Cosa ne pensate dell'empatia?

Spazio per psicologi, counselor, psicoterapeuti e tutti coloro che vogliono offrire - o ricevere - un servizio inerente alla psicologia e all'approccio empirico.
Database di articoli propri o tratti da libri e siti internet, ma anche temi a scelta dell'autore.

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda Devander » 08/06/2022, 16:26



Secondo voi è un dono innato oppure è una cosa che si acquisisce con il tempo? Me lo chiedevo perché purtroppo noto che spesso ci sono tante persone che non la posseggono (o che non la usano)
  • 0

Devander
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 82
Iscritto il: 18/05/2022, 18:54
Località: Salerno
Genere: Maschile

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda Liya15 » 08/06/2022, 17:27



Penso che è una cosa che si acquisisce con il tempo e con le esperienze di vita, ma credo anche che c'è chi lo è più di altre persone (forse poche persone almeno per quelle che conosco io) anche se magari non ha avuto la stessa esperienza della persona per cui prova empatia, certo se una persona ha avuto la stessa esperienza di un'altra persona è più facile provare empatia perché, essendoci passata anche lei, sa cos'ha passato quella persona quindi è più facile immedesimarsi e comprendere la situazione e ciò che prova e penso che sia anche la persona che può aiutarla di più dando consigli ecc..non che le persone che non hanno avuto la stessa esperienza non possono aiutare ovviamente.
  • 1

Liya15
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 41
Iscritto il: 12/05/2022, 21:43
Località: Bergamo
Genere: Femminile

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda FabFi » 08/06/2022, 18:58



IO SONO MOLTO EMPATICO, so che a prima vista puo' sembrare una cosa molto positiva, ma avercela sempre puo' essere un bel problema nell'affrontare certe situazioni in cui non ci vorrebbe.
Insomma e' bella ma forse cosi' tanta e' troppa
  • 1

Avatar utente
FabFi
Amico level ten
 
Stato:
Messaggi: 471
Iscritto il: 09/04/2015, 15:41
Località: Firenze
Genere: Maschile

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda Disabled » 08/06/2022, 19:27



Entrambe le cose.

Per alcuni (pochi) è innata, per molti altri è appresa.

Rimane una dote rarissima, che di base l'essere umano in quanto specie animale non dovrebbe possedere come qualità di sopravvivenza (l'animale è egoista).

In linea di massima, una regola non scritta vuole che più una persona si descrive "dolce, empatica e sincera" e più ha comportamenti machiavellici, egoriferiti e scarsamente cristallini. È una strana regola inversa, ma oserei dire immortale. Ovviamente parlo seguendo una regola generale, riferendomi esclusivamente a persone che ho (ahimè) avuto la sventura di conoscere.
  • 1

Disabled
Amico level twelve
 
Stato:
Messaggi: 571
Iscritto il: 25/09/2014, 19:49
Genere: Femminile

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda Devander » 08/06/2022, 20:40



Broken Mirror ha scritto:Entrambe le cose.

Per alcuni (pochi) è innata, per molti altri è appresa.

Rimane una dote rarissima, che di base l'essere umano in quanto specie animale non dovrebbe possedere come qualità di sopravvivenza (l'animale è egoista).

In linea di massima, una regola non scritta vuole che più una persona si descrive "dolce, empatica e sincera" e più ha comportamenti machiavellici, egoriferiti e scarsamente cristallini. È una strana regola inversa, ma oserei dire immortale. Ovviamente parlo seguendo una regola generale, riferendomi esclusivamente a persone che ho (ahimè) avuto la sventura di conoscere.


Grazie a tutti per le risposte.

Certo che il tuo pensiero è davvero molto complesso ma ti ringrazio perché mi ha arricchito. Chissà cosa ti è successo. Grazie.
  • 1

Devander
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 82
Iscritto il: 18/05/2022, 18:54
Località: Salerno
Genere: Maschile

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda cherry85 » 09/06/2022, 9:30



Io penso che l'empatia si acquisisca nel tempo...
Non è scontato possedere una tale dote soprattutto al mondo d'oggi dove prevale tanta superficialità...
  • 0

Avatar utente
cherry85
Amico level four
 
Stato:
Messaggi: 154
Iscritto il: 27/05/2021, 21:37
Località: Puglia
Genere: Femminile

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda occhigrandi » 09/06/2022, 11:14



Broken Mirror ha scritto:Entrambe le cose.

Per alcuni (pochi) è innata, per molti altri è appresa.

Rimane una dote rarissima, che di base l'essere umano in quanto specie animale non dovrebbe possedere come qualità di sopravvivenza (l'animale è egoista).

In linea di massima, una regola non scritta vuole che più una persona si descrive "dolce, empatica e sincera" e più ha comportamenti machiavellici, egoriferiti e scarsamente cristallini. È una strana regola inversa, ma oserei dire immortale. Ovviamente parlo seguendo una regola generale, riferendomi esclusivamente a persone che ho (ahimè) avuto la sventura di conoscere.


Ah, a me lo dicono molto spesso che sono dolce ed empatica, e sono pure molto sincera :imbarazzo: sarò l'eccezione che conferma la regola.
Penso anch'io che possa essere innata o acquisita in base alle esperienze che si sono avute (o subite) nella vita. Fa piacere sentire che gli altri avvertono che tu sei in grado di capirli e metterti nei loro panni, a volte però è parecchio stancante. :hi:
  • 2

Avatar utente
occhigrandi
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 69
Iscritto il: 07/04/2022, 18:14
Località: Lombardia
Genere: Femminile

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda Devander » 09/06/2022, 11:44



occhigrandi ha scritto:
Broken Mirror ha scritto:Entrambe le cose.

Per alcuni (pochi) è innata, per molti altri è appresa.

Rimane una dote rarissima, che di base l'essere umano in quanto specie animale non dovrebbe possedere come qualità di sopravvivenza (l'animale è egoista).

In linea di massima, una regola non scritta vuole che più una persona si descrive "dolce, empatica e sincera" e più ha comportamenti machiavellici, egoriferiti e scarsamente cristallini. È una strana regola inversa, ma oserei dire immortale. Ovviamente parlo seguendo una regola generale, riferendomi esclusivamente a persone che ho (ahimè) avuto la sventura di conoscere.


Ah, a me lo dicono molto spesso che sono dolce ed empatica, e sono pure molto sincera :imbarazzo: sarò l'eccezione che conferma la regola.
Penso anch'io che possa essere innata o acquisita in base alle esperienze che si sono avute (o subite) nella vita. Fa piacere sentire che gli altri avvertono che tu sei in grado di capirli e metterti nei loro panni, a volte però è parecchio stancante. :hi:


Mi fa piacere per te che hai queste qualità. Grazie per chi ha risposto.
  • 0

Devander
Amico level two
 
Stato:
Messaggi: 82
Iscritto il: 18/05/2022, 18:54
Località: Salerno
Genere: Maschile

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda Disabled » 09/06/2022, 12:20



occhigrandi ha scritto:
Broken Mirror ha scritto:Entrambe le cose.

Per alcuni (pochi) è innata, per molti altri è appresa.

Rimane una dote rarissima, che di base l'essere umano in quanto specie animale non dovrebbe possedere come qualità di sopravvivenza (l'animale è egoista).

In linea di massima, una regola non scritta vuole che più una persona si descrive "dolce, empatica e sincera" e più ha comportamenti machiavellici, egoriferiti e scarsamente cristallini. È una strana regola inversa, ma oserei dire immortale. Ovviamente parlo seguendo una regola generale, riferendomi esclusivamente a persone che ho (ahimè) avuto la sventura di conoscere.


Ah, a me lo dicono molto spesso che sono dolce ed empatica, e sono pure molto sincera :imbarazzo: sarò l'eccezione che conferma la regola.
Penso anch'io che possa essere innata o acquisita in base alle esperienze che si sono avute (o subite) nella vita. Fa piacere sentire che gli altri avvertono che tu sei in grado di capirli e metterti nei loro panni, a volte però è parecchio stancante. :hi:


Esatto, sono gli altri a dirtelo, me compreso tempo addietro del resto, te lo scrissi via messaggio privato.
C'è una bella differenza, mia cara occhigrandi.

Io mi riferivo all'aver conosciuto soggetti che si auto-celebravano come persone vittime della società, iper-empatiche e buone di cuore: alla fine della fiera, nemmeno tanto sorprendentemente, erano proprio l'opposto. :mmm:

Puntualmente, queste stesse persone che si definiscono in tale maniera tendono a incolpare chi è veramente empatico dandogli del "narcisista maligno", per il solo fatto che una persona empatica deve recuperare ogni tanto le proprie forze e sparisce temporaneamente perché esausta, drenata, risucchiata.

C'è una confusione su questi temi che è spaventosa, confusione che è tra l'altro esacerbata proprio da discutibili psicologi che scrivono articoletti da rivista per adolescenti, roba che neanche in spiaggia riuscirei mai a leggere. :violin:

Comunque confermo quanto ti dissi settimane fa: mi dai l'impressione di essere una delle poche persone, almeno all'interno di questo forum, a dare una mano concreta agli altri. Ti limiti a leggere e aiutare, senza inserire sfoghi personali o pensieri che nulla hanno a che fare con l'interlocutore bisognoso / in difficoltà. Invece, spesso si assiste a un utilizzare gli spazi di sfogo altrui per parlare di sé stessi, in maniera egoriferita per l'appunto.

L'empatia è veramente rara e difficile da visualizzare, spesso viene confusa col contagio emotivo o con l'ipersensibilità personale (quest'ultima gira sempre intorno alla persona stessa e, di conseguenza, è per definizione egoica - e nulla di male in ciò, per l'amor di Dio).

Un saluto :hi:
  • 3

Disabled
Amico level twelve
 
Stato:
Messaggi: 571
Iscritto il: 25/09/2014, 19:49
Genere: Femminile

Cosa ne pensate dell'empatia?

Messaggioda Massimiliano89 » 09/06/2022, 16:34



È sicuramente un dono innato, e non può essere iniettata con la siringa. O la si ha, o non la si ha.
Nella vita è una delle cose fondamentali
  • 1

Avatar utente
Massimiliano89
Amico level nineteen
 
Stato:
Messaggi: 938
Iscritto il: 09/06/2013, 23:08
Località: Procincia di Roma
Genere: Maschile


Torna a Forum di Psicologia, Counseling, Coaching e Approccio empirico di MyHelp

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Reputation System ©'