La mia anima stanca

Messaggioda Eea » 11/04/2021, 17:17



Simonedv ha scritto:Storia veramente tragica.
Secondo me vuoi raccontarlo a tua madre, soprattutto per liberarti del peso che porti ancora.
Ormai è il momento di raccontargli tutto, secondo me lei è quella che ti può capire meglio di tutti se lo racconti.
Quando piangevi e urlavi a non voler rimanere da sola a casa, cosa pensava tua madre?
Le hai mai accennato qualcosa?



Lei pensava fossero solo capricci i miei pianti e io non potevo dirle la verità perché avevo paura terrore di quello che lui avrebbe potuto farli,non volevo scatenare un altro conflitto in famiglia e tutto magari per colpa mia(pensavo da bambina) Anche sei lui ormai è venuto a mancare 3 anni fa io non ho il coraggio di raccontarglielo perché soffrirebbe e si sentirebbe terribilmente in colpa.
  • 1

Eea
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 5
Iscritto il: 10/04/2021, 12:07
Località: Baveno
Genere: Femminile

La mia anima stanca

Messaggioda Semir88 » 11/04/2021, 22:31



Anche la mia povera anima è stanca eppure la mia vita non cambia. Alcuni mi dicono che sono io che non voglio cambiare e forse hanno ragione. Non c'è un buon motivo per farlo.
  • 0

Avatar utente
Semir88
Amico level five
 
Stato:
Messaggi: 212
Iscritto il: 04/04/2020, 20:59
Località: Turin
Genere: Maschile

La mia anima stanca

Messaggioda FabFi » 15/04/2021, 15:51



Eea ha scritto:
Simonedv ha scritto:Storia veramente tragica.
Secondo me vuoi raccontarlo a tua madre, soprattutto per liberarti del peso che porti ancora.
Ormai è il momento di raccontargli tutto, secondo me lei è quella che ti può capire meglio di tutti se lo racconti.
Quando piangevi e urlavi a non voler rimanere da sola a casa, cosa pensava tua madre?
Le hai mai accennato qualcosa?



Lei pensava fossero solo capricci i miei pianti e io non potevo dirle la verità perché avevo paura terrore di quello che lui avrebbe potuto farli,non volevo scatenare un altro conflitto in famiglia e tutto magari per colpa mia(pensavo da bambina) Anche sei lui ormai è venuto a mancare 3 anni fa io non ho il coraggio di raccontarglielo perché soffrirebbe e si sentirebbe terribilmente in colpa.


essendo tua madre e' giusto che sappia
  • 0

FabFi
Amico level six
 
Stato:
Messaggi: 280
Iscritto il: 09/04/2015, 15:41
Località: Firenze
Genere: Maschile

La mia anima stanca

Messaggioda FabFi » 16/04/2021, 11:59



Se posso sapere l'orco adesso che fine ha fatto?
  • 0

FabFi
Amico level six
 
Stato:
Messaggi: 280
Iscritto il: 09/04/2015, 15:41
Località: Firenze
Genere: Maschile

La mia anima stanca

Messaggioda Eea » 16/04/2021, 13:41



FabFi ha scritto:Se posso sapere l'orco adesso che fine ha fatto?

Morto per colpa dell'alcool 3 anni fa
  • 0

Eea
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 5
Iscritto il: 10/04/2021, 12:07
Località: Baveno
Genere: Femminile

Prossimo

Torna a Scrivi la tua storia, lascia il segno in questa vita

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'