Disagio lavorativo

Sfruttiamo questo spazio anche per parlare di scuola, di compagni, di colleghi, di materie. Chiediamo/diamo aiuto e spiegazioni su tutto ciò che concerne lo studio (scuola e università).
Inoltre, date le condizioni critiche in cui si trova l'Italia, ecco un forum che vuole raccogliere storie, idee, iniziative e proposte, qui e all'estero.

Disagio lavorativo

Messaggioda Jam » 17/07/2020, 18:46



In questi giorni sto ripensando alla mia situazione. Mi trovo nel limbo in cui mi sono infilato qualche tempo fa, accettando una proposta in attesa di capire quale fosse la mia strada. Anche stasera mi ritrovo a pensare a quanto sia stato inutile fare l'università nella speranza di un futuro migliore. Mi sembra di non essere in grado di fare correttamente il mio lavoro, si verificano problemi su problemi, non sto crescendo a livello professionale ma sto regredendo a livello mentale.
Tutto mi sembra una routine schiacciante in cui la sola cosa che cresce è lo stress. Mi capita spesso di pensare a delle alternative, lavorative e non, ma mi guardo intorno e non vedo molto.
Dovrei essere contento di avere un lavoro. Infatti lo sono. Ma lavorando la mia autostima cala sempre di più.
Non so come uscirne.
  • 0

Jam
Amico level three
 
Stato:
Messaggi: 121
Iscritto il: 13/12/2019, 19:16
Località: Emilia Romagna
Genere: Maschile

Disagio lavorativo

Messaggioda SimoBlutone » 17/07/2020, 21:06



Jam ha scritto:In questi giorni sto ripensando alla mia situazione. Mi trovo nel limbo in cui mi sono infilato qualche tempo fa, accettando una proposta in attesa di capire quale fosse la mia strada. Anche stasera mi ritrovo a pensare a quanto sia stato inutile fare l'università nella speranza di un futuro migliore. Mi sembra di non essere in grado di fare correttamente il mio lavoro, si verificano problemi su problemi, non sto crescendo a livello professionale ma sto regredendo a livello mentale.
Tutto mi sembra una routine schiacciante in cui la sola cosa che cresce è lo stress. Mi capita spesso di pensare a delle alternative, lavorative e non, ma mi guardo intorno e non vedo molto.
Dovrei essere contento di avere un lavoro. Infatti lo sono. Ma lavorando la mia autostima cala sempre di più.
Non so come uscirne.


Ti capisco benissimo sono nella tua stessa identica situazione e so quanto è difficile parlarne con qualcuno perchè per molti il lavoro è sacro e decidono che se ce l'hai stai per forza bene, incuranti del fatto se sei davvero felice. Credo che l'unico modo per "imbrogliare" la mente sia pensare ad un alternativa futura mentre si stringono i denti, mollarlo sarebbe da pazzi ma pensare di farlo per tutta la vita anche.
  • 0

Nella mia testa c'è sempre stata una stanza vuota per te
quante volte ci ho portato dei fiori
quante volte l'ho difesa dai mostri

Adesso ci abito io
e i mostri sono entrati con me.

Michele Mari
Avatar utente
SimoBlutone
Amico level one
 
Stato:
Messaggi: 43
Iscritto il: 07/04/2020, 1:06
Località: Palermo
Genere: Maschile

Disagio lavorativo

Messaggioda Jam » 18/07/2020, 10:54



Ho di nuovo dato prova del fatto che non fa per me. Questo lavoro non fa per me e mi sono davvero stancato.
Sono esausto di dover fare i conti con la mia incapacità.
Sono davvero esausto.
  • 0

Jam
Amico level three
 
Stato:
Messaggi: 121
Iscritto il: 13/12/2019, 19:16
Località: Emilia Romagna
Genere: Maschile

Disagio lavorativo

Messaggioda Kakushigoto9 » 26/07/2020, 14:39



Che lavoro fai? Io ho provato a lavorare fuori casa per un periodo con mio zio ma è stato pessimo, mi sa tanto che il lavoro tra la gente non fa per me. Vado nel pallone, faccio errori, non capisco cosa mi dicono perché ho l'ansia, ecc ecc
  • 0

Avatar utente
Kakushigoto9
Nuovo Amico Virtuale
 
Stato:
Messaggi: 8
Iscritto il: 01/07/2020, 22:24
Località: Puglia
Genere: Maschile


Torna a Forum su Lavoro, Scuola, Università e Futuro professionale

Chi c’è in linea in questo momento?

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Reputation System ©'