Una vita tra alti e bassi.

Condividi con noi la tua autobiografia.
Tu sei il solo ed unico protagonista della tua vita!
Pubblica qui la tua storia, e che ciò possa essere da aiuto per tutti.

Una vita tra alti e bassi.

Messaggioda Karan » 31/05/2021, 18:39



E questa è la mia storia, forse anche noiosa ma questa è la mia vita. Sin da piccolo, sono sempre stato un ragazzo diverso dagli altri. A livello di bellezza esteriore, non sono mai stato un tipo da copertina per così dire, anche se credo che in passato mi sono sminuito. Cresciuto con sani valori, non ho mai amato la mondanità, il fumo, l'alcol e gli eccessi in generale. Forse è per questo che spesso le persone mi hanno sempre isolato, non rientro nei loro parametri. Da bambino quando andavo a scuola sono anche stato vittima di bullismo per qualche periodo. Con il senno di poi potrei anche dire che più di tanto non mi hanno fatto niente, però intanto quando sei molto giovane non hai sempre la capacità di cavartela e all'epoca ho percepito un inferno. Non è facile, con il tempo inizi a non riuscire più a reggere la situazione. A casa mia, invece, nonostante ho due buoni genitori, ho sempre avuto vita difficile per via del fatto che ho avuto un fratello irrequieto. È sempre stato il mio opposto, una persona che ha sempre vissuto sopra le righe. Spesso beveva e si lamentava di tutto.Non era un tipo che faceva un certo tipo di cose sbagliate, anzi, fuori casa era una persona apprezzata da molti perché era sempre socievole ed educato. Il problema è che faceva la vita da libertino e mio padre glielo ha sempre rifacciato. Beveva, fumava, rincasava tardi la sera e spesso si divertiva a provocarmi e a seminare discordia. Penso con il tempo che, così facendo, nascondeva un disagio personale in quanto era sempre nervoso e appunto si lamentava di una vita che non gli piaceva. Per anni ci sono sempre state discussioni a casa dove io per un motivo o l'altro venivo sempre tirato in ballo, anche soltanto per mediare, e sembra che alla fine ero sempre io il capro espiatorio della situazione, più che altro era mio fratello ad avercela con me. Voleva coinvolgermi nei suoi problemi e che diventassi come lui. Ad aggravare la cosa è stato il fatto che all'epoca andavo a lavorare con mio padre nei suoi terreni e questo faceva si, che durante il viaggio in automobile, per sfogarsi tirava sempre fuori le quotidiane litigate con mio fratello. Mio padre è sempre stato una persona mite ma forse commetteva l'errore di impiantarsi nelle sue idee mancando di elasticità e di non cadere in chiacchiere inutili. Comunque è pur vero che in casi del genere, quando sei coinvolto, è più difficile mantenere la calma e fare la cosa giusta. Tutto ciò, unito anche al fatto che non avevo nessuno con il quale potermi sfogare, mi ha fatto cadere in uno stato depressivo, fino al punto di rivolgermi ad uno psicologo. Avevo solo voglia di mollare tutto e andarmene se avessi potuto. Mi venne diagnosticata depressione e derealizzazione perché, a parte tutto, la mia vita non era quello che desideravo. Non ho mai avuto una vita gratificante, quasi nessun amico, una vita vissuta da spettatore. Non mi hanno mai dato fastidio le gioie altrui però, allo stesso tempo, credo sia lecito dire che, almeno qualche volta, avrei voluto anche io voluto avere un motivo per gioire. La solitudine fa brutti scherzi. Dopo circa due mesi di sedute, ho deciso di rinunciare perché comunque io la mattina dovevo andare a lavorare e spesso nel viaggio di ritorno, ero io a portare l'automobile per far riposare mio padre. Mi sono fatto forza da solo, forse illudendomi che le cose un giorno sarebbero cambiate, questo per evitare che la mia situazione peggiorasse perché in fondo ho sempre sperato in un futuro migliore. Negli anni ho sempre avuto qualcuno a fianco, più che amicizie, conoscenze, gente conosciuta anche per sbaglio che mi è capitato di frequentare solo ogni tanto, persone che puntualmente sono scomparse dalla mia vita. Amici non tanto presenti, sono sempre stato l'amico di ripiego per tappare il tempo vuoto o colui con il quale sfogarsi ma poi dopo nessuno ha mai fatto qualcosa per me. A giorni interi ero solo e non ho mai avuto un punto di riferimento in un'esistenza che a molti sembra ovattata. Forse sono stato io non capace a coltivare dei rapporti umani o forse non gli ho dedicato abbastanza tempo. La situazione a casa mi ha comunque bloccato. Vedere quasi quotidianamente le stesse scene senza che si veniva mai a capo di niente almeno per me non è stato facile. Un giorno, circa quattro anni fa, dopo l'ennesima litigata a casa, mio fratello ha deciso di andarsene e si è fatto una vita fuori regione. Ha detto che con noi aveva chiuso e da allora non l'ho più visto e sentito. Ho deciso così di riprendermi la vita in mano, di cercare anche una ragazza che abbia voluto amarmi per quello che sono ma non è stato facile. Anni di sofferenze mi avevano comunque segnato. Tempo avanti conobbi una ragazza e tutto sommato ci stavo bene, non eravamo molto simili ma, piuttosto che rimanere da solo, per me andava benissimo così. Per paura di perderla l'ho sempre riempita di regali e attenzioni. Dopo più di un anno che stavamo insieme, mi ha scritto tramite messaggio che sono un caro ragazzo ma che, da parte sua, non si è mai accesa la scintilla. Ha detto che, proprio perché non voleva deludermi, era giusto che mi lasciasse. Per qualche giorno gli ho chiesto che almeno me lo avesse detto in faccia e non tramite messaggio visto che eravamo stati tutto questo tempo insieme, lei invece mi ha bloccato ed è finita così. Dopo ho scoperto che aveva un altro. È inutile dire che ci sono rimasto malissimo. Con lei ci stavo bene e da un momento all'altro sono rimasto di nuovo solo. Un vuoto incolmabile sommato ad altri vuoti mai colmati, con un senso di smarrimento che avevo già prima di questa relazione sentimentale e che ho provato di nuovo negli ultimi tempi fino ad adesso che sto scrivendo. Ancora oggi mi sento un po' amareggiato: forse ho sbagliato qualcosa? Forse avrei dovuto dedicargli più attenzioni? Non ho fatto abbastanza? Eppure ci vedevamo spesso o comunque gli mandavo almeno 2 o 3 messaggi al giorno, per sapere come stava ed eventualmente se gli serviva qualcosa. Io mi sarei accontentato già solo della sua compagnia, non fa niente che eravamo un po' diversi, non capisco perché lei mi abbia rifiutato dopo più di un anno. E pensare che non abbiamo mai litigato. Mah.... Chi ci capisce è bravo!!!
Nonostante tutto, a parte dei momenti difficili, non mi posso lamentare di niente, ho sempre fatto una vita tranquilla. Quello che di negativo c'è stato è anche passato, mi dispiace soltanto di dover ripartire ogni volta da zero, ma alla fine pazienza, nella vita bisogna guardare sempre avanti.

In conclusione, non so se ho commesso degli errori nella mia vita, ho solo cercato di fare del mio meglio e credo di non avere grossi rimpianti. L'unica cosa di cui non credo di essere soddisfatto è il fatto di non aver vissuto appieno la mia vita negli anni precedenti, o forse non ne ho avuto la possibilità, sarà per questo che spesso provo un grande senso di vuoto e di smarrimento, forse sono questi i rimpianti che ho accumulato nel tempo.
Scusate se ho scritto di getto ma è stato piacevole raccontarmi e grazie di avermi dedicato del tempo a leggere, lo apprezzo molto.
  • 0

Karan
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 26
Iscritto il: 28/05/2021, 18:42
Località: Italia
Genere: Maschile

Una vita tra alti e bassi.

Messaggioda Odin » 02/06/2021, 19:58



Mi sono rispecchiato in molte cose che hai detto. Auguri per il tuo futuro.
  • 0

Odin
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 15
Iscritto il: 26/12/2020, 14:00
Località: Italia
Genere: Maschile

Una vita tra alti e bassi.

Messaggioda cherry85 » 02/06/2021, 21:31



Quanti anni hai? ( Se vuoi dirlo).
Sicuramente la tua ex non era la donna adatta a te se non ha saputo apprezzare le tue attenzioni e modi gentili.
Ti auguro di trovare una persona migliore con la quale condividere le gioie della vita.
:hi:
  • 0

cherry85
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 31
Iscritto il: 27/05/2021, 21:37
Località: Puglia
Genere: Femminile

Una vita tra alti e bassi.

Messaggioda Effe » 02/06/2021, 21:43



Ciao, ho letto la tua storia..
mi ha colpita questo passaggio
Karan ha scritto:Ho deciso così di riprendermi la vita in mano, di cercare anche una ragazza che abbia voluto amarmi per quello che sono ma non è stato facile. Anni di sofferenze mi avevano comunque segnato. Tempo avanti conobbi una ragazza e tutto sommato ci stavo bene, non eravamo molto simili ma, piuttosto che rimanere da solo, per me andava benissimo così. Per paura di perderla l'ho sempre riempita di regali e attenzioni.

La relazione non partiva dai migliori presupposti...
Posso chiederti una cosa? Tu ti vuoi bene? Perchè da quello che scrivi emerge insicurezza. Qualsiasi sia la tua età, abbi il coraggio di desiderare il meglio per te, non ti accontentare :hi:
  • 0

Effe
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 33
Iscritto il: 26/09/2020, 1:32
Località: Lazio
Genere: Femminile

Una vita tra alti e bassi.

Messaggioda Karan » 03/06/2021, 18:38



Effe ha scritto:Ciao, ho letto la tua storia..
mi ha colpita questo passaggio
Karan ha scritto:Ho deciso così di riprendermi la vita in mano, di cercare anche una ragazza che abbia voluto amarmi per quello che sono ma non è stato facile. Anni di sofferenze mi avevano comunque segnato. Tempo avanti conobbi una ragazza e tutto sommato ci stavo bene, non eravamo molto simili ma, piuttosto che rimanere da solo, per me andava benissimo così. Per paura di perderla l'ho sempre riempita di regali e attenzioni.

La relazione non partiva dai migliori presupposti...
Posso chiederti una cosa? Tu ti vuoi bene? Perchè da quello che scrivi emerge insicurezza. Qualsiasi sia la tua età, abbi il coraggio di desiderare il meglio per te, non ti accontentare :hi:



Ti ringrazio per il commento.
In effetti non ero sicuro che le cose sarebbero potute andare bene e così ho commesso l'errore di accontentarmi. Ho 32 anni. È un errore che non commetterò più perché danneggia entrambe le parti e non porta a niente. Ad oggi non mi sento ne giovane e nemmeno tanto vecchio. Voglio soltanto mettermi tutto alle spalle e, nel caso in cui possa nascere una nuova relazione, sarà soltanto se ci sarà davvero il piacere reciproco.




cherry85 ha scritto:Quanti anni hai? ( Se vuoi dirlo).
Sicuramente la tua ex non era la donna adatta a te se non ha saputo apprezzare le tue attenzioni e modi gentili.
Ti auguro di trovare una persona migliore con la quale condividere le gioie della vita.
:hi:


Istintivamente ho raccontato la storia in modo disordinato, ho 32 anni, l'ho scritto anche nella presentazione ma non c'è problema. Quella ragazza l'ho conosciuta ad inizio del 2018. Non posso che ringraziare, alla fine ognuno di noi può essere alla ricerca di qualcosa e auguro ogni bene a tutti.
  • 0

Karan
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 26
Iscritto il: 28/05/2021, 18:42
Località: Italia
Genere: Maschile

Una vita tra alti e bassi.

Messaggioda Ishigami » 04/06/2021, 22:35



Non finirò mai di dir(me)lo: tutto è bene quel che finisce prima. Da quanto hai scritto non mi pare tu abbia perso molto, al più un malazzo passeggero.

Buona fortuna :hi:
  • 0

Avatar utente
Ishigami
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 7
Iscritto il: 14/08/2020, 16:57
Località: Distress
Genere: Maschile


Torna a Scrivi la tua storia, lascia il segno in questa vita

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'